Salute 11 Gennaio 2018

Ogni anno 12,6 milioni di morti per inquinamento. L’intesa UNEP-OMS per migliorare la salute dell’ambiente

Il Direttore esecutivo del Programma ONU per l’ambiente: «C’è urgente necessità che le due agenzie lavorino di più insieme per affrontare le minacce critiche alla sostenibilità ambientale e al clima, che sono le fondamenta per la vita su questo Pianeta»

«Insieme, i pericoli di aria, acqua e sostanze chimiche uccidono più di 12,6 milioni di persone all’anno e questo non deve continuare». Lo ha dichiarato il Direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus. «La maggior parte di questi decessi si verifica nei Paesi in via di sviluppo in Asia, Africa e America Latina, dove l’inquinamento ambientale presenta il conto più alto per la salute», ha proseguito.

Per far fronte ad una situazione sempre più drammatica, l’OMS e il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente UNEP hanno siglato un accordo per intensificare le azioni comuni contro l’inquinamento atmosferico, i cambiamenti climatici e la resistenza antimicrobica, nonché per migliorare il coordinamento in materia di gestione dei rifiuti e dei prodotti chimici, qualità dell’acqua e questioni alimentari e nutrizionali.

Si tratta dell’accordo formale più significativo in oltre 15 anni di azioni congiunte sulle questioni ambientali e sanitarie. Le due agenzie svilupperanno un programma di lavoro congiunto e organizzeranno una riunione annuale ad alto livello per valutare i progressi e formulare raccomandazioni per una collaborazione continua.

«C’è urgente necessità – ha commentato il Direttore esecutivo dell’UNEP Erik Solheim – che le nostre due agenzie lavorino più strettamente insieme per affrontare le minacce critiche alla sostenibilità ambientale e al clima, che sono le fondamenta per la vita su questo Pianeta».

La nuova intesa crea un quadro più sistematico per la ricerca congiunta, lo sviluppo di strumenti e linee guida, il rafforzamento delle capacità, il monitoraggio degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, i partenariati globali e regionali e il sostegno ai forum regionali sulla salute e l’ambiente.

 

Articoli correlati
L’italiana Susanna Esposito, pediatra e infettivologa, scelta per due gruppi di lavoro Oms
Esposito è ordinaria di pediatria all'Università di Parma e presidente di Waidid, contro le malattie infettive. Selezionata da Oms per un gruppo dedicato alla scuola e uno alla sindrome infiammatoria multisistemica che colpisce alcuni bambini con Covid
Oms: «Un operatore sanitario su quattro soffre di ansia e depressione, proteggiamoli»
Nella Giornata mondiale della Sicurezza delle Cure, l'allarme dell'Organizzazione mondiale della sanità: categoria più a rischio suicidio, uno su tre ha sofferto di insonnia. I cinque punti contro le aggressioni, i rischi e la stigmatizzazione sociale
Covid, aumento record dei casi nel mondo. India la più colpita, in Israele si torna in lockdown
Mai un numero così alto fino a oggi, segnala l'Oms. Agosto mese di recrudescenza per tutti i Paesi. Stati Uniti il Paese con il maggior numero di casi e morti. La Nuova Zelanda, invece, interromperà le misure la prossima settimana
Riapertura scuole, Ranieri Guerra (Oms): «Rischio zero non esiste. Intervenire con “bolle di sicurezza”»
Il Direttore aggiunto dell’Organizzazione mondiale della Sanità ai nostri microfoni parla di riapertura scuole e dei rischi di cronicizzazione degli effetti del Covid
Cosa prevede il Piano Nazionale della Prevenzione 2020-2025
Sei i macro-obbiettivi del PNP 2020-25, concentrati sulla prevenzione delle principali cause di morte prematura: dalle dipendenze alle cronicità e le malattie infettive. Al centro medici di medicina generale e pediatri di libera scelta
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 18 settembre, sono 30.183.223 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 946.158 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 18 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

Covid-19, studio italiano scopre meccanismo responsabile della morte dei pazienti in terapia intensiva

Lo studio, che vede come capofila il S. Orsola di Bologna, è stato pubblicato su “Lancet Respiratory Medicine” lo scorso 27 agosto