Salute 7 Maggio 2019

Longevity Run, il 10 maggio sport e check-up gratuiti per combattere l’invecchiamento

L’iniziativa vuole sensibilizzare ad un corretto stile di vita. Tra i falsi miti sfatato anche quello della carne: «Serve una dieta equilibrata con il giusto apporto di proteine», spiega il professor Francesco Landi, primario di Riabilitazione Geriatrica al Policlinico Gemelli di Roma

Immagine articolo

Prevenzione, sport e salute sono la ricetta della Longevity Run, la corsa dedicata ai corretti stili di vita per combattere l’invecchiamento, in programma il prossimo 10 maggio a Roma presso lo stadio Nando Martellini (Terme di Caracalla).

Madrina della corsa sarà Sofiia Yaremchuk, campionessa di mezzofondo. L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs e dall’Università Cattolica del Sacro Cuore, si rivolge a tutti i cittadini di ogni fascia di età chiamati a vivere una giornata di sensibilizzazione sull’importanza della prevenzione e dei corretti stili di vita al fine di garantirsi una vita longeva.

«Per invecchiare bene è importante prendersi cura di se stessi già da giovani e da adulti» spiega il professor Francesco Landi, primario di Riabilitazione Geriatrica al Policlinico Gemelli di Roma. «Tra gli elementi vincenti per conservare un buono stato di salute e restare longevi e sani più a lungo, una delle prime implicazioni della terza età con un effetto domino sulla salute generale, c’è una dieta equilibrata con il giusto apporto di proteine, provenienti anche da alimenti di origine animale di alta qualità, e l’attività fisica, da iniziare da giovani e proseguire anche in età avanzata. Un ottantenne che mangia bene e fa regolarmente attività fisica può avere le stesse performance di un cinquantenne sedentario».

LEGGI: LA RICETTA DELLA LONGEVITÀ? CACAO, NOCCIOLE, THE VERDE E MIELE. ECCO I SUPERFOOD E IL TEST PER CALCOLARE L’ETÀ BIOLOGICA

Sarà possibile usufruire dei ‘Longevity check-up’, visite gratuite a partire dalle 10 del mattino e fino alle 19, a cura degli esperti del Policlinico Gemelli finalizzati al monitoraggio dei 7 principali fattori di rischio cardiovascolare: pressione arteriosa, glicemia, colesterolo, Bmi, dieta, esercizio fisico, fumo e alla rivalutazione del proprio stato di salute.

«È importante sostenere eventi come la Longevity Run – commenta il professor Giuseppe Pulina, Presidente di Carni Sostenibili – che non solo sensibilizzano sull’adozione di comportamenti salutari, ma aiutano a diffondere informazioni corrette sull’alimentazione, un tema fondamentale per la vita di tutti noi, ma spesso oggetto di fake news e di diffusione di mode alimentari estremiste e quindi dannose.»

Al termine delle visite, dalle 19.30, avrà inizio l’attività sportiva: un circuito che combinerà elementi di fitness, ciclismo e corsa, messo a punto da Purosangue, progetto internazionale di running solidale. Quest’anno la Longevity Run non si limiterà solo alla città di Roma, sono in programma altre due tappe: San Gabriele Piozzano (Piacenza) il 26 maggio e Madonna di Campiglio (Trento) il 3 agosto.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie al Patrocinio e alla collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore, il Policlinico Universitario Gemelli, l’Innovative Medicines Initiative (Imi), Roma Capitale, la Federazione Italiana di Atletica Leggera, l’Associazione Italia Longeva e la Società Italiana di Gerontologia e Geriatria.

Per iscriversi alla Longevity Run basta andare sul sito www.longevityrun.it.

Per prenotare i check-up è sufficiente scrivere all’indirizzo email longevityrun@gmail.com.

Articoli correlati
La carne fa male? Ecco le fake news più diffuse secondo “Carni Sostenibili”
Non è vero, secondo i produttori, che l’OMS ha detto che la carne fa male: solo un consumo eccessivo può contribuire al rischio cancro. Altra fake news da smontare è quella relativa all’uso di ormoni: «ll trattamento di animali con ormoni – sostengono - è vietato in Europa da quasi 40 anni e da più di dieci anni sono vietati anche gli antibiotici a scopo preventivo»
Giuseppe Pulina (Carni Sostenibili): «Ecco perché non va demonizzata la bistecca»
«Non può esistere una dieta valida per tutti: il regime alimentare dipende da tanti fattori. Una dieta varia, completa e sostenibile è da preferire. No a criminalizzare la carne» parla il Professor Giuseppe Pulina, Presidente dell’associazione Carni sostenibili
Roma, Giovanni Scambia nominato Direttore scientifico del Gemelli
Il professor Giovanni Scambia è il nuovo Direttore Scientifico della  Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli – IRCCS di Roma. La ha nominato, su proposta del Presidente della Fondazione dottor Giovanni Raimondi, il Consiglio di Amministrazione riunito venerdì 16 marzo. Recentemente, la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma ha ottenuto il riconoscimento del carattere di […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...