Salute 11 Ottobre 2021 16:15

“World’s best specialized hospitals 2022”: il Carlo Besta primo in Italia, nono nel mondo

Il presidente della Fondazione Andrea Gambini: «Ricerca, innovazione e valorizzazione delle risorse umane gli ingredienti del nostro successo. Tra i progetti futuri, il nostro faro è la “Città della salute e della ricerca”»

di Isabella Faggiano
“World’s best specialized hospitals 2022”: il Carlo Besta primo in Italia, nono nel mondo

Oltre 15 milioni di euro investiti, ogni anno, nella ricerca. Circa 400 lavori scientifici pubblicati su riviste di fama nazionale e internazionale. Quasi 100 trial clinici in corso. Sono solo alcuni dei numeri d’eccellenza della Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico Carlo Besta che, per il secondo anno consecutivo, è al primo posto in Italia nella classifica di Newsweek “World’s best specialized hospitals 2022”, al nono posto al mondo. È al primo posto in Italia anche per la Neurochirurgia, quinto in Europa e diciannovesimo al mondo.

Il Besta in numeri

«Un’eccellenza di cui ogni anno beneficiano circa 2.200 pazienti adulti e 1.200 bambini ricoverati per malattie neurologiche, altri 2.200 per interventi neurochirurgici. I pazienti accolti complessivamente per visite ambulatoriali sono, invece, circa 55 mila, il 55% dei quali arriva da fuori regione», racconta il presidente della Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico Carlo Besta, Andrea Gambini.

Il valore delle donazioni

Il 2021 per il Carlo Besta sarà ricordato anche come l’anno delle donazioni: «Questi mesi sono stati più proficui che mai per la quantità di fondi raccolti per la ricerca. Importanti anche gli investimenti in nuove tecnologie: nel 2021 1 milione 300 mila euro è stato destinato all’acquisto di strumentazioni innovative che hanno reso le nostre sale operatorie le più importanti al mondo dal punto di vista tecnologico. Al loro interno – spiega Gambini è possibile effettuate numerosi esami diagnostici, come tac e risonanze, anche durante gli interventi senza dover trasportare il paziente altrove».

Solo equipe d’eccellenza

Le risorse umane sono il terzo ingrediente del successo: «Esperti da tutto il mondo ci contattano per poter lavorare nel nostro Istituto – assicura il presidente -. L’equipe al servizio di adulti e bambini con malattie neurologiche, molte delle quali rare, sono di indiscussa professionalità. Tuttavia, le richieste che pervengono da pazienti di tutta Italia, e non solo, sono talmente numerose da non poter essere soddisfatte tutte in un lasso di tempo breve. Le liste di attesa sono, purtroppo, inevitabili».

Progetti futuri

Il Carlo Besta punta a mantenere indiscussi il suo primato italiano e la fama mondiale meritata nel corso degli anni, e per farlo ha già diversi progetti in cantiere. «Il nostro faro è la “Città della salute e della ricerca” che sorgerà a Sesto San Giovanni accanto all’Istituto dei Tumori. Intanto, attendendone la creazione, costruiremo un nuovo edificio nella sede attuale. Questo ulteriore palazzo ci permetterà di avere nuovi spazi da dedicare ai nostri pazienti e, soprattutto, di unificare gli ambulatori attualmente dislocati in cinque diverse sedi cittadine».

«Inoltre – aggiunge il presidente -, gli spazi liberati saranno utilizzati per ospitare nuovi laboratori di ricerca. A breve sarà inaugurato anche il reparto di neurochirurgia spinale, una specialità che completerà ulteriormente la nostra offerta di cura. Infine, continueremo a puntare sullo sviluppo della telemedicina: durante il periodo più critico della pandemia da Covid-19 abbiamo messo a punto un sistema che ci permette di monitorare i nostri pazienti a distanza. Un’innovazione adottata per sopperire alla paura di viaggiare, ma che, considerandone l’efficacia e l’efficienza – conclude -, continueremo a sfruttare al meglio, con grande soddisfazione anche dei nostri pazienti».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 25 ottobre, sono 243.662.107 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.948.516 i decessi. Ad oggi, oltre 6,8 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?