Sanità internazionale 6 Giugno 2017 11:36

Germania, vaccini: multe per far fronte all’aumento dei casi di morbillo

Allarme morbillo anche in Germania. Sono 410 i casi di morbillo registrati tra l’inizio dell’anno e la prima metà di aprile, quando in tutto il 2016 le persone contagiate riportate sono state 325. Per far fronte all’epidemia, il ministro della salute tedesco Hermann Gröhe ha quindi annunciato misure più severe contro chi non vuole vaccinare […]

Allarme morbillo anche in Germania. Sono 410 i casi di morbillo registrati tra l’inizio dell’anno e la prima metà di aprile, quando in tutto il 2016 le persone contagiate riportate sono state 325. Per far fronte all’epidemia, il ministro della salute tedesco Hermann Gröhe ha quindi annunciato misure più severe contro chi non vuole vaccinare i figli, dichiarando alla Bild «morti continue per morbillo non possono lasciare nessuno indifferente». Il provvedimento, che dovrebbe essere approvato il mese prossimo, prevede multe fino a 2500€ a coloro che non intendono richiedere un consulto medico sui vaccini. Saranno le scuole materne a segnalare alle autorità sanitarie i genitori che non saranno in grado di dimostrare di essere stati dal medico. Proposta che non vede d’accordo parte della Camera alta tedesca, il Bundesrat, secondo la quale richiedere queste informazioni alle scuole sarebbe una violazione della normativa sulla protezione di dati personali sensibili. L’istituto Robert Koch, che ha reso noti i dati sui casi di morbillo, ha inoltre sottolineato come sarebbe necessario che si vaccinassero tutti coloro nati dopo il 1970 e mai colpiti dall’infezione o che non hanno fatto il secondo richiamo. Sono 14 i paesi europei in cui la presenza del morbillo è descritta come endemica: la gran parte dei casi registrati quest’anno si concentrano in Italia e Romania, seguite da Francia, Germania, Polonia, Svizzera e Ucraina. L’approfondimento è su bbc.com

Francia, i medici sono sempre di meno, nonostante gli arrivi dall’estero

Il numero dei medici francesi, registrati al primo gennaio di quest’anno, è in diminuzione: se nel 2010 se ne contavano 198.200, oggi sono 196.000. Sono i dati rivelati dal Consiglio nazionale dell’Ordine dei Medici francese (CNOM), che registrano un calo soprattutto di medici generali, diminuiti del 10% dal 2010 e del 15% a Parigi. Questi numeri sono tra l’altro contenuti anche grazie all’arrivo in Francia di 22.400 medici laureati all’estero, di cui 12.500 da paesi extra Unione Europea e 9.900 da paesi UE. Sono quindi 346 i medici per ogni 100mila abitanti, contro i 377 del 2010.  I dati sono riportati dal CNOM in occasione della presentazione della carta interattiva sulla popolazione dei medici, che fornisce diverse statistiche su età, sesso o specialità. L’approfondimento su Le Figaro

Articoli correlati
Morbillo: allarme Oms Europa, 30 volte più casi nel 2023
"La regione europea sta registrando un aumento allarmante dei casi di morbillo". E' il monito dell'ufficio regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per l'Europa. "Tra gennaio e ottobre 2023 sono stati segnalati oltre 30mila casi da 40 dei 53 Stati membri della regione. Rispetto ai 941 segnalati in tutto il 2022, è un aumento di oltre 30 volte", avverte l'agenzia Onu per la salute
di V.A.
Dagli igienisti della SItI una Guida alle buone pratiche vaccinali
La Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI) ha presentato il documento "Guida alle buone pratiche vaccinali", con l'obiettivo di promuovere e garantire servizi vaccinali di eccellenza in tutto il territorio nazionale
di V.A.
Morbillo: mappato il percorso del virus nel cervello
Per la prima volta è stata realizzata una sorta di mappa della diffusione del virus del morbillo nel cervello sulla base dei dati di un paziente colpito da una rara e letale malattia cerebrale, chiaara panencefalite sclerosante subacuta (SSPE). A realizzare l'impresa sono stati i ricercatori della Mayo Clinic in uno studio pubblicato su PLOS Pathogens
Il Nobel per la Medicina ai «genitori» dei vaccini a mRNA contro il Covid e non solo
Drew Weissman, 64 anni, e Katalin Karikò, 68 anni, sono i due nuovi vincitori del Nobel per la Medicina 2023. I due scienziati hanno sviluppato la tecnologia che ha permesso, nel giro di pochissimi mesi, di sviluppare i vaccini anti-Covid a mRNA, che hanno salvato milioni di vite umane nel mondo
Covid: alta adesione degli over 60 ai vaccini ridurrebbe fino al 32% i ricoveri, le raccomandazioni nel Calendario per la Vita
Il board del Calendario per la Vita, costituito da diverse società scientifiche, ha redatto delle raccomandazioni per la campagna di vaccinazione anti-Covid per l’autunno-inverno 2023
di V.A.
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

World Obesity Day: oltre un miliardo di obesi nel mondo, quadruplicati in 30 anni i bimbi oversize

L'analisi pubblicata su ‘Lancet’: la quota di 'oversize' fra gli adulti è più che raddoppiata nelle donne e quasi triplicata negli uomini dal 1990 al 2022, nell'arco di una t...
di I.F.
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Advocacy e Associazioni

Screening oncologici, da Pazienti e Clinici la richiesta di un’azione più incisiva per ampliare l’offerta e aumentare l’adesione dei cittadini

Tra le proposte degli esperti: introdurre la prevenzione come materia di insegnamento nelle scuole, digitalizzare i processi di invito allo screening, promuovere un’informazione costante e capil...
di I.F.