Salute 17 Gennaio 2018 12:04

Pelissero (Aiop): «La politica non dimentichi la sanità»

Presentazione del 15° Rapporto annuale Ospedali & Salute: «Anche la sanità paga l’effetto di una crisi economica complessa e questo aspetto è evidente nei dati dello studio»

Pelissero (Aiop): «La politica non dimentichi la sanità»

«La giornata di oggi cade in un momento delicato non solo per la sanità ma per tutto il Paese» esordisce così Gabriele Pelissero, Presidente Nazionale AIOP, in occasione della presentazione del 15° Rapporto annuale sull’attività svolta dagli ospedali pubblici e privati presso il Senato della Repubblica. L’Aiop, in collaborazione con Ermeneia, anche quest’anno ha portato a compimento un approfondito studio che si sofferma dettagliatamente sull’entità e la qualificazione dei servizi sanitari, sull’evoluzione del settore, sui costi, sulle difficoltà di accesso e sulla qualità percepita dai cittadini.

«In Italia sta per finire una Legislatura e proprio adesso ci troviamo nel bel mezzo di una campagna elettorale seria e forte, forse anche troppo forte, fra parti politiche che prospettano tutte differenti soluzioni e percorsi istituzionali da intraprendere per il futuro del Paese. L’importante è che la politica non dimentichi la sanità e che la prossima Legislatura sia riformatrice soprattutto in campo sanitario». «Consideriamo – prosegue il Presidente – che arriviamo da anni di grande difficoltà per una crisi economica complessa e penetrata profondamente in tutte le nervature della vita del Paese; dunque questo elemento è tangibile nei dati del Rapporto, non era immaginabile che qualcosa di tutto questo non transitasse nella sanità che è una parte fondamentale della vita complessiva del Paese. Tuttavia ricordiamo che si tratta di dati e come tali vanno meditati e considerati».

Il primo elemento che emerge dal Rapporto è un ulteriore peggioramento delle condizioni di accesso e di utilizzo delle strutture e dei servizi da parte dei pazienti e delle loro famiglie, che sono state misurate mettendo a confronto le esperienze dei caregiver, rilevate nel 2017 con quelle di 3 anni prima. «È in corso una deriva verso l’erosione nell’usufrutto dei servizi assistenziali – commenta Nadio Delai, Presidente Ermeneia e curatore del Rapporto – le erosioni commissariate sono soprattutto meridionali (ma anche presenti discretamente a nord) e i caregiver sentono il disagio in maniera tangibile. Questo disagio crescente, che si trasforma in insoddisfazione per i pazienti finali, è evidente soprattutto nel sud».

Il secondo elemento messo nero su bianco è quello del graduale consolidamento di una strategia di reazione “a tutto tondo” da parte degli utenti che, attraverso i loro comportamenti, hanno cercato di far fronte al logoramento progressivo delle prestazioni da parte del sistema sanitario pubblico. «Tra le strategie di reazione poste in atto dai pazienti e dalle loro famiglie, assume un’importanza particolare quella di ricorrere alle spese sanitarie out-of-pocket – spiega Delai – elemento evidente negli ultimi tre anni proprio in corrispondenza dei fenomeni di razionamento dei servizi e di peggioramento dei medesimi da parte del sistema pubblico».

Articoli correlati
Dl Aiuti-ter, Cittadini (Aiop): «Risorse gravemente insufficienti per le strutture di diritto privato del SSN»
«Inaspettatamente e incomprensibilmente, il decreto bollinato prevede, invece, un limite al contributo una tantum per le strutture di diritto privato pari allo 0,8 del tetto di spesa assegnato per l’anno 2022» denuncia la presidente AIOP Barbara Cittadini
Ospedalità privata, l’appello dei medici al prossimo Governo: «Non dimenticatevi di noi»
Quici (CIMO-FESMED): «Intollerabili le discriminazioni tra medici del pubblico e medici del privato convenzionato». De Rango (CIMOP): «Introdurre contratto quadro per sanare ingiustizia»
Sanità integrativa, Cittadini (Aiop): «Domanda di salute cresciuta, deve essere complementare»
Al convegno anche il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa e il governatore della Liguria Giovanni Toti
Dl Aiuti-ter, Cittadini (Aiop): «Governo equo nei confronti delle componenti del SSN, ma fondi coprono solo una parte degli aumenti»
«Auspichiamo che si possa procedere nell’immediato alla conversione del decreto legge e alla successiva adozione dei decreti attuativi, così da poter sostenere le strutture del SSN a prescindere dalla loro natura giuridica» sottolinea la presidente AIOP
Sanità, Cittadini (Aiop): «Riconoscere valore di tutte le componenti del SSN»
«Registriamo, con soddisfazione, che il settore termale ha ottenuto un incremento delle tariffe del 20 per cento e questo rappresenta, senza dubbio, un risultato importante per la collettività. È significativo che si sia intervenuti su un comparto che, in seguito alla crisi pandemica, ha subìto danni rilevanti. È un segno di attenzione istituzionale che registriamo […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 settembre 2022, sono 615.555.422 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.538.312 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi