Salute 20 Luglio 2023 17:49

Svezzamento, l’85% dei pediatri suggerisce l’introduzione dell’olio extravergine già dai sei mesi

Dalla collaborazione tra FIMP-Coldiretti-Unaprol-Fondazione Evooschool un progetto formativo rivolto ai Pediatri di Famiglia che offre indicazioni pratiche da trasferire ai genitori per aiutarli nella scelta di prodotti che garantiscono la salute di bambini e ragazzi. Secondo l’indagine realizzata dalla FIMP, il 94% dei Pediatri ritiene utile o necessaria una maggior formazione sui valori nutritivi dell’olio EVO e sui benefici di salute nell’età evolutiva, e oltre l’80% si dichiara interessato ad acquisire competenze specifiche sul tema 

L’olio extravergine di oliva (EVO), cardine della Dieta Mediterranea, svolge un ruolo fondamentale nell’alimentazione dei bambini, sin dalla prima infanzia. Un olio EVO di qualità favorisce infatti una crescita sana e protegge da numerose malattie. Secondo una ricerca realizzata dalla Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) su un campione di 1260 pediatri (per il 93% Pediatri di Libera Scelta) che offrono assistenza a oltre 1 milione di famiglie italiane con bambini sotto i 14 anni, l’85% dei pediatri suggerisce l’introduzione di olio EVO nella dieta sin dall’inizio dello svezzamentointorno ai 6 mesi di vita, e oltre il 70% consiglia l’utilizzo di un prodotto con specifiche caratteristiche.

Per sensibilizzare i genitori sull’importanza di una corretta alimentazione e guidarli nella scelta di un olio con caratteristiche in grado di esercitare effetti benefici sull’organismo, la FIMP ha avviato un programma di collaborazione con ColdirettiUnaprol (Consorzio Olivicolo Italiano) e la Fondazione Evooschool che, attraverso la formazione specifica dei Pediatri di Libera Scelta, punta a raggiungere le famiglie italiane per tutelare la salute di bambini e ragazzi.

Secondo l’indagine realizzata dalla FIMP, il 94% dei Pediatri ritiene utile o necessaria una maggior formazione sui valori nutritivi dell’olio EVO e sui benefici di salute nell’età evolutiva, e oltre l’80% si dichiara interessato ad acquisire competenze specifiche sul tema al fine di poter supportare i genitori nell’utilizzo di questo prezioso alimento e nella capacità di riconoscere un prodotto di qualità. La quasi totalità dei Pediatri (98,5%), inoltre, condivide la necessità di una maggior tutela della salute dei bambini attraverso norme che impediscano la vendita di prodotti di scarsa qualità e di dubbia provenienza.

È ampiamente dimostrato che l’olio EVO sia un alimento ricchissimo di sostanze benefiche, in particolare polifenoli, vitamine, acidi grassi Omega 3 e Omega 6, che sono potenti antiossidanti naturali ed esercitano un’importante azione preveniva nei confronti dello sviluppo delle malattie non trasmissibili nell’età adultaDurante lo svezzamento – la cosiddetta Alimentazione Complementare, come la definisce l’Organizzazione Mondiale della Sanità – l’uso dell’olio EVO favorisce lo sviluppo osseo, del sistema nervoso centrale e di molte altre funzioni metaboliche.

«Troppo spesso le famiglie sottovalutano l’importanza delle scelte alimentari durante l’infanzia e l’età evolutiva, che influenzano in modo determinante lo sviluppo del bambino e lo stato di salute nelle fasi successive della vita», dichiara Lugi Nigri, vicepresidente FIMP. «Bisogna abituare i bambini sin da piccoli a seguire una corretta alimentazione, secondo lo schema della Dieta Mediterranea, di cui l’olio EVO è l’alimento principe. Ma non tutti gli oli sono uguali, per questo è necessario promuovere l’utilizzo di prodotti di qualità, ponendo attenzione a composizione, tracciabilità e utilizzandoli nelle giuste quantità. L’indagine realizzata dalla Federazione conferma il grande interesse dei pediatri sulle tematiche della nutrizione e la volontà di aggiornarsi per supportare al meglio le famiglie. La collaborazione virtuosa con Coldiretti e Unaprol si inserisce all’interno di una delle attività principali del Pediatra di Famiglia: educare alla prevenzione e all’adozione di corretti stili di vita come strumento di tutela della salute dalla prima infanzia all’età adulta. Un impegno che ci assumiamo tutti i giorni e che oggi, anche grazie alla scelta del Governo di investire maggiormente in prevenzione, acquisisce un significato ancora più concreto». 

Il percorso formativo rivolto ai Pediatri di Famiglia e, tramite di questi, ai genitori, per identificare un olio EVO di qualità, si basa sulla valutazione di cinque principali parametri: aspetto, gusto, provenienza certa, etichetta e prezzo.

«Siamo molto orgogliosi della collaborazione avviata con i Pediatri di Famiglia e Coldiretti: diffondere e sostenere la cultura dell’olio EVO di qualità è un tema che ci sta particolarmente a cuore – dichiara David Granieridirettore generale di Unaprol -. Poterlo fare attraverso percorsi formativi specifici diretti al pediatra è per noi un grande valore aggiunto. L’obiettivo è trasmettere ai Pediatri di Famiglia conoscenze e competenze tecniche su parametri fondamentali che gli consentano di riconoscere la qualità del prodotto per poterlo consigliare consapevolmente ai genitori, spesso ignari dei benefici di salute derivanti dal mettere in tavola prodotti alimentari di qualità certificata e sostenibili”.

Quello della provenienza, è uno dei temi di maggiore rilevanza e attualità, in un settore, come quello agroalimentare, interessato dalla presenza sul mercato di prodotti contraffatti, di origine incerta o frutto di miscelazione, contenenti additivi chimici, residui di fitofarmaci e metalli pesanti che possono provocare danni, anche gravi, al sistema nervoso e ai reni. Al contrario, in un prodotto di qualità non è consentita, neanche in minima quantità, la presenza di agenti nocivi. La conservazione è un altro elemento a cui prestare attenzione in quanto, se non conforme, causa il deterioramento delle proprietà naturali dell’alimento, compromettendone l’azione antinfiammatoria e cardioprotettiva.

«La corretta alimentazione, essenziale per la tutela della nostra salute, si impara in famiglia e soprattutto fin da piccoli – aggiunge Ettore Prandinipresidente di Coldiretti -. Crediamo che l’alleanza stretta con i Pediatri di Famiglia sia di grande valore per la filiera dell’olio EVO italiano che garantisce qualità e massima attenzione in tutte le fasi della lavorazione, dalla raccolta alla molitura, al confezionamento, per preservare le proprietà dell’olio e garantire la sicurezza del prodotto. Attraverso la formazione specifica dei Pediatri di Famiglia che hanno un ruolo chiave nell’educazione sanitaria e sociale di bambini, ragazzi e famiglie, sarà possibile sostenere la promozione di un’eccellenza del nostro Paese, dai grandi benefici anche per la salute». 

Articoli correlati
Rientro a scuola: dai pediatri consigli per ritornare sereni tra i banchi
Mai saltare la colazione ed evitare l'uso dello smartphone prima di andare a dormire. Sono due dei principali consigli diffusi dai pediatri della Federazione italiana medici pediatri (Fimp), rivolti agli oltre 8 milioni di bambini e ragazzi che tra meno di una settimana ritorneranno a scuola
Cibo sicuro, in Italia 1 allarme al giorno. Nas: sequestrate oltre 8mila tonnellate di alimenti
Il rischio di mangiare cibo non sicuro è molto più alto di quanto si creda. Basta pensare che in Italia, nel 2022, è scoppiato quasi un allarme alimentare al giorno. I Nas riferiscono che, in un anno, sono state sequestrate oltre 8mila tonnellate di alimenti . I dati sono stati diffusi oggi in occasione della Giornata Mondiale della Salubrità Alimentare
Streptococco, test rapidi e antibiotici: ecco la guida dei pediatri SIP
All'aumento dei casi di streptococco e all'attuale carenza di antibiotici in Italia la Società italiana di pediatria (SIP) ha risposto con una guida semplice e pratica per affrontare il batterio. Messa a punto dal Tavolo Tecnico Malattie Infettive e Vaccinazioni della SIP, guidato da Susanna Esposito
Obesità, FIMP: «Bene Schillaci, corretti stili di visa al centro dell’impegno della professione»
«Attraverso i cosiddetti “Bilanci di Salute”, i pediatri di famiglia realizzano periodicamente visite programmate che coinvolgono i bambini dalla nascita fino all’adolescenza» spiega Antonio D'Avino, presidente FIMP
L’estate italiana 2022 è la più calda di sempre. Bollino rosso in 16 città
L’ondata di calore sarà molto intensa, ma di durata inferiore rispetto alle precedenti. Coldiretti: «La tendenza al surriscaldamento in Italia è evidente e la classifica degli anni più caldi negli ultimi due secoli si concentra nell’ultimo decennio»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...