Salute 15 Settembre 2023 11:42

Ragni rianimati, toilette intelligenti, cannucce elettriche… le ricerche più strane premiate con l’Ignobel

Dall’uso di ragni morti per afferrare oggetti alla strana sensazione che si prova quando la stessa parola viene scritta più e più volte fino alle toilette «intelligenti» e alle «impronte» anali. Sono solo alcune degli enigmi più bizzarri su cui hanno indagato ricercatori di tutto il mondo e che, per questo, sono stati premiati con gli Ig Nobel

Ragni rianimati, toilette intelligenti, cannucce elettriche… le ricerche più strane premiate con l’Ignobel

Dall’uso di ragni morti per afferrare oggetti alla strana sensazione che si prova quando la stessa parola viene scritta più e più volte fino alle toilette «intelligenti» e alle «impronte» anali. Sono solo alcune degli enigmi più bizzarri su cui hanno indagato ricercatori di tutto il mondo e che, per questo, sono stati premiati con gli Ig Nobel. Il premio è conosciuto in Italia come «Ignobel», una sorta di riconoscimento satirico che viene assegnato annualmente a dieci ricercatori autori di ricerche «strane, divertenti, e perfino assurde», quel tipo di lavori improbabili che «prima fanno ridere e poi danno da pensare». I gruppi di ricerca vincitrici di quest’anno riceveranno una banconota ciascuna di 10mila miliardi di dollari… dello Zimbabwe.

Gli Ignobel sono stati assegnati a 10 gruppi di ricerca di tutto il mondo

Prodotta dalla rivista Annals of Improbable Research, la cerimonia si è tenuta la scorsa notte online e ha visto la partecipazione di veri premi Nobel, i quali hanno assegnato 10 premi Ig Nobel a ricercatori di tutto il mondo, con il premio che ha preso la forma di un documento pdf che potrebbe essere stampato e assemblato per creare un trofeo tridimensionale. A vincere il premio Ignobel per l’ingegneria meccanica per il loro lavoro sulla rianimazione di ragni morti da utilizzare come strumenti di presa meccanica è stato un team che comprendeva Te Faye Yap e Daniel Preston della Rice University negli Stati Uniti.

Dai ragni «rianimati» create pinze per afferrare oggetti con forme irregolari

«Durante l’allestimento del nostro laboratorio, abbiamo notato un ragno morto e rannicchiato sul bordo di un corridoio», spiega Yap. «Il nostro ‘aha!’ Si è verificato un momento in cui abbiamo scoperto che i ragni hanno solo muscoli flessori per contrarre le zampe verso l’interno e fanno affidamento sulla pressione idraulica per estendere le zampe verso l’esterno», aggiunge. In altre parole, le zampe di un ragno morto si trovano naturalmente in uno stato «chiuso«» come un pugno, ma le gambe possono essere estese e la presa aperta applicando pressione. Utilizzando questo approccio «necrobotico», il team ha creato una pinza a forma di ragno che potrebbe, tra le altre caratteristiche, afferrare oggetti con forme irregolari. Il lavoro è stato pubblicato sulla rivista Advanced Science.

L’Ignobel agli studiosi che hanno indagato sul «piacere» di leccare le rocce

Tra gli altri vincitori c’era Jan Zalasiewicz dell’Università di Southampton, che ha vinto il premio Ig Nobel per la chimica e la geologia per aver spiegato perché a molti scienziati piace leccare le rocce. Ha rivelato che mentre il geologo italiano del XVIII secolo Giovanni Arduino usava il gusto per identificare rocce e minerali, i moderni geologi sul campo spesso usano la lingua per una ragione diversa. «Lo facciamo per aiutare il senso della vista, non del gusto, perché una superficie bagnata mostra le particelle minerali meglio di una asciutta», spiega Zalasiewicz. I risultati sono stati diffusi sul numero di novembre 2017 della Newsletter Paleontology.

Premiati i ricercatori delle bacchette e delle cannucce elettriche per cambiare il gusto del cibo

Forse più appetitoso è il premio Ignobel per la nutrizione, vinto quest’anno da Homei Miyashita dell’Università Meiji e Hiromi Nakamura dell’Università di Tokyo per le loro ricerche sulle bacchette e sulle cannucce elettrifiche. Il gusto del cibo può essere cambiato immediatamente e in modo reversibile mediante stimolazione elettrica, e questo è qualcosa che è stato difficile da ottenere con ingredienti convenzionali come i condimenti», spiega Nakamura. La sua recente ricerca ha dimostrato che è possibile aumentare il sapore salato dei cibi utilizzando la stimolazione elettrica della lingua. Il lavoro è stato presentato a marzo 2011 alla Augmented Human International Conference.

L’Ignobel alla toilette «intelligente» e alle impronte «anali»

Concentrandosi sull’altra estremità del sistema digestivo, il premio Ig Nobel per la salute pubblica di quest’anno è stato assegnato ai ricercatori per lo sviluppo di una toilette «intelligente» che utilizza varie tecnologie per monitorare i segni di malattie dagli escrementi umani e un sensore di «impronte» anali come parte del proprio sistema per identificare l’utente. Tra le pubblicazioni citate dalla commissione che aggiudica il premio c’è un articolo pubblicato quest’anno sulla rivista Science Translational Medicine.

Premiati i ricercatori che hanno contato i peli delle narici dei cadaveri

Il premio per la medicina è andato ai ricercatori che hanno utilizzato cadaveri per verificare se ciascuna narice di un individuo contiene un numero uguale di peli. Hanno così trovato circa 120 peli per narice di lunghezza compresa tra 0,81 e 1,035 centimetri. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of the American Academy of Dermatology. Mentre il premio per la comunicazione è stato assegnato a scienziati che hanno condotto indagini, comprese analisi di neuroimaging, su persone esperte nel parlare al contrario. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Scientific Reports.

Lo studio sull’attività sessuale delle acciughe

Il premio per la letteratura è andato a ricercatori che esplorano la peculiare sensazione che può sorgere quando la stessa parola viene scritta ripetutamente, un fenomeno che secondo loro è un esempio di «jamais vu», per cui le persone trovano non familiare ciò che è familiare. Mentre il premio per la fisica si sono rivolti a dei ricercatori che hanno scoperto che l’attività sessuale delle acciughe, che si radunano di notte al largo delle coste galiziane per deporre le uova, può creare piccoli vortici che mescolano diversi strati d’acqua negli oceani. Bieito Fernández Castro, dell’Università di Southampton, uno dei vincitori, ha affermato che, pur sorpreso dal premio, ha accolto con favore il premio Ig Nobel. «Non avrei mai pensato che un pezzo di ricerca sulla fisica dell’oceano su piccola scala avrebbe potuto attirare un’attenzione così ampia», ha commentato.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
“La pizza allunga la vita se fatta in Italia”, lo studio (italiano) vince l’Ig Nobel per la Medicina
«Una buona pizza racchiude tutte le virtù della dieta mediterranea», ha detto il ricercatore italiano, Silvano Gallus ritirando il premio
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...