Salute 11 Luglio 2019 12:19

Orto-giardino terapeutico: il primo d’Italia nascerà a Correggio. Ecco come piante e fiori migliorano il benessere

Il progetto pilota si basa sul modello diffuso nei Paesi anglosassoni e sarà realizzato nel podere di un antico casale, nella campagna di Reggio Emilia, grazie alla collaborazione tra l’Unimore e la cooperativa sociale Tice

di Isabella Faggiano
Orto-giardino terapeutico: il primo d’Italia nascerà a Correggio. Ecco come piante e fiori migliorano il benessere

«Uno spazio dedicato ai colloqui terapeutici dove non esistono né pareti, né pavimenti, ma solo alberi, siepi e prati fioriti. Un luogo che muta i suoi odori e i suoi colori al cambiare naturale delle stagioni». È così che Francesca Cavallini, presidente Tice, una cooperativa sociale formata da un’equipe multidisciplinare di psicologi, psicoterapeuti, pedagogisti e professionisti nell’ambito della salute, descrive il primo orto-giardino terapeutico d’Italia.  Nascerà a Correggio, in provincia di Reggio Emilia, grazie alla collaborazione tra il dipartimento di Scienze della Vita di Unimore, l’università degli studi di Modena e Reggio Emilia, e la stessa cooperativa.

«Il progetto, che si svilupperà nell’arco di tre anni – continua Cavallini – è ispirato ad un modello diffuso, già da diverso tempo, nei Paesi anglosassoni, a seguito dell’interesse sempre più crescente per l’antica pratica dell’ortoterapia, a cui sono state dedicate sia pubblicazioni scientifiche che divulgative». Per ortoterapia si intende l’utilizzo di piante e giardini nella terapia di persone con disabilità fisiche, mentali, sociali o con disagio emozionale, ma anche, più generalmente, per il benessere di tutti: bambini, ragazzi, adulti e anziani.

«L’orto-giardino sarà dotato di percorsi adatti a chiunque – sottolinea la presidente di Tice – compreso chi si muove in carrozzina, con accessi sensoriali per utenti di ogni età». L’azione terapeutica si esplicherà attraverso attività pratiche nel verde, curando una singola pianta, camminando, riposando o conversando in questi orti-giardino. «Lo spazio sarà adatto sia a colloqui individuali che di gruppo», aggiunge ancora l’esperta.

LEGGI ANCHE: PARKINSON. LA TEATROTERAPIA AUMENTA L’AUTOSTIMA E MIGLIORA IL BENESSERE EMOTIVO

E perché l’assenza di muri dovrebbe migliorare la riuscita di tutte queste forme terapeutiche? «Essere immersi nella natura – continua Cavallini – aiuta il paziente “a stare nel presente”. Molte delle persone che soffrono di psicopatologie di origine ansiosa, infatti, vivono nella costante apprensione per ciò che accadrà, riuscendo difficilmente a godere del qui ed ora. L’idea di sviluppare un progetto simile nasce proprio dall’aver evidenziato un aumento di ansia, sia tra gli adolescenti, che tra gli adulti, soprattutto per una cattiva gestione dei dispositivi tecnologici. Un bisogno reale che si è trasformato in un dottorato in alta formazione in Scienze, Tecnologie e Biotecnologie Agro-Alimentari affidato a Giulia Elena Trentini, con tutor didattico Laura Arru, ricercatrice nel Dipartimento di Scienze della vita dell’università di Modena e Reggio Emilia».

Un progetto sperimentale che seppur unico nel suo genere rispecchia a pieno la filosofia di Tice: «La nostra cooperativa sociale, che si occupa di servizi, consulenza e ricerca nell’ambito della salute mentale e dell’apprendimento – commenta la Presidente – ha investito molto nel rapporto con l’università del territorio. In particolare, sono quattro i dottorati di ricerca attivi presso il nostro centro. Il primo, sui bisogni delle famiglie con bambini con un autismo. Il secondo è incentrato sull’importanza del dialogo genitore-figlio, il terzo è dedicato a studenti con dislessia e disgrafia. L’ultimo, invece, è destinato alla cyber-psicologia, per insegnare ai ragazzi a vivere anche nella realtà virtuale, oltre che in quella reale. Questi sono tutti progetti indoor, sviluppati all’interno di un’antica casa colonica, nel cui podere, situato in via Ronchi San Prospero, nel comune di Correggio, nascerà, invece – conclude Cavallini – il primo orto-giardino terapeutico d’Italia».

Articoli correlati
Prevenzione andrologica, gli uomini ne fanno poca. In loro aiuto arriva “Wikipene” con tutto ciò che c’è da sapere
Il volume, pensato per uomini di tutte le età, è stato presentato in Senato. Annamaria Parente (Presidente Commissione Igiene e Sanità): «Un ragazzo su tre può avere problemi andrologici»
Medicina estetica, con i fili di trazione lifting non chirurgico e risultati garantiti? Cosa dice l’esperto
Domenico Centofanti, vicepresidente SIME, analizza l’ultima moda in ambito estetico: costi, benefici ed effetti collaterali: «Terapia efficace e poco invasiva, con ridotti rischi di complicanze. Indicata per pazienti con un grado di lassità cutanea lieve e anche per chi ha già fatto botox e filler»
di Federica Bosco
Amenorrea e calo della libido, ecco i campanelli d’allarme dell’iperprolattinemia secondo AME
Renato Cozzi, presidente eletto AME: «La pandemia ha reso più difficile l’accesso agli ambulatori di endocrinologia e questo può avere ritardato anche le diagnosi»
Il 21 novembre è la giornata dell’assistente sanitario
Una data scelta in onore dell’anniversario della Carta di Ottawa, sottoscritta da tutti gli Stati appartenenti alla Organizzazione mondiale della Sanità nel 1986
Recuperare le liste di attesa: le risorse ci sono, ma sono utilizzate? E in che modo? L’indagine CIMO-LAB
Quici: «Non vorremmo, a questo punto, che a qualche decisore politico “illuminato” venga nuovamente l’idea di fronteggiare il problema delle liste d’attesa bloccando l’attività libero professionale del medico»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 7 dicembre, sono 266.517.100 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.263.777 i decessi. Ad oggi, oltre 8,22 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Perché nonostante i vaccini i casi di Covid-19 aumentano?

di Guido Rasi, ex Direttore Esecutivo dell'EMA e Direttore Scientifico Consulcesi
di Guido Rasi, ex Direttore Esecutivo dell'EMA e Direttore Scientifico Consulcesi