Salute 25 Settembre 2020 06:00

Morbillo, Iss: «In Italia 101 casi da inizio anno, nessuno tra aprile e agosto»

Tutti concentrati nei primi due mesi dell’anno i casi di morbillo nel nostro paese. Da aprile segna zero. Il 93% non era vaccinato

Morbillo, Iss: «In Italia 101 casi da inizio anno, nessuno tra aprile e agosto»

Sono stati 101 i casi di morbillo in Italia dal 1 gennaio al 31 agosto 2020. Un’incidenza di 3,3 casi per milione di abitanti e 12 regioni coinvolte, secondo i dati dell’Istituto superiore di Sanità. I casi, a 52 e 40 nei primi due mesi dell’anno, sono scesi vertiginosamente a 9 a marzo. Per poi azzerarsi nel periodo che va da aprile ad agosto.

L’età media dei malati di morbillo è 33 anni, con cinque casi di bambini con meno di un anno di età. Nel 93% dei casi non si trattava di soggetti vaccinati e il 26% ha sviluppato almeno una complicanza. Tra le persone colpite 12 sono operatori sanitari e due scolastici. Ai dati si aggiungono 12 casi di rosolia, concentrati nei primi due mesi dell’anno, in sei regioni.

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Nuovo report Cabina di regia: Rt a 0,92, aumentano ricoveri e terapie intensive. Tre Regioni a rischio moderato
Brusaferro: «In calo casi tra i più giovani, età mediana della diagnosi a 37 anni». Rezza: «Calo vaccini fisiologico»
A scuola in sicurezza: distanziamento, mascherine e test salivari. Ma cosa fare se c’è un positivo?
Le indicazioni di ISS e Governo per il rientro a scuola e il corretto svolgimento della didattica in presenza
Perché così tanti vaccinati si ammalano comunque di Covid-19?
L’ISS spiega il paradosso, «atteso e ben conosciuto, che bisogna saper riconoscere per evitare preoccupazioni e perdita di fiducia nella vaccinazione»
Rt in discesa, ma l’incidenza aumenta ancora. Variante Delta predominante in Italia
L'Rt italiano scende rispetto alla settimana precedente e si staglia a 1.27, incidenza a 73 su 100mila. Ancora in aumento anche i nuovi casi non legati a catene di trasmissione note
Covid-19, con l’introduzione delle ‘zone’ evitati 25mila ricoveri solo nel primo mese
È questo il risultato principale di uno studio congiunto tra Fondazione Bruno Kessler, Istituto Superiore di Sanità e INAIL pubblicato sulla rivista Nature Communications
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 21 settembre, sono 229.083.964 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.700.041 i decessi. Ad oggi, oltre 5,93 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco