Salute 1 Luglio 2024 17:30

L’attività fisica riduce del 28% il rischio di parodontite grave

L’attività fisica fa bene al sorriso. Tanto che può ridurre il rischio di parodontite del 19% e di parodontite severa del 28%. Queste, in estrema sintesi, le conclusioni di uno studio condotto dall’Università di Siena e dall’Università di Oslo

L’attività fisica riduce del 28% il rischio di parodontite grave

L’attività fisica fa bene al sorriso. Tanto che può ridurre il rischio di parodontite del 19% e di parodontite severa del 28%. Queste, in estrema sintesi, le conclusioni di uno studio condotto da Crystal Marruganti dell’Università di Siena e coordinato da Mario Romandini, professore presso l’Università di Oslo ed Editor-in-Chief del Journal of Periodontal Research. La parodontite, o piorrea, è un’infezione cronica che colpisce i tessuti a sostegno dei denti, causando infiammazione e danni irreversibili. Se non adeguatamente trattata, può portare alla mobilità dentaria e persino alla perdita della dentatura.

Le persone fisicamente attive sono protette dalla parodontite

“Il punto centrale è che gli studi precedenti su attività fisica e parodontite – spiega Romandini, che è anche socio attivo della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (SIdP) – avevano dato risultati contraddittori. Da qui l’idea di studiare separatamente l’impatto dell’attività fisica ricreativa e di quella lavorativa, ipotizzando che quest’ultima potesse essere la causa delle discrepanze riportate in letteratura”. I ricercatori hanno analizzato i dati relativi a 10.679 adulti arruolati nello studio NHANES 2009-2014. I livelli di attività fisica di ciascun partecipante sono stati valutati attraverso il “Global Physical Activity Questionnaire”. Dallo studio è emerso che le persone fisicamente attive nel tempo libero sono protette dalla parodontite, anche nella sua forma più grave.

I lavori manuali intensi aumentano il rischio

Al contrario, chi svolge lavori manuali molto pesanti è più a rischio di sviluppare parodontite. Inoltre, è emerso che la combinazione di una scarsa attività fisica nel tempo libero e dello svolgimento di lavori manuali intensi aumenta il rischio di parodontite del 47% e di parodontite severa del 66%. “Lo studio suggerisce che l’attività fisica ricreativa è importante per proteggere la salute orale, mentre i lavori manuali pesanti non offrono la stessa protezione, come anche accade per le malattie cardiovascolari“, conclude Romandini.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Salute

Cervello, le emozioni lo ‘accendono’ come il tatto o il movimento. Lo studio

Dagli scienziati dell'università Bicocca di Milano la prima dimostrazione della 'natura corporea' dei sentimenti, i ricercatori: "Le emozioni attivano regioni corticali che tipicamente rispondo...
Advocacy e Associazioni

Porpora trombotica trombocitopenica. ANPTT Onlus celebra la III Giornata nazionale

Evento “WeHealth” promosso in partnership con Sanofi e in collaborazione con Sics Editore per alzare l’attenzione sulla porpora trombotica trombocitopenica (TTP) e i bisogni ancora i...