Lavoro 14 marzo 2017

Costantino Troise (Anaao Assomed): «Legge Gelli positiva. Con Linee Guida importante aggiornamento»

Il segretario nazionale di Anaao Assomed: «Su Responsabilità professionale un passo avanti per il sistema sanitario frutto di un impegno che portiamo avanti da oltre 10 anni. Con l’importanza delle linee guida stabilita nella legge è fondamentale non limitarsi semplicemente ad una rivisitazione scolastica della formazione»

«Un passo avanti per il sistema sanitario, il frutto di un impegno che portiamo avanti da oltre 10 anni» lo dice Costantino Troise, segretario Anaao Assomed all’indomani dell’approvazione della Legge Gelli sulla Responsabilità Professionale. In occasione del dibattito ‘Responsabilità professionale, tutto quello che c’è da sapere sulle novità della Legge‘ organizzato qualche giorno fa da Anaao, il Segretario Troise dichiara che finalmente è «avviato un percorso che mette in atto un lavoro da fare insieme ai cittadini e da fare insieme alle professioni sanitarie per migliorare il sistema tutti insieme».

Un punto fondamentale della Legge sulla Responsabilità Professionale, messo effettivamente nero su bianco, è l’importanza delle Linee Guida per tutti i professionisti sanitari. Dunque sarà sempre più importante per tutti i professionisti aggiornarsi sulle Linee Guida e tenerle sotto controllo, ci tiene a specificare Troise che prosegue: «Però ci tengo a sottolineare che sarà necessario tenere conto della difficoltà di aggiornarsi su tutte le Linee Guida per ogni singola patologia».

«Allo stesso tempo, credo occorra investire in formazione. Fondamentale investire nelle strutture del sistema sanitario in chiave di formazione e aggiornamento – evidenzia il segretario – è di grande utilità per il singolo aggiornarsi in maniera continua, non limitarsi semplicemente ad una rivisitazione scolastica. Inoltre il Segretario Troise ribadisce l’importanza del controllo della qualità e della puntualità dei professionisti di accedere alla formazione, infatti «nella pratica professionale andare a verificare il grado di apprendimento dei professionisti è doveroso e utile per tutti» conclude.

Articoli correlati
Pazienti a rischio suicidio, come prevenire e superare shock. Innamorati (psicoterapeuta): «Occorre formazione per tutti reparti»
«Non bisogna pensare che solo i pazienti ricoverati in psichiatria possono compiere gesti estremi, per questo tutti i medici e gli operatori – di qualsiasi settore - devono essere preparati» ai microfoni di Sanità Informazione Marco Innamorati, psicologo e psicoterapeuta
Medici, Anaao pronta a 72 ore di sciopero: «Inarrestabile peggioramento condizioni di lavoro, contratto scomparso da agenda politica»
Duro documento della Direzione nazionale del sindacato: pronto stato di agitazione e manifestazione nazionale: «Il blocco priva medici e dirigenti sanitari dipendenti di un fondamentale strumento di cambiamento delle condizioni di lavoro, che restituisca dignità e sicurezza ai professionisti»
Diritti dei medici e novità legislative: istituzioni a confronto in Senato
Il 18 settembre Sanità Informazione organizza un confronto con i principali esponenti del mondo politico e sanitario sui principali problemi dei camici bianchi alla luce delle ultime novità giuridiche e delle più recenti sentenze che interessano il settore. Coinvolti giuristi, membri del Governo ed esponenti di tutti gli schieramenti parlamentari
Contratto, parla Carlo Palermo (Anaao): «Per firmare va sbloccata Retribuzione Individuale di Anzianità. Ecco come fare…»
Dai nodi da scogliere per arrivare a sbloccare il contratto alle soluzioni per rispondere alla carenza di specialisti, passando per le “autodimissioni” dei medici ospedalieri fino al taglio delle pensioni d’oro: l’intervista a tutto tondo al segretario nazionale di Anaao Assomed
Chi identifica gli obiettivi formativi?
Gli obiettivi formativi di rilievo nazionale sono definiti dalla CNFC e devono essere riconducibili alle attività sanitarie e socio-sanitarie collegate ai LEA (Livelli Essenziali di Assistenza). Gli obiettivi formativi di rilievo regionale ed aziendale sono definiti dalle Regioni e dalle Aziende sanitarie e tengono conto dei piani sanitari regionali e delle specifiche mission aziendali. Anch’essi […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...