Salute 3 Febbraio 2022 16:29

«Siamo pronti per il post-emergenza». L’annuncio del Commissario Figliuolo

La decisione spetterà «all’autorità politica in funzione dello sviluppo pandemico»

«Siamo pronti per il post-emergenza». L’annuncio del Commissario Figliuolo

La struttura commissariale «ha preparato e aggiorna continuamente il piano per la fase post-emergenza, prevista dopo il 31 marzo». Lo ha annunciato a Beirut, a margine di una cerimonia di consegna di materiale logistico alle forze armate libanesi, il generale Francesco Figliuolo, Commissario straordinario per la campagna di contenimento e contrasto alla pandemia. Figliuolo ha poi aggiunto che «quando il nostro primo ministro e il governo daranno il via noi saremo pronti». Ciò vuol dire che «molte competenze torneranno ai rispettivi ministeri». Resta chiaro però che «la decisione spetta all’autorità politica in funzione dello sviluppo pandemico».

A proposito del passaggio di consegne dalla struttura del Commissario straordinario alle istituzioni centrali, Figliuolo ha ricordato che «ci saranno una serie di attività che non sono attribuibili a un solo dicastero, ma che sono a fattore comune come, per esempio, alcuni contratti di beni e servizi stipulati ultimamente i cui esiti si sviluppano oltre il 31 marzo».

In questo caso, «ci sarà un’organizzazione che presumibilmente potrebbe far capo alla Protezione Civile, che rileverà queste competenze in maniera ordinata. Noi le transiteremo. Abbiamo già un piano in atto, ci sono già interlocuzioni quotidiane con l`ingegner Francesco Curcio e il suo staff», ha concluso Figliuolo.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Si possono bere alcolici quando si risulta positivi al Sars-CoV-2?
Il consumo di alcolici è controindicato quando si è positivi al virus Sars CoV-2. Gli studi mostrano infatti che gli alcolici possono compromettere il sistema immunitario
Dopo quanto tempo ci si può ammalare di nuovo di Covid-19?
Gli studi indicano che le reinfezioni con Omicron sono più frequenti. Una ricerca suggerisce un intervallo tra i 90 e i 640 giorni, un'altra tra i 20 e i 60 giorni
DL Riaperture, via libera dalla Camera. Cosa cambia per mascherine, isolamento, green pass e obbligo vaccinale
Il provvedimento recepisce la fine dello stato di emergenza. Prorogato lo smart working per i lavoratori fragili. Medici in quiescenza potranno continuare a ricevere incarichi di lavoro autonomo
di Francesco Torre
Epatiti misteriose, il microbiologo: «Adenovirus resta indiziato numero 1, non si esclude correlazione con Sars-CoV-2»
Il responsabile di Microbiologia del Bambino Gesù sulle epatiti virali acute nei bambini: «Lockdown e mascherine potrebbero aver scatenato un debito immunitario». Quali sono i sintomi da tenere d'occhio
Un test Covid fai da te può essere utilizzato anche se scaduto?
Alcuni test anti-Covid fai da te potrebbero essere utilizzati oltre la data di scadenza, Basta controllare sul sito dell'azienda produttrice
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 6 luglio, sono 551.283.678 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.342.322 i decessi. Ad oggi, oltre 11,77 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...