Sanità internazionale 17 novembre 2015

International healthcare

The dilemma amongst quality and efficiency

Nine CCGs in UK are offering payment for keeping within targets the outpatient referrals and follow-ups, in light of a Pulse investigation. However, it is the inclusion of urgent cancer referrals that caused most controversy. After all, the Premier Cameron’s National Health Service aspire to save some tens of billions pounds by the end of 2020.
Though initiatives across the Channel can be a cumbersome precedent for the Italian NHS, actually, our way towards pertinence seems completely different. Lorenzin decree substantially aims at preventing citizens undergo unnecessary examinations experiencing side effects (eg, x-ray), as sometimes happens; by the way, it is quite obvious that if necessary examinations are denied, patients will take legal actions.
The situation in France is not as controversial, as explained by Serdar Dalkilic, vice-president of the European Federation of salaried doctors: «In WHO’s opinion, French National Healthcare System is one of the best: there are social security funds which finance 75% of national healthcare expenditure through shares withheld wages, while 11% of the expenditure is privately held». Despite this, the third-party payment system, acclaimed by French citizens with the 63% of favor, it scares doctors, worried about overload of administrative tasks, much more consults asked by patients and payment delays.

Tags

Articoli correlati
La storia di Mark Harmon: «Mio figlio si è ammalato e sono diventato medico a 42 anni»
«Ho sempre lavorato nel settore commerciale. Poi mio figlio si è ammalato e a 42 anni sono diventato un medico. È stata la scelta migliore che abbia mai fatto». La storia che Mark Harmon racconta sul Guardian è di quelle che sembrano uscite da un film, una di quelle alla sliding doors: chissà cosa sarebbe […]
OMS premia ospedale da campo del Piemonte, la ‘cittadella della salute’ pronta ad operare in scenari difficili
Conferimento durante la 68esima sessione del Regional Committee for Europe. Il direttore della Maxiemergenza 118 Mario Raviolo: «Siamo gli unici in Italia ad avere la certificazione di secondo livello, sono nove in tutto il mondo»
Assemblea OMS, Bartolazzi (Sott. Salute): «Ottimizzare risorse per sostenibilità SSN. Intervento su ticket per ridurre spesa out of pocket»
Il Sottosegretario alla Salute ha presieduto la sessione inaugurale dell’evento a cui presenziano 53 ministri da tutta Europa. «Aumento alcol e fumo tra giovani preoccupa»
Il medicinale costa troppo e il paziente di 8 anni chiede alla farmaceutica di abbassarne il prezzo
Luis Walker, 8 anni, malato di fibrosi cistica, ha scritto una lettera alla Vertex chiedendo di rendere disponibile il farmaco di cui ha bisogno
I medici di famiglia inglesi vogliono far pagare una tassa ai pazienti che fissano appuntamenti non necessari
I medici di famiglia del Regno Unito hanno proposto una tassa di 5 sterline per scoraggiare la popolazione ad andare nello studio quando non necessario. Come immaginabile, l’iniziativa ha alzato un polverone. Secondo i promotori, servirebbe a far riflettere i pazienti sul reale bisogno del medico, suggerendo i casi in cui le loro richieste possono […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila