Salute 24 Ottobre 2017

Salute della donna: neuropelveologia, staminali e diagnosi prenatale le novità dal congresso Sigo-Aogoi-Agui

«Tra i temi più all’avanguardia, diagnosi prenatale e cellule staminali, argomenti sui quali è necessaria grande accortezza» ai nostri microfoni il Dottor Pier Luigi Sozzi, ginecologo ostetrico e già vicepresidente nazionale Aogoi

di Lucia Oggianu

Buona pratica clinica, corretto approccio ai problemi della salute, gestione dei casi a basso rischio e urgenze inaspettate. Questi i principali argomenti discussi in occasione del 92° Congresso Nazionale Sigo, 57° Congresso Nazionale Aogoi e 24° Congresso Nazionale Agui di recente svolto a Roma.

«Tra i temi più all’avanguardia, diagnosi prenatale e cellule staminali – afferma ai nostri microfoni il Dottor Pier Luigi Sozzi, ginecologo ostetrico, già segretario regionale Aogoi Puglia e già vicepresidente nazionale Aogoi – argomenti sui quali è necessaria grande accortezza».

Dottor Sozzi, quali sono le novità affrontate in occasione di questo importante Congresso?

«Devo dire che questo Congresso è stato organizzato in modo perfetto, ha scandagliato tutti gli angoli della ginecologia e dell’ostetrica a 360° e ogni sessione ha avuto grande successo. Tra i temi che io ritengo essere una nuova frontiera nella professione di ginecologia e ostetricia vi sono la diagnosi prenatale e le cellule staminali. Credo che i ginecologi, in collaborazione con i genetisti, debbano avere grande accortezza per queste due materie.

Ho sentito una relazione del Professor Vito Chiantera sulla neuropelveologia, un nuovo tipo di chirurgia che il professore inizierà forse per primo in Italia, e secondo soltanto in Europa, all’Ospedale Civico di Palermo, a dimostrazione di come anche il sud risponda perfettamente agli standard italiani ed europei.

Un’altra cosa importante credo sia la Legge 24/2017, una legge in cui tutti abbiamo creduto, di cui è stato fatto finora uno scheletro per cui dobbiamo aspettare i decreti attuativi che ne rappresenteranno definizione e che tutti noi speriamo possa creare uno stato di serenità sia nei confronti del medico che lavora sia del paziente che riceve il giusto risarcimento».

Alla luce della Legge Gelli, quali sono i principali cambiamenti dal punto di vista assicurativo e legale per il medico ginecologo e ostetrico?

«Credo sia importantissima l’assicurazione obbligatoria per tutti gli esercenti delle attività professionali e per le strutture. È importante perché il medico che lavora in sala parto, in sala operatoria e nello studio molte volte non si rende conto del tipo di assicurazione da fare. Noi dobbiamo puntare, insieme alle Società Scientifiche e alle organizzazioni, a trovare una carta dei servizi e consigliare al medico la polizza più idonea».

Articoli correlati
Autologa solidale, differenze in Ue sulla conservazione delle staminali del cordone. Totta (Futura): «Modello ibrido pubblico-privato il migliore, Italia colga occasione»
Nel nostro paese soltanto nel 4% dei parti viene raccolto il sangue cordonale mentre nel mondo vengono effettuati migliaia di trapianti di cellule staminali del sangue per combattere numerose malattie. Del tema si è parlato nel convegno "La scelta di essere mamma" presso la Sala Isma del Senato
Medici sotto processo, Maggiorotti (Amami): «Impatto psicologico devastante. Ma forse il civile è anche peggio…»
Il presidente dell’Associazione per i medici accusati di malpractice ingiustamente: «La polizza assicurativa di un chirurgo costa circa 12-15mila euro l’anno, ma se negli ultimi 10 anni ha ricevuto una richiesta di risarcimento, a prescindere dall’esito, la cifra può raddoppiare o, peggio, il medico può avere difficoltà a trovare una copertura assicurativa, e deve quindi smettere di lavorare»
Blockchain in sanità, la frontiera delle staminali per la ricerca. Totta (Futura Stem Cells): «La catena dei blocchi certifica la conservazione dei campioni»
«La ricerca sta facendo grandi passi avanti, sarebbe opportuno riaprire il dibattito in Italia sulla conservazione autologa solidale con un modello che sta emergendo in Europa e nel resto del mondo» così la dottoressa Pierangela Totta, Direttore Scientifico di Futura Stem Cells, a Sanità Informazione
Terapisti occupazionali, Michele Senatore (Aito): «Aiutiamo la persona a riacquistare dignità e autonomia nel proprio contesto di vita»
I professionisti inclusi nella legge Lorenzin ma esclusi dalla Gelli-Bianco. il presidente Aito, Associazione Italiana Terapisti Occupazionali: «Vorremmo avere la possibilità di essere riammessi. L’attuale esclusione impedisce alla nostra Associazione di stilare le linee guida che definiscono le competenze del terapista occupazionale»
di Isabella Faggiano
Caserta teatro di “Sipps & fimpaggiorna 2019 – Le nuove frontiere della pediatria”
C’è la Ginecologia in età evolutiva al centro del Corso di formazione dal titolo “Sipps & fimpaggiorna 2019 – le nuove frontiere della pediatria: dall’inquadramento clinico alla diagnosi al trattamento”, in programma il prossimo 27 febbraio presso il Golden Tulip Plaza Hotel di Caserta. A partire dalle ore 17:00 e fino alle ore 21:00, pediatri di […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, ecco perché ai medici conviene. Cavallero (Cosmed): «È l’unico modo per programmare un’uscita dal lavoro prima dei 70 anni»

La norma voluta dal governo permetterà a chi ha iniziato a lavorare dal 1996 di poter guadagnare anni di contribuzione pagando 5240 euro per ogni anno di studio. «Dobbiamo capire perché universitar...
Lavoro

Allarme pensioni, Palermo (Anaao): «Si rischia il caos. Speriamo che aderisca a Quota 100 solo il 25%»

In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bi...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità privata, Aiop: «Siano coinvolte Regioni». Cgil: «Chi fa profitti non può chiedere che a pagare siano altri»

Dopo 18 mesi di trattativa, i sindacati confederati hanno interrotto il dialogo perché le controparti, Aiop e Aris, non sono disposte a farsi carico della parte economica del rinnovo del contratto di...
di Giulia Cavalcanti e Giovanni Cedrone