Salute 28 Febbraio 2014 15:06

Staminali, nuove applicazioni e maggiore accessibilità grazie alla ricerca

In fase sperimentale una tecnica che permette di ottenere con facilità cellule pluripotenti da staminali adulte

Staminali, nuove applicazioni e maggiore accessibilità grazie alla ricerca

Molti dei progressi compiuti dalla ricerca medica e scientifica negli ultimi anni sono, in gran parte, ascrivibili agli ambiti di applicazione delle cellule staminali:un campo che ha ridisegnato i confini e aperto nuove frontiere per la medicina rigenerativa, spalancando le porte all’innovazione e alla sperimentazione terapeutica e regalando speranze prima d’ora inimmaginabili non solo ai pazienti affetti da patologie degenerative , ma anche, potenzialmente, a tutta l’umanità.

Un tema che richiede, per queste sue peculiarità, un approccio cauto e attento , sia da un punto di vista clinico che etico.

La rivista Nature, ad esempio, ha recentemente pubblicato, uno studio sulla sperimentazione di un metodo, condotta dai ricercatori dell’Università di Harvard, che permette di ottenere cellule simili alle staminali pluripotenti attraverso la riprogrammazione di normali cellule adulte, utilizzando del comune acido citrico.

Si tratta solo dell’ultimo, in ordine cronologico, dei passi da gigante compiuti dalla scienza sulle possibilità curative offerte da questa enorme risorsa. Sono all’ordine del giorno, ormai, le innovazioni e le sperimentazioni sull’utilizzo delle staminali, in alcuni casi ad un passo dalla distribuzione su larga scala che permetta l’uso terapeutico sull’essere umano. Molteplici le applicazioni terapeutiche: dalla cura della cecità al morbo di Alzheimer, dalla distrofia muscolare alla cura delle principali patologie ereditarie, da strumento di correzione genetica alla creazione di prodotti di tipo tessuto-ingegneristico e organi da trapianto. Fondamentale, e propedeutica all’avanzamento della sperimentazione in questo senso, è la possibilità di effettuare la crioconservazione, sia presso strutture pubbliche sia anche presso biobanche private che oggi raggiungono altissimi livelli di qualità e affidabilità.

Da più fronti si muovono quindi passi decisi e rapidi in un percorso che potrebbe portare, in futuro, alla vera e propria produzione di organi in laboratorio. Un traguardo considerato, fino a poco tempo fa, quasi fantascientifico.

Articoli correlati
Medicina, meme e “catarsi comica”. Com’è nato e in cosa consiste il fenomeno social Memedical
Intervista a Nicola Gambadoro, fondatore del gruppo Facebook che raccoglie, al momento, oltre 56mila camici bianchi iscritti
La dieta della tiroide, ecco gli alimenti consigliati e quelli da evitare
Nell’intervista a Sanità Informazione, l’endocrinologa Serena Missori spiega quali sono i cibi che aiutano la tiroide e come lo stress influisce negativamente sulla salute di questa ghiandola. La chef Marisa Maffeo: «Mangiare bene senza rinunciare al gusto»
Gli Audiometristi puntano agli “ambulatori 4.0”
Rodolfo Sardone, presidente SIA: «Digitalizzare la sanità non basta. È necessario formare il personale sanitario che utilizza le nuove tecnologie, fin dall’università. L’abilitazione digitale è necessaria anche tra i pazienti, soprattutto i più anziani»
di Isabella Faggiano
Dal 7 all’11 giugno a Milano il Convegno europeo ISPCAN
Oltre 70 Paesi e 400 contributi con l’obiettivo di promuovere un network internazionale capace di potenziare le strategie di contrasto al maltrattamento e alla violenza su bambine, bambini e adolescenti
ICT, domotica, sensoristica e robotica: ecco il futuro tecnologico della geriatria
Pilotto (Sigot): «Tra i robot di ultima generazione c’è quello Anticaduta: individua le carenze dell’individuo che lo espongono al rischio di caduta ed elabora un training personalizzato per rinforzare gli aspetti risultati deficitari, che siano muscolari, sensoriali o di equilibrio»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 22 giugno, sono 178.788.247 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.873.285 i decessi. Ad oggi, oltre 2,64 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM