Salute 18 ottobre 2016

Labbro leporino, missione dei medici italiani in Burkina Faso: «Qui per regalare un sorriso ai bambini»

Ogni anno nel mondo 170mila bambini nascono con malformazioni al volto. “Emergenza Sorrisi” e Consulcesi Onlus offrono assistenza medica e formazione per il personale sanitario in Africa Occidentale. Intervista al dottor Massimo Abenavoli: «Impegno rivolto sia ai medici che ai piccoli pazienti. Creiamo le condizioni perché i Paesi in via di sviluppo lavorino per la dignità e la serenità dei bambini e delle loro famiglie»

Garantire una vita migliore ai bambini del Burkina Faso. Ecco la missione dei 369 medici e infermieri di Emergenza Sorrisi, organizzazione umanitaria formata da volontari che si adoperano per la cura di bambini colpiti da labbro leporino e altre patologie invalidanti. La missione è partita il 17 ottobre insieme alla formazione del personale sanitario locale. Il progetto vede la partecipazione di Consulcesi Onlus, che da sempre mette a disposizione le proprie risorse per fronteggiare emergenze umanitarie.

Secondo i dati raccolti dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, il Burkina Faso si colloca fra le nazioni con le aspettative di vita più basse. Ogni anno nascono 170.000 bambini con malformazioni al volto, in particolare, il labbro leporino.

«L’importanza di questa missione in Burkina Faso è direttamente proporzionale al dramma che ogni giorno vivono i bambini affetti da malformazioni». Spiega Fabio Massimo Abenavoli, specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Chirurgia Maxillo-Facciale, fondatore e Presidente di Emergenza Sorrisi, che guiderà la missione insieme al dottor Stefano Morelli, medico di Terapia Intensiva Cardiochirurgica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. «Dal 2007 come organizzazione lavoriamo in numerosi Paesi in Medioriente e Africa e sempre con l’impegno dei nostri volontari che gratuitamente offrono la loro elevata professionalità, medici, infermieri, tutti specialisti con un grande bagaglio di umanità». «Il nostro impegno è per i bambini, ma anche per i medici locali, allo scopo di creare le condizioni affinché nei Paesi in via di sviluppo si possa lavorare per la serenità e la dignità di questi bimbi e delle loro famiglie».

Emergenza Sorrisi dal 2007 ha aiutato quasi 4mila bambini migliorando le loro condizioni di vita. Per sostenere il loro impegno è già attiva fino al 30 ottobre la campagna “Accoglienza e Sorrisi” durante la quale inviare sms solidali dal valore di 2 Euro al 45520 da cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3 e Tiscali; è possibile anche donare 2 o 5 Euro chiamando il 45520 da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, Tiscali oppure 5 euro chiamando da rete fissa il 45520 per clienti Vodafone.

Il provider ECM 2506 Sanità in-Formazione ed Emergenza Sorrisi hanno già collaborato con successo alla realizzazione di 5 corsi FAD (Formazione a Distanza) sugli interventi chirurgici di ricostruzione in caso di patologie invalidanti, grazie al contributo scientifico del dottor Abenavoli. Il primo dei corsi, disponibile sulla piattaforma del Provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, offre a medici e infermieri un approfondimento sulle più recenti tecniche e metodiche di chirurgia estetica e ricostruttiva del labbro.

Articoli correlati
Prima assemblea nazionale di tutte le professioni sanitarie e sociali, sei richieste per una sanità universalistica e uguale per tutti
INTERVISTE VIDEO | ANELLI | MANGIACAVALLI | I rappresentanti di oltre un milione e mezzo di professionisti hanno presentato un Manifesto con gli impegni che chiedono a Governo e Regioni: intensificare la collaborazione con le professioni sanitarie e sociali, valutare rischi e benefici dell'autonomia differenziata, superare le differenze tra i sistemi sanitari regionali, rispettare l'uguaglianza, la solidarietà, l'universalismo e l'equità alla base del SSN | GLI INTERVENTI
di Buquicchio, Cavalcanti, Cedrone
Sanità Regioni, la proposta di Sileri: «Serve commissariamento ‘chirurgico’ solo su aspetti che vanno male». Luca Coletto: «In Patto Salute nuove modalità»
Il Presidente della Commissione Sanità del Senato sottolinea: «Non ha senso commissariare l'intero settore Sanità di una Regione quando ci sono strutture che vanno male e altre che invece funzionano benissimo. Serve un accordo su qualità e meritocrazia». E anche il Sottosegretario alla Salute parla di «verifica straordinaria, che individui le disfunzioni persistenti sulle quali intervenire e soltanto dopo saremo in grado di stabilire l'intensità del commissariamento di cui la regione necessita»
Blockchain, Scaccabarozzi (Farmindustria): «Tecnologia utile anche per farmacovigilanza e ricerca staminali»
Il Presidente degli industriali farmaceutici al convegno in Senato promosso dal presidente della Commissione Sanità Pierpaolo Sileri e da realtà come Consulcesi Tech. «È bene che se ne cominci a parlare, anche se siamo in una fase molto iniziale. Bene anche l’uso per la ricerca come quella sulle cellule staminali», sottolinea a Sanità Informazione
Con autonomia differenziata 21 Sistemi sanitari diversi? Razza (Assessore Salute Sicilia): «Nessun rischio con coordinamento Regioni»
L’assessore alla Salute della Regione governata da Nello Musumeci spiega ai nostri microfoni cosa si aspetta dal Governo dopo il tavolo di trattativa avviato con le Regioni del Nord. «Sud venga messo in condizione di crescere»
Salute, De Poli (Udc): «Serve Piano Marshall per ‘nuova primavera’ sanità italiana»
«Il Servizio Sanitario nazionale ha da poco compiuto i 40 anni. Nonostante i limiti presenti e passati, rimane uno tra i migliori al mondo. C’è un ‘ma’. Oggi dobbiamo chiederci cosa fare per mantenere questo modello sostenibile, considerando la stagione dei tagli in sanità, gli aumenti dei costi dovuti all’invecchiamento della popolazione e all’aumento della […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...