Salute 28 Febbraio 2014

Staminali, nuove applicazioni e maggiore accessibilità grazie alla ricerca

In fase sperimentale una tecnica che permette di ottenere con facilità cellule pluripotenti da staminali adulte

Immagine articolo

Molti dei progressi compiuti dalla ricerca medica e scientifica negli ultimi anni sono, in gran parte, ascrivibili agli ambiti di applicazione delle cellule staminali:un campo che ha ridisegnato i confini e aperto nuove frontiere per la medicina rigenerativa, spalancando le porte all’innovazione e alla sperimentazione terapeutica e regalando speranze prima d’ora inimmaginabili non solo ai pazienti affetti da patologie degenerative , ma anche, potenzialmente, a tutta l’umanità.

Un tema che richiede, per queste sue peculiarità, un approccio cauto e attento , sia da un punto di vista clinico che etico.

La rivista Nature, ad esempio, ha recentemente pubblicato, uno studio sulla sperimentazione di un metodo, condotta dai ricercatori dell’Università di Harvard, che permette di ottenere cellule simili alle staminali pluripotenti attraverso la riprogrammazione di normali cellule adulte, utilizzando del comune acido citrico.

Si tratta solo dell’ultimo, in ordine cronologico, dei passi da gigante compiuti dalla scienza sulle possibilità curative offerte da questa enorme risorsa. Sono all’ordine del giorno, ormai, le innovazioni e le sperimentazioni sull’utilizzo delle staminali, in alcuni casi ad un passo dalla distribuzione su larga scala che permetta l’uso terapeutico sull’essere umano. Molteplici le applicazioni terapeutiche: dalla cura della cecità al morbo di Alzheimer, dalla distrofia muscolare alla cura delle principali patologie ereditarie, da strumento di correzione genetica alla creazione di prodotti di tipo tessuto-ingegneristico e organi da trapianto. Fondamentale, e propedeutica all’avanzamento della sperimentazione in questo senso, è la possibilità di effettuare la crioconservazione, sia presso strutture pubbliche sia anche presso biobanche private che oggi raggiungono altissimi livelli di qualità e affidabilità.

Da più fronti si muovono quindi passi decisi e rapidi in un percorso che potrebbe portare, in futuro, alla vera e propria produzione di organi in laboratorio. Un traguardo considerato, fino a poco tempo fa, quasi fantascientifico.

Articoli correlati
Anoressia, Sinuc: «La perdita di appetito accomuna frequentemente malattie acute, croniche e oncologiche
Una “mancanza di appetito patologica che non è rifiuto consapevole del cibo ma la perdita del senso di fame e del desiderio di mangiare con un persistente senso di pienezza” è la definizione della 17ma edizione dal prestigioso testo Principles of Internal Medicine di Harrison’s. La malnutrizione calorico proteica (MCP) è una condizione che caratterizza […]
Orto-giardino terapeutico: il primo d’Italia nascerà a Correggio. Ecco come piante e fiori migliorano il benessere
Il progetto pilota si basa sul modello diffuso nei Paesi anglosassoni e sarà realizzato nel podere di un antico casale, nella campagna di Reggio Emilia, grazie alla collaborazione tra l’Unimore e la cooperativa sociale Tice
di Isabella Faggiano
Maratona Patto per la salute, le richieste di Ail: equità nell’accesso alle cure e garantire accessibilità ai farmaci
L'associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma ha presentato al ministro Grillo le sue proposte su equità nell’accesso alle cure, mobilità sanitaria e governance farmaceutica nel corso delle tre giornate di ascolto e confronto dedicate ai protagonisti del servizio sanitario nazionale
Roma, salute lungo il Tevere con i medici del Fatebenefratelli
Parte il progetto dell’ospedale Fatebenefratelli  per sensibilizzare la popolazione sul tema della prevenzione. A partire dal 5 al 22 luglio, dalle 19.30, i medici dell’ospedale saranno sulla banchina del Tevere, con uno stand sotto l’Isola Tiberina, per rispondere alle domande dei cittadini, parlare di cura e stili di vita. Ecco il calendario: 5-6 con i […]
Rifiuti, D’Amato (Regione Lazio): «Da Asl verifica e monitoraggio per tutelare diritto alla salute cittadini»
«Nell’ordinanza presentata oggi e già notificata alle Aziende sanitarie locali per assicurare il ripristino della raccolta dei rifiuti urbani della Capitale, i Dipartimenti di igiene e sanità pubblica delle Asl Roma 1, 2 e 3 avranno il compito di attivare protocolli di verifica e monitoraggio per tutelare il diritto alla salute pubblica. Verrà inoltre inviata […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Morto Mattia Torre, l’ultima intervista a Sanità Informazione

E’ morto a Roma, in seguito ad una lunga malattia, Mattia Torre, attore, scrittore, autore e sceneggiatore di teatro cinema e tv (tra l’altro della fortunata serie Boris). Aveva 47 anni ed...
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti