Salute 29 Gennaio 2018

Glaucoma, Mazzacane (Segretario Goal): «Oculisti ambulatoriali in prima linea per prevenzione e informazione»

Il Gruppo Oculisti Ambulatoriali Liberi plaude la campagna di sensibilizzazione sul glaucoma #soloperituoiocchi. Al Congresso della Società Europea del Glaucoma di maggio, due comunicazioni presentate da Goal: un’indagine conoscitiva sulla terapia con l’impiego della neuroprotezione e una app per il calcolo dei fattori di rischio

La società scientifica Goal (Gruppo Oculisti Ambulatoriali Liberi) plaude la campagna social #Soloperituoiocchi per la prevenzione del glaucoma. «Gli oculisti ambulatoriali quotidianamente informano e sensibilizzano i pazienti sul glaucoma e su tutte le patologie oculistiche – afferma il segretario Danilo Mazzacane -, cercando di realizzare con gli assistiti la migliore alleanza diagnositco-terapeutica per la gestione delle patologie croniche, e migliorando la comunicazione con i colleghi ospedalieri ed universitari dediti al trattamento delle forme patologiche acute».

«Gli oculisti ambulatoriali – prosegue – da tempo costituiscono la prima linea dell’oculistica italiana territoriale, rispondendo alle  richieste di salute visiva della popolazione ed effettuando annualmente più di 20 milioni di visite oculistiche». Fondamentale quindi il ruolo che svolgono per la prevenzione e l’informazione di tutte le patologie oculistiche che assumono il carattere di malattia sociale come il glaucoma, includendo la diffusione della conoscenza delle malattie oftalmologiche rare e di quelle che interessano l’età pediatrica e lavorativa.

Ma il percorso di Goal ha anche un impegno scientifico mediante la realizzazione di eventi scientifici italiani e la partecipazione ad eventi scientifici europei e mondiali con la presentazione di studi clinici osservazionali e la proposta di modalità di diagnosi precoce low tech. Proprio per quanto attiene il glaucoma, Goal ha presentato la proposta di due comunicazioni al prossimo Congresso della Società Europea del Glaucoma (EGS) che si terrà a Firenze a maggio 2018. «Si tratta di una indagine conoscitiva – spiega Mazzacane – sull’implementazione della terapia del glaucoma con l’impiego della neuroprotezione e della realizzazione digitale di una app dedicata per il calcolo dei fattori di rischio per il glaucoma».

LEGGI ANCHE: IL GLAUCOMA COLPISCE UN MILIONE DI ITALIANI, MA LA META’ NON LO SA. LE CONSEGUENZE FISICHE E PSICOLOGICHE

Articoli correlati
Maculopatia, Regione Lombardia e oculisti raggiungono accordo per terapie salva vista
L'assessore al Welfare Gallera: «Fornite agli specialisti le indicazioni necessarie per procedere alla prescrizione e continuità delle cure». Mazzacane (Goal): «Confidiamo nella collaborazione della Regione Lombardia per superare ogni difficoltà e per proseguire con l’impegno e la dignità professionale che ci contraddistinguono»
di Federica Bosco
Lombardia, siglato accordo medici-Regione: più risorse per nuove assunzioni. Mazzacane (Cisl): «Problemi restano sul campo» 
Tra gli obiettivi dell’intesa il riordino della rete di offerta e dal contenimento dei tempi di attesa per la fruizione delle prestazioni ambulatoriali. Il segretario Cisl: «Non possiamo cantare vittoria, troppi medici vanno nel privato per le condizioni sfavorevoli. Serve trasferire nel pubblico il modello privato»
di Federica Bosco
Glaucoma, il 40% dei pazienti non segue la terapia: arriva l’App per la gestione dei farmaci
Si chiama ‘Carepy – La tua cura nelle tue mani’ ed è un servizio digitale che crea una rete virtuosa tra medici, farmacisti e pazienti con l’obiettivo di semplificare la gestione dei farmaci, delle terapie di migliorare le performance di aderenza alla terapia
Lombardia, sospeso lo stato di agitazione dei sindacati medici. Incontro in Regione fissato per il 24 maggio
«È dal mese di marzo che attendiamo una risposta da Fontana e Gallera, - spiega Danilo Mazzacane CISL Medici - fino ad allora non parteciperemo ad altri incontri. Abbiamo l’esigenza di capire l’indirizzo di Regione Lombardia e far passare ai medici il messaggio su quanto contano per le Istituzioni»
di Federica Bosco
Carenza medici, in Lombardia sindacati proclamano agitazione. Mazzacane (Cisl medici): «Aspettiamo convocazione dal 25 marzo»
«Il problema fondamentale è che i medici sono abbandonati e non esiste un sistema di relazione sindacale», spiega Danilo Mazzacane, segretario Cisl medici Lombardia che aggiunge: «La riforma regionale così come è stata pensata presenta delle evidenti criticità, regione investa nella sanità pubblica»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone