Salute 2 Dicembre 2019

Lombardia, ticket gratuiti per forze dell’Ordine e polizia locale. Monti: «Messaggio politico di vicinanza a chi difende la sicurezza»

L’esonero al pagamento delle spese sanitarie, strettamente correlato all’infortunio, sarà esteso per un periodo massimo di un anno a decorrere dal giorno dell’evento traumatico

di Federica Bosco

Buone notizie per le forze dell’ordine. La Commissione Sanità di Regione Lombardia ha approvato all’unanimità un emendamento che vedrà dal 2020 l’esenzione del pagamento delle spese sanitarie per esercito, forze dell’ordine e polizia locale a seguito di infortuni durante il servizio, anche in caso di dimissione dal pronto soccorso in codice bianco.

«Il tema degli infortuni sul lavoro è un tema grande – sottolinea Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità di Regione Lombardia -. Non si parla solo di fabbriche e di imprese, ma anche di chi tutti i giorni è sul fronte della sicurezza e ha dei risvolti legati alla propria salute, al proprio stato, anche psicologico in alcuni casi, per cui il sostegno che nella nostra regione è già presente, deve essere potenziato. È una sfida importante per supportare chi, anche con uno stipendio molto limitato, mette il cuore oltre l’ostacolo tutti i giorni. Quindi è un messaggio politico che vuole partire da qui, dalla sede del parlamento lombardo di grande vicinanza, di sostegno in modo pragmatico, come siamo noi lombardi cercando davvero con atti concreti chi tutti i giorni ci difende».

L’esonero al pagamento delle spese sanitarie, strettamente correlato all’infortunio, sarà esteso per un periodo massimo di un anno a decorrere dal giorno dell’evento traumatico. Ipotizzando per ciascun infortunato dieci prestazioni al costo massimo del ticket pari a 51 euro, l’importo di esenzione sarà di circa 500 euro pro capite. Facendo una media di 150 infortuni, Regione Lombardia stanzierà un fondo di 100 mila euro. Per il sindacato autonomo di polizia (SAP) si tratta di un segnale di attenzione verso le forze dell’ordine molto importante.

«Siamo molto soddisfatti – ammette Massimiliano Pirola, segretario provinciale SAP Milano – perché i primi a pagare le conseguenze delle violenze che sono per strada sono gli appartenenti delle forze dell’ordine. Nel 2019 abbiamo contato quasi 300 aggressioni in tutta Italia ai danni degli agenti e, per ogni aggressione, non sempre è coinvolto un solo operatore, ma anche due, tre o anche quattro. La realtà è questa. Gli agenti feriti poi vengono abbandonati, come se gli infortuni non fossero accaduti indossando una divisa. Abbiamo ad esempio un collega che è stato vittima della mafia del Brenta negli anni ‘80, oggi è su una sedia a rotelle e ricordo che ha fatto addirittura un appello pubblico perché nello scontro a fuoco è rimasto paralizzato, ma lo Stato non gli passa neppure i soldi per la sedia a rotelle da cambiare».

Questo emendamento segna una svolta importante…

«Assolutamente sì, mi auguro che venga preso in considerazione anche da altre Regioni perché è una goccia nell’oceano, ma per noi è come ricevere un gesto di attenzione in mezzo a gente che ci dipinge in un certo modo e che vorrebbe mettere sulle divise dei numeri per schedarci».

Articoli correlati
Elezione Ordine Psicologi Lombardia: vince la continuità. Bettiga: «In eredità lascio un nuovo progetto: lo psicologo di quartiere»
Rinnovato il consiglio dell’Ordine degli psicologi della Lombardia. Riccardo Bettiga, dopo lascia anni, lascia in eredità molti progetti avviati, come la casa della psicologia ed altri in fase di realizzazione, come lo psicologo di  quartiere
di Federica Bosco
#DestinazioneSanità | Lombardia, come tutelare un’eccellenza: istruzioni per l’uso
La nuova puntata del reportage #DestinazioneSanità, in collaborazione con il sindacato CIMO, è dedicata ad uno dei sistemi sanitari più qualificati d’Europa, quello lombardo. Abbiamo visitato gli ospedali, parlato con i medici e incontrato le istituzioni. Quello che ne è emerso è un quadro in chiaroscuro e un libretto di istruzioni dal titolo: come tutelare un’eccellenza
Terremoto in Albania, l’Italia si mobilita: in partenza Croce Rossa. Parla manager italiana: “Un boato e poi la paura”
Endri Fuga, portavoce del Governo: «Oltre 600 persone hanno ricevuto assistenza medica. Team di emergenza stanno arrivando dal Kosovo, dall'Italia, dalla Grecia e da altri Paesi vicini. I soccorritori sono aiutati da volontari in una manifestazione di solidarietà senza precedenti»
L’ospedale del futuro nasce in Lombardia, Monti (Comm. Sanità): «Investiamo in automazione per ridurre sprechi»
Regione Lombardia ha deciso di investire 202 milioni di euro nella sanità per sostituire apparecchiature e riqualificare strutture. Il Presidente della Commissione Sanità Emanuele Monti: «Per ridurre i tempi di attesa abbiamo inserito un nuovo tipo di negoziazione con il privato accreditato per definire, all’interno del loro budget, una parte dedicata all’attività con il più lungo tempo di attesa»
di Federica Bosco
Caregiver, in Lombardia associazioni lanciano proposta di legge: «Tutelare chi si deve assentare dal lavoro per accudire un familiare»
L’iniziativa lanciata da Acli e altre realtà del terzo settore lombardo, ha accolto il plauso di Regione Lombardia. La vicepresidente della Commissione Sanità Simona Tironi: «Riconoscere un profilo di contributi assicurativi, perché svolgere questo lavoro non deve essere un sacrificio»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

ECM, un mese alla fine del triennio. Bovenga (Cogeaps): «Attenzione a contenziosi, concorsi e lettere di richiamo»

A Roma il Presidente del Consorzio gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie ha illustrato le ultime novità in tema di aggiornamento professionale obbligatorio: «Il sistema è in crescita. Da ...
Diritto

Responsabilità professionale, Federico Gelli: «Sulla gestione del rischio tre regioni in ritardo. Polizza primo rischio, ecco quando farla…»

Il “padre” della Legge 24 del 2017, oggi presidente della Fondazione Italia in Salute, ha fatto il punto nel corso di un convegno all’Ospedale San Giovanni Battista di Roma: «Legge va applicata...
Formazione

Triennio Ecm in scadenza, Speranza: «Nella riforma del Ssn ruolo fondamentale avrà la formazione»

Presidente della Commissione Ecm, il Ministro della Salute Roberto Speranza ha posto l’accento sull’importante ruolo dell’aggiornamento professionale: «Do un grande peso alla formazione continu...