Sanità internazionale 2 Aprile 2019

Gli americani prendono in prestito 88 miliardi di dollari l’anno per pagarsi le cure

Un americano su otto, lo scorso anno, è ricorso ad un prestito per permettersi di pagare le cure. 88 miliardi di dollari la cifra totale che è stata richiesta, 65 milioni gli adulti che hanno rinunciato a curarsi a causa dei costi della sanità. Un quarto della popolazione ha dovuto prestare attenzione alle spese per pagare assistenza […]

Un americano su otto, lo scorso anno, è ricorso ad un prestito per permettersi di pagare le cure. 88 miliardi di dollari la cifra totale che è stata richiesta, 65 milioni gli adulti che hanno rinunciato a curarsi a causa dei costi della sanità. Un quarto della popolazione ha dovuto prestare attenzione alle spese per pagare assistenza sanitaria o farmaci.

È quanto emerge da un sondaggio condotto da West-Health Gallup e ripreso dalla CNN che fotografa il drammatico modo in cui i costi della sanità statunitense impattano sulle tasche della popolazione. «Sono pochi gli americani non toccati da questo problema», ha commentato Dan Witters, ricercatore di Gallup.

La riduzione della spesa sanitaria, soprattutto per i farmaci, è diventata un punto chiave per il presidente Donald Trump e per esponenti di entrambi gli schieramenti politici. Il presidente ha messo sul tavolo diverse proposte e il Congresso ha lavorato di pari passo per affrontare la questione da un punto di vista legislativo.

Due terzi degli americani, tuttavia, non credono che risultati significativi potranno essere ottenuti nel breve periodo. Oltre il 75% degli intervistati, al contrario, è certo che nei prossimi due anni la spesa che ogni cittadino dovrà sostenere per la sanità sia destinata ad aumentare.

Una preoccupazione diffusa che porta incertezze profonde nel 45% dei cittadini, che oltre alla paura della malattia temono che eventuali problemi di salute li portino alla bancarotta.

Eppure, nel 2017 gli Stati Uniti hanno speso per la sanità oltre 10.700 dollari a cittadino. È più di tanti altri stati, ma il Paese a stelle e strisce è sempre tra gli ultimi posti nelle ‘classifiche’ che indicano lo stato di salute delle popolazioni dei Paesi più ricchi. Questo nonostante la qualità delle cure e dell’assistenza sanitaria sia considerata, secondo gli utenti, tra le più alte al mondo.

Articoli correlati
Lazio, Senior Italia FederAnziani: «Ecco le soluzioni per ridurre le liste d’attesa»
Telemonitoraggio, aumento ore specialisti, informatizzazione. Le proposte lanciate da Senior Italia FederAnziani che ha messo a confronto società scientifiche e organizzazioni sindacali di medici con la Regione Lazio
Il ricorso al MES spacca la politica e la sanità: cos’è, a cosa serve e perché fa tanto discutere
Sia la maggioranza che l’opposizione sono divise sulla possibilità di aderire al Meccanismo Europeo di Stabilità, con Lega, Fdi e M5S contrarie e Pd-Iv-Fi a favore. I pro e i contro di una possibile adesione
Ticket 2019: l’abrogazione Superticket è sufficiente o serve altro dopo COVID?
Tonino Aceti, Portavoce Federazione nazionale infermieri (Fnopi)
di Tonino Aceti, Portavoce FNOPI
Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?
Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in quanto come Medico ospedaliero (pubblico), nel 2017 ho ricevuto un avviso di garanzia dopo una denuncia/querela da parte di un paziente. La mia azienda non […]
Sanità, l’appello di Manai (Formazione Pd): «Usare soldi del MES per ricerca, borse di formazione e potenziamento territorio»
Secondo il responsabile Nazionale della Formazione Medico Sanitaria del PD Coordinatore Forum Sanità GD «occorre, come dice il Segretario Pd Zingaretti, una campagna che mostri ai cittadini gli aspetti positivi dell'utilizzo di questi fondi»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 3 luglio, sono 10.874.146 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 521.355 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 3 luglio: nell’ambito del ...
Diritto

Pensioni, la Cassazione: «Necessaria richiesta per lavorare fino a 67 anni». Altrimenti due anni di attesa per il primo assegno

Il rischio per il lavoratore è di essere sollevato dall’incarico al compimento dei 65 anni, senza ricevere la pensione. Possibile eccessiva riduzione degli organici in sanità
Salute

Rebus idrossiclorochina: arma anti-Covid o farmaco pericoloso? L’inchiesta di Sanità Informazione

Dopo lo studio ritirato da Lancet, l’OMS ha riavviato i test clinici. In Italia aumentano i medici che sperano nel farmaco e chi l’ha usata ‘sul campo’ la promuove. Cauda (Gemelli): «Può ave...