Salute 8 giugno 2017

Sete di benessere? Vira Carbone: «Estratti e tisane valido aiuto ma non sostituiscono medicine»

“Bellezza da bere” il nuovo libro della conduttrice televisiva su elisir di bellezza. «Importante purificare il nostro organismo e sentirci al meglio»

Purificanti, energizzanti, anti-invecchiamento e rilassanti, tisane e infusi per tutti i gusti e per risolvere piccoli malesseri. Le ricette di questi drink del benessere, fatti di frutta, verdura, semi ed erbe, nel nuovo libro “Bellezza da bere” firmato Vira Carbone, autrice e conduttrice di ‘Buongiorno Benessere’ su Rai 1.

«Ho scritto “Bellezza da bere” insieme al Professor Steven Nisticò e alla Professoressa Debora Rasio – racconta la conduttrice -. Si tratta di un libro di ricette ‘da bere’ anziché da mangiare utili al benessere di tutto l’organismo».

«Nel libro sono disponibili 80 ricette di estratti che si possono realizzare con una normale centrifuga o con un estrattore, ma non solo, si possono leggere anche una trentina di ricette di tisane utili a purificare il nostro organismo, a garantire la diuresi e l’eliminazione delle sostanze tossiche, per quanto possibile naturalmente perché parliamo di prodotti alimentari».

«Naturalmente – prosegue – ci tengo a precisare che questo non è un libro di ricette mediche, è un testo che indica alcuni rimedi utili a sentirci meglio. Ribadisco che la priorità assoluta per qualunque problema che riguarda il nostro corpo, ce l’ha la medicina tradizionale. Quindi al primo campanello d’allarme andate dal medico. Tisane ed estratti sono un di più ma non si sostituiranno mai a quella che è la medicina».

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...