Salute 27 Gennaio 2015 18:41

Troppi tagli, altolà della Corte dei Conti: i LEA a rischio

Pesa l’assenza di nuovi investimenti. E a soffrire di più è il Sud Italia

Troppi tagli, altolà della Corte dei Conti: i LEA a rischio

C’è preoccupazione per le sorti dei LEA, Livelli essenziali di assistenza, che potrebbero, in un futuro molto vicino, essere messi a rischio dai tagli effettuati in Sanità e dall’assenza di nuovi investimenti.

A dare l’allarme è la Relazione – ad opera della Corte dei Conti – sulla gestione finanziaria per il 2013 degli enti territoriali. L’analisi della Corte prende in esame principalmente due punti: l’assistenza domiciliare e territoriale, e lo sviluppo tecnologico. “Il riassorbimento dei deficit è stato ottenuto con tagli lineari sulle principali voci di spesa (farmaceutica e personale)” si legge nella Relazione “ma altri risparmi, ottenibili aumentando l’efficienza, se non reinvestiti in ambiti come l’assistenza territoriale e domiciliare o nella tecnologia, potrebbero rendere problematico il mantenimento dell’attuale assetto dei Livelli essenziali di assistenza”. Le Regioni che più rischierebbero di far emergere deficit assistenziali, nel medio periodo, sono quelle meridionali.

Un altro dato che emerge dall’indagine della Corte è che se c’è qualcosa su cui gli italiani non badano a spese, sono i farmaci: dal 2009 al 2013, a fronte di un aumento del numero di ricette del 6,3%, la spesa dei cittadini per ticket e compartecipazione al prezzo di riferimento dei farmaci è aumentata del 66,6%. Solo nel 2013, dalle tasche degli italiani sono usciti 1.436 milioni di euro solo per i prodotti farmaceutici.

La Corte dei Conti sottolinea inoltre come nel triennio 2011 – 2013 sul sistema sanitario si siano concentrate le principali manovre di correzione e, nel 2014, una larga fetta di spesa della P.A. (il 30%). La revisione dei costi sulla Sanità dovrà necessariamente contemplare degli investimenti di risorse nei servizi insufficienti. Sul punto, è fiducioso il sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo: “Il lavoro tecnico che Age.Na.S., Regioni e Ministero stanno portando avanti è a buon punto, e sarà a breve sottoposto ad una valutazione istituzionale e politica che verrà presto resa nota dal ministro Lorenzin”.

Articoli correlati
Gemmato: «Presto sindrome fibromialgica grave tra malattie con diritto esenzione»
Il Sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato ha assicurato ai pazienti dell'Associazione italiana sindrome fibromialgica che il ministero della Salute e il Governo Meloni pone massima attenzione alle loro problematiche
Malattie croniche intestinali in aumento, «incubo» per oltre 7 pazienti su 10
La vita di chi soffre di malattie infiammatorie croniche intestinali  può essere un vero e proprio incubo. E' quanto emerge dall'indagine Better - Bisogni Assistenziali, Lavorativi, Legali e Sociali per la cura dei pazienti affetti da malattie infiammatorie Croniche dell'Intestino – presentata oggi al ministero della Salute da Amici Italia, in occasione di un convegno organizzato dall'associazione, su iniziativa del ministro della Salute, Orazio Schillaci
Fibromialgia, associazioni pazienti: «Vogliamo chiarezza su uso fondi delle Regioni»
Associazione Italiana Sindrome Fibromiagica (Aisf), Associazione Fibromialgici Libellula Libera APS e CFU Comitato Fibromialgici Uniti Italia Odv lanciano un appello alla trasparenza
«Con noi pazienti nella Commissione LEA si possono evitare errori e lentezze»
INTERVISTA | A Sanità Informazione parla Antonella Celano, presidente dell'Associazione nazionale persone con malattie reumatologiche e rare. Spiega le ragioni che hanno spinto ben 163 associazioni dei pazienti a scrivere e inviare una lettera aperta al ministro della Salute, Orazio Schillaci
Fibromialgia: nuova proposta di legge per riconoscerla come malattia invalidante
Si intitola «Disposizioni in favore delle persone affette da fibromialgia o sindrome fibromialgica» la proposta di legge di CFU Italia per il riconoscimento di quella che a tutt’oggi è considerata una patologia «invisibile» anche al Servizio sanitario nazionale. «Questa legge non deve avere colori partitici, così la politica vuole fare polis», commenta il vicepresidente della Camera, Sergio Costa
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Salute

In Italia l’obesità uccide 4 volte in più degli incidenti d’auto

Nel nostro paese l'obesità è in aumento esponenziale e sempre più "killer", con un numero di morti all'anno 4 volte superiore a quello degli incidenti d'auto, e una previsione, en...