Salute 12 Novembre 2019

Rifiuti Roma, vertice OMCeO – Ama: “Nuova collaborazione per il bene della Capitale”

Nuovi mezzi e più attenzione alla raccolta rifiuti vicino scuole, ospedali e farmacie. Sono queste le novità emerse al termine di un incontro a tre tra il nuovo Amministratore Unico di Ama, Stefano Zaghis, Michele Lepore, Responsabile del servizio prevenzione ambientale e il Presidente dell’OMCeO romano, Antonio Magi. Il vertice ha avuto luogo proprio nella […]

Nuovi mezzi e più attenzione alla raccolta rifiuti vicino scuole, ospedali e farmacie. Sono queste le novità emerse al termine di un incontro a tre tra il nuovo Amministratore Unico di Ama, Stefano Zaghis, Michele Lepore, Responsabile del servizio prevenzione ambientale e il Presidente dell’OMCeO romano, Antonio Magi. Il vertice ha avuto luogo proprio nella sede dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Roma.

L’Ordine dei Medici, in quanto garante della salute dei cittadini, nel corso di quest’anno, prima dell’arrivo di Zaghis, aveva a più riprese lanciato un allarme rifiuti per la Capitale, sottolineando il pericolo di un rischio igienico.

Nel corso del colloquio Stefano Zaghis, a poco più di un mese dalla sua nomina ai vertici dell’azienda, ha fatto il punto della situazione. In sostanza, ha spiegato l’AU di Ama, è iniziata una fase di rinnovo del parco mezzi dell’azienda, fase che si completerà a giugno e inoltre si sta ponendo particolare attenzione alla raccolta rifiuti nei pressi di scuole, ospedali e zone definite “sensibili” quali i parchi giochi, le mense pubbliche, le farmacie e via dicendo.

“Sono soddisfatto dell’incontro – riferisce Antonio Magi –. Attualmente la situazione della raccolta rifiuti è in fase di miglioramento, e di questo do atto al lavoro svolto dall’amministratore Zaghis. Tuttavia l’Ordine dei medici ha una responsabilità nei confronti non solo dei propri iscritti ma anche dei cittadini che vivono e lavorano a Roma e non vorremmo, per il bene di tutti, rivedere nuove criticità. Per questo motivo ci siamo lasciati con l’impegno di tenerci continuamente aggiornati, a tal proposito l’Azienda ci invierà dei report costanti, e di rivederci presto”.

“E’ stato un incontro estremamente proficuo all’insegna di un clima di costruttiva collaborazione – sottolinea Stefano Zaghis – La città di Roma, come è noto, sconta un deficit strutturale in tema di gestione dei rifiuti ma da parte di Ama c’è la piena disponibilità ad operarsi con il massimo impegno per mettere in campo a medio termine soluzioni che permettano di superare definitivamente questo gap, assicurando a tutti i romani standard di servizio sempre migliori”

Articoli correlati
«Care Regioni, assumete altri specialisti ambulatoriali altrimenti le liste d’attesa esploderanno»
di Antonio Magi, segretario generale SUMAI Assoprof
di Antonio Magi, segretario generale SUMAI Assoprof
Fase 2, Lazio osservato speciale. Magi (OMCeO Roma): «Regione in ‘zona arancione’, fare attenzione». Ma stop ai controlli a Termini
Nella regione leggero ma costante aumento di casi, colpa anche di un funerale che ha generato un cluster. Il presidente dell’Ordine dei Medici lancia l’allarme sulle liste d'attesa: «Rischiano di esplodere, serve un aumento dell’assistenza specialistica o a rimetterci saranno i più fragili»
Specialistica. Magi (Sumai): «Il 25 maggio contiamo di riaprire gli ambulatori»
Obiettivo la riapertura nel Lazio dei poliambulatori specialistici nella massima sicurezza per i Pazienti e gli Operatori
Coronavirus, Magi (OMCeO Roma): «Nella Capitale situazione stabile. Partito il camper per assicurare l’assistenza sul territorio»
«Con l'unità mobile dell'Ordine dei medici cerchiamo di non ripetere l'errore che è stato fatto al Nord. A Nerola, centro focolaio, facciamo tamponi e test rapidi e se coincidono possiamo estenderli a tutti». Così il presidente Magi, che aggiunge: «Accelerare i tamponi ai medici per lavorare in sicurezza»
Specialistica Ambulatoriale, approvato nuovo ACN. SUMAI: «Contiene strumenti idonei per arginare il Coronavirus»
La ratifica del nuovo Accordo Collettivo Nazionale avvenuta oggi da parte della Conferenza Stato-Regioni
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 1 giugno, sono 6.185.523 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 372.377 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino delle ore 18:00 del 31 maggio: Ne...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

Covid-19 e terapia al plasma, facciamo chiarezza con il presidente del Policlinico San Matteo: «Tutti guariti i pazienti trattati a Pavia e Mantova»

Venturi: «Oggi l’unica possibilità di superare questo virus deriva dalla risposta del nostro sistema immunitario». E aggiunge: «Il 10% dei lombardi positivi ai test sierologici con anticorpi neu...
di Federica Bosco