Salute 30 Giugno 2020 10:30

Immuni supera i 4 milioni di download. Uno dei padri della App: «Non sono soddisfatto»

L’app italiana di contact tracing «funziona sempre, non serve che la scarichi il 60% della popolazione, questa è una bufala». Luca Ferrari, co-founder della società spiega che Immuni è sicura e rispetta la privacy

Immuni supera i 4 milioni di download. Uno dei padri della App: «Non sono soddisfatto»

«Abbiamo ad oggi superato i 4 milioni di download, io comunque non sono ancora soddisfatto della diffusione di Immuni. Puntiamo ad altri numeri». Lo ha detto Luca Ferrari, co-fondatore della società che ha sviluppato l’app di contact tracing italiana, Bending Spoons, ospite in una live di Starting Finance.

«Vorrei iniziare dicendo – ha proseguito – che questa storia che Immuni funziona solo se la scarica il 60% della popolazione è una bufala. L’app è sempre utile, più è diffusa e più è utile, perché la sua funzione dipende dalla probabilità che due persone che hanno contratto il coronavirus l’abbiano scaricata: l’aumento della sua efficacia è fortemente proporzionale rispetto al numero dei download».

LEGGI ANCHE: L’APP IMMUNI SERVE VERAMENTE?

L’app per ora è stata scaricata dal 6,5% della popolazione italiana e ha registrato i primi tre casi positivi lo scorso 12 giugno in Liguria. Tra le ragioni dello scetticismo dei cittadini ci sono preoccupazioni legate alla privacy. «Una cosa che non si sa è che Immuni è stata sviluppata a strettissimo contatto con il Garante della privacy – ha ribadito Ferrari, rassicurando -. Bending Spoons non ha accesso ai dati di nessun tipo e nel nostro contratto con il governo c’è una clausola specifica che esclude l’uso commerciale di qualsiasi tipo di dato o di prodotto derivante dalla app».

«L’intero sistema di notifica – ha proseguito – si basa su uno scambio di codici casuali trasmessi da dispositivi che dialogano tramite bluetooth. Giornalmente vengono scaricati dalle app i codici corrispondenti ai soggetti che il Servizio Sanitario Nazionale ha identificato come a rischio e se il tuo dispositivo è stato vicino per più di 15 minuti con uno di questi codici, il contatto avvenuto ti verrà segnalato. Tutto qui».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Nasce il progetto PMLAb per i pazienti COVID-19 immunocompromessi
La gestione del paziente immunocompromesso con COVID-19 richiede una particolare attenzione, che si concretizza con le Profilassi Pre-Esposizione con anticorpi monoclonali. A questo scopo è nato il progetto Prevention Management LAboratory (PMLAb), presentato oggi a Roma
Covid, alcune persone potrebbero aver perso l’olfatto per sempre? L’ipotesi allarmante in uno studio
La perdita dell'olfatto a causa di Covid-19 potrebbe durare a lungo o addirittura per sempre. Uno studio rivela che una persona su 20 non l'ha recuperato dopo 18 mesi
Si possono bere alcolici quando si risulta positivi al Sars-CoV-2?
Il consumo di alcolici è controindicato quando si è positivi al virus Sars CoV-2. Gli studi mostrano infatti che gli alcolici possono compromettere il sistema immunitario
Dopo quanto tempo ci si può ammalare di nuovo di Covid-19?
Gli studi indicano che le reinfezioni con Omicron sono più frequenti. Una ricerca suggerisce un intervallo tra i 90 e i 640 giorni, un'altra tra i 20 e i 60 giorni
DL Riaperture, via libera dalla Camera. Cosa cambia per mascherine, isolamento, green pass e obbligo vaccinale
Il provvedimento recepisce la fine dello stato di emergenza. Prorogato lo smart working per i lavoratori fragili. Medici in quiescenza potranno continuare a ricevere incarichi di lavoro autonomo
di Francesco Torre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Salute

Cervello, le emozioni lo ‘accendono’ come il tatto o il movimento. Lo studio

Dagli scienziati dell'università Bicocca di Milano la prima dimostrazione della 'natura corporea' dei sentimenti, i ricercatori: "Le emozioni attivano regioni corticali che tipicamente rispondo...
Advocacy e Associazioni

Porpora trombotica trombocitopenica. ANPTT Onlus celebra la III Giornata nazionale

Evento “WeHealth” promosso in partnership con Sanofi e in collaborazione con Sics Editore per alzare l’attenzione sulla porpora trombotica trombocitopenica (TTP) e i bisogni ancora i...