Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Nutrizione 30 Dicembre 2020

Brindisi di Capodanno: i cocktail alternativi per chi non può bere alcol o è a dieta

Cocktail e distillati analcolici l’idea vincente per non rinunciare al gusto. Ma anche estratti e centrifugati vegetali, da preparare in casa

Immagine articolo

Durante i festeggiamenti per l’inizio del nuovo anno un bicchiere di bollicine per brindare è sempre apprezzato.  Ma come deve comportarsi chi non può bere o è dieta? Ne abbiamo parlato con il dottor Lorenzo Traversetti, biologo nutrizionista.

«Innanzitutto, le festività vanno vissute spensieratezza – spiega il nutrizionista – senza pensare alla dieta e gratificando, con le giuste accortezze, il palato. Esistono per questo cocktail alternativi, distillati analcolici pensati per chi non può bere alcol o è a dieta. Sono prodotti dal gusto intenso, ugualmente validi dal punto di vista nutrizionale – aggiunge – ma a zero contenuto alcolico, sono privi di glutine e zuccheri aggiunti e possono quindi essere inseriti in un regime nutrizionale bilanciato per vegani e vegetariani».

Bevande analcoliche semplici e veloci possono essere realizzate anche in casa e sono perfette per chi è astemio o non intende bere alcol: «Possiamo utilizzare la frutta per dare colore e sapore al nostro cocktail – specifica l’esperto – sì anche a estratti e centrifugati vegetali per rendere questi preparati gradevoli sotto tutti i punti di vista» conclude il dottor Traversetti.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Approvato in Consiglio dei Ministri il “decreto anziani”. Normata anche la figura del Caregiver

Approvato in via preliminare il Decreto Legislativo sulle politiche in favore delle persone anziane in attuazione della Legge Delega n. 53 del 23 marzo 2023. Stanziamenti per 500 milioni di euro nel b...
di CdRR
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...