Salute 25 Agosto 2017

Trapianto di cuore a soli tre mesi: la storia di Julian operato al Sant’Orsola di Bologna

Grazie alla generosità di una famiglia slovacca che ha voluto donare gli organi del proprio bambino deceduto a 10 mesi, un neonato originario di Reggio Emilia colpito da una grave cardiopatia congenita, avrà un’occasione di vita

Immagine articolo

Julian ha una speranza di vita insieme ad un nuovo cuore: una storia di rinascita quella che arriva da Bologna, dall’ospedale Sant’Orsola, dove Julian di soli tre mesi, malato di una grave cardiopatia congenita, è stato sottoposto ad un intervento di trapianto cardiaco che gli ha offerto una prospettiva di vita che prima non aveva. Il donatore del cuore un bimbo slovacco di appena 10 giorni, la cui famiglia ha generosamente deciso di donare gli organi.

«Le cose sono andate molto bene e il bambino è già in reparto e riceve le visite dei genitori – dichiara all’Ansa Gaetano Gargiulo, primario di Cardiochirurgia pediatrica e direttore del dipartimento Cardio-toraco-vascolare del Sant’Orsola -. Entro un mese, tre settimane, il tempo di vedere che non ci sia un rigetto potrà andare a casa e verrà per i controlli».

Un vero e proprio miracolo quello capitato a Julian, infatti trovare un organo così piccolo e addirittura compatibile con l’organismo del neonato è un caso raro ed eccezionale.

Articoli correlati
Malattie cardiovascolari, Mercuro (SIC): «In Italia responsabili del 44% dei decessi. La medicina si evolve ma fallisce sulla prevenzione»
«Combattere sedentarietà e puntare sull’esercizio fisico: si tratta di una rivoluzione culturale in cui la profilassi deve diventare una ‘medicina’ e non una scelta personale». Così Giuseppe Mercuro, Presidente della Società Italia di Cardiologia
di Lucia Oggianu
Torino, salvata bimba che respirava con un solo polmone
Sei anni ed un solo polmone per vivere, l’altro era occluso. La bambina operata all’ospedale Regina Margherita di Torino era nata con una gravissima cardiopatia congenita con le arterie che portano il sangue dal cuore ai polmoni invertite ed un restringimento dell’aorta. Per questo, era stata sottoposta a tre interventi cardiochirurgici a cuore aperto: appena nata, a […]
Muore dopo trapianto al cuore. Medici: «Cuore perfetto, si tratta di rigetto»
Morto al San Camillo di Roma dopo aver subito un trapianto cardiaco. «Il cuore trapiantato era sano – ha spiegato il Direttore del Centro Trapianti del San Camillo di Roma, Francesco Musumeci, nel corso di una conferenza stampa in ospedale – l’organo era perfettamente funzionante e controllato». La dichiarazione del Direttore arriva in risposta ai media che […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 22 settembre, sono 31.328.238 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 964.839 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 21 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

Covid-19, studio italiano scopre meccanismo responsabile della morte dei pazienti in terapia intensiva

Lo studio, che vede come capofila il S. Orsola di Bologna, è stato pubblicato su “Lancet Respiratory Medicine” lo scorso 27 agosto