Salute 10 Maggio 2017

Totti e Cabrini premiano Nazionale Paralimpica calcio. Lotti (Min. Sport): «Abbattere barriere»

Il capitano della Roma, Francesco Totti, e l’ex giocatore juventino, Antonio Cabrini, premiano la Nazionale Italiana di calcio a 5 della Federazione italiana sport paralimpici alla presenza del Ministro dello Sport, Luca Lotti

«Un orgoglio non solo per lo sport italiano ma per tutto il Paese». Con queste parole il Ministro dello Sport, Luca Lotti, ha salutato questa mattina i campioni della Nazionale Italiana di calcio a 5 della Federazione italiana sport paralimpici degli intellettivo relazionali (Fisdir). Per la prima volta la federazione ha vinto lo scorso 13 aprile il Campionato del Mondo FIFDS in Portogallo, grazie alla vittoria in finale per 4-1 contro i padroni di casa.

Alla cerimonia di premiazione presso la sala monumentale della Presidenza del Consiglio dei Ministri a Roma, hanno preso parte oltre al ministro dello Sport, Luca Lotti, anche il presidente del Comitato Paralimpico Italiano, Luca Pancalli, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, il Presidente della Fisdir, Marco Borzacchini, e il giornalista sportivo Riccardo Cucchi. Grande sorpresa e stupore per i neo campioni del mondo di calcio a 5, con disabilità intellettiva e relazionale, quando il ministro ha chiamato a premiarli due campioni del mondo di calcio, come il capitano della Roma, Francesco Totti, e una bandiera della Juventus, Antonio Cabrini.

«La vostra esperienza dimostra che quando si gioca a calcio siamo tutti uguali – ha detto Lotti – ma io rimango scarso, mentre voi siete dei campioni del mondo ed è un onore riconoscere il grande risultato da voi ottenuto grazie a un lavoro di squadra. Oggi è un giorno di festa per l’Italia e per lo sport italiano, che vi festeggia e vi ringrazia» ha sottolineato il ministro. «Questi atleti hanno fatto qualcosa di piu’ di vincere un campionato del mondo ma hanno colorato una pagina di cronaca sportiva – ha spiegato Pancalli- vincendo una medaglia raggiunta con la passione, l’amore e la gioia e i loro sorrisi che rimarranno nella storia del Paese».

Articoli correlati
Il 60% degli italiani non pratica attività fisica regolare. Parte la campagna di ONDA contro la sedentarietà
In Italia la sedentarietà è responsabile del 14,6% di tutti i decessi (90.000 morti all’anno) e costa al SSN 1,6 miliardi di euro. Il 60% degli italiani non pratica attività fisica corretta e regolare e quindi è a rischio. Per prevenire la sedentarietà Fondazione Onda ha stilato il Manifesto contro la sedentarietà e rende disponibile negli ospedali con i Bollini Rosa e online la brochure “Smettere di essere sedentario: è facile se sai come farlo”
Congresso Amsi, Foad Aodi: «Presenteremo le nostre statistiche, proposte e criticità su carenza medici, concorsi, fuga dei medici e circoncisione»
L’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) annuncia l’apertura dei lavori del Congresso per il 22 giugno a Roma presso la Clinica Ars Medica a cui parteciperanno professionisti della sanità, italiani e di origine straniera. Un congresso accreditato con Ecm per tutte le professioni. Nella parte scientifica si discuterà di traumatologia sportiva e cure […]
Healthytude, al via a Milano l’evento dedicato al benessere a 360°
È stata presentata oggi, a Palazzo Marino, Healthytude, la health week milanese che animerà, dal 16 al 23 giugno, il Design District di Porta Nuova, trasformato per l’occasione in polo del benessere. Alla presenza dell’Assessore allo Sport, Turismo e Qualità della vita del Comune di Milano, Roberta Guaineri, che ha aperto i lavori, è stato […]
Oculistica, al San Carlo di Nancy arriva l’innovativa tecnologia per diagnosticare le occlusioni delle vie lacrimali
Un esame mininvasivo, in tempi rapidi e con immagini di alta qualità: è la TC Revolution, una TAC con tecnologia diagnostica d’avanguardia di cui si è dotato il reparto di Radiologia dell’Ospedale San Carlo di Nancy di Roma. L’ultima generazione della tomografia computerizzata ha portato ad ampliare i campi di applicazione: i casi d’utilizzo di […]
Giornata Mondiale Sclerosi Multipla. Eleonora racconta la sua voglia di vivere: «Io non sono la mia patologia»
Per l’edizione 2019, che quest’anno si celebra il 30 maggio in 70 paesi del mondo, lanciata la campagna #MyInvisibileMS per sensibilizzare sull’ invisibilità dei sintomi. Questa malattia è la prima causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali: colpisce una persona ogni 3 ore
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

«La sanità si basa sullo sfruttamento infinito e gratuito di medici e professionisti sanitari»

Riuscite a immaginare un idraulico o un avvocato che lavorano il 30% in più senza chiedere ulteriori compensi? In sanità viene dato per scontato
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...
Politica

Elezioni europee, ecco gli impegni dei candidati per i medici

Dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ai suoi vice David Sassoli e Fabio Massimo Castaldo, fino al nuovo volto della Lega, l’economista Antonio Maria Rinaldi: le ricette in campo sui ...