minorenni

Gli Esperti Rispondono 8 gennaio 2018

In che termini il medico è obbligato al segreto professionale in relazione a soggetti minorenni?

La situazione è abbastanza complessa poiché vi sono alcune norme che garantiscono espressamente la privacy del minore entro certi limiti, ma riguardano solo specifiche casistiche come ad esempio l’interruzione volontaria di gravidanza. Nella maggior parte dei casi però non vi è una normativa ad hoc, dunque, il medico in linea teorica, se non riscontra elementi […]

Lavoro 19 luglio 2016

Legge Cirinnà, il ruolo dei medici: «Figura necessaria nell’ascolto dei minori»

Incontro formativo interdisciplinare in occasione della Giornata Nazionale sulla Famiglia. Spoletini (Presidente Centro Nazionale Studi e Ricerche Diritto Famiglia e Minori): «I medici sono l’ “orecchio” di avvocati e magistrati: fondamentale formazione per non farsi trovare impreparati»

Lavoro 19 luglio 2016

Garante Infanzia: «Norme in evoluzione, i medici devono aggiornarsi»

Ai microfoni di Sanità Informazione, la Dottoressa Albano spiega: «Realtà legislativa complessa, ben vengano eventi formativi che aggiornano i professionisti sulle novità»

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano