Salute 4 Maggio 2021 14:56

Giornata mondiale dell’asma, l’appello di AIPO-ITS: «Riaprire ambulatori. Lo chiedono anche i pazienti»

per quanto riguarda l’asma, rispetto al 2019, nel 2020 si è registrata una riduzione delle diagnosi (-19%), dei nuovi trattamenti (-18%) e una netta riduzione delle richieste di spirometrie (-45%)

La pandemia in corso ha avuto un enorme impatto sulla salute pubblica non solo in termini di morbosità e di mortalità legati al diffondersi dell’infezione da SARS-CoV-2 ma anche per quanto concerne la sospensione delle visite ambulatoriali, degli screening, degli accessi alle cure e la mancata continuità delle terapie e delle visite di follow-up. A pagare il prezzo più alto è la gestione delle patologie croniche.

In particolare per quanto riguarda l’asma, rispetto al 2019, nel 2020 si è registrata una riduzione delle diagnosi (-19%), dei nuovi trattamenti (-18%) e una netta riduzione delle richieste di spirometrie (-45%).
La situazione relativa alla gestione dell’asma e dell’asma grave viene costantemente monitorata grazie ai dati che provengono dal Registro Nazionale Asma Grave/Italian Registry of Severe Asthma, RAG/IRSA, progetto di ricerca no profit, frutto della collaborazione fra l’Associazione Allergologi ed Immunologi Italiani Territoriali ed Ospedalieri (AAIITO) e l’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (AIPO-ITS). Nonostante le difficoltà del momento, il network Asma Grave ha dato segni di grande vitalità, di impegno e di intensa collaborazione fra i centri.

«I Centri del Registro Asma Grave RAG/IRSA – si può leggere in una nota –, dopo i mesi di marzo e aprile 2020 caratterizzati da una totale chiusura e conseguente impossibilità a eseguire le visite e ad effettuare gli esami strumentali di routine, hanno risposto con spirito di servizio attraverso la progressiva riapertura e riorganizzazione degli ambulatori dedicati all’asma e l’asma grave. Alcuni Centri sono stati chiusi per fronteggiare l’emergenza sanitaria, ma tanti sono stati ri-aperti, rispondendo così alle esigenze dei pazienti affetti da asma e asma grave che nonostante le tante incertezze e paure non sono stati mai lasciati soli.
In occasione di tali riaperture, AIPO-ITS ha redatto un Position Paper che intende fornire spunti di riflessione ed elementi chiave per la gestione del laboratorio di fisiologia respiratoria e l’esecuzione dei test funzionali nell’ambito dell’emergenza sanitaria COVID-19».

In un’ottica di servizio e sostegno dei pazienti, AIPO-ITS ha anche realizzato e pubblicato una mappa, costantemente aggiornata, con le informazioni relative ai Centri Ospedalieri, Universitari e Territoriali di Malattie dell’Appartato Respiratorio che gestiscono gli Ambulatori per la Cura e la Diagnosi di Malattie croniche respiratorie quali ASMA, ASMA GRAVE e BPCO.

«Tutto ciò non basta – continua la nota –. È necessario passare dalle parole ai fatti e arrivare alla totale riapertura in sicurezza degli ambulatori destinati alla cura e diagnosi di queste patologie croniche per non vanificare gli sforzi fatti negli ultimi anni grazie ai quali si è arrivati a un netto miglioramento della gestione di queste condizioni croniche».

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Bonus psicologo: oltre 340mila richieste, ma i fondi ci sono solo per 1 su 10
Boom di richieste per il bonus psicologo, ma solo il 12 per cento riuscirà a ottenerlo. Le risorse disponibili sono infatti insufficienti
Ricoveri ospedalieri, gli standard assistenziali sono stati rispettati con la pandemia? Il confronto tra 2020 e 2019
In base a un'indagine di www.doveecomemicuro.it nel 2020 è calata, per molti indicatori, la percentuale di ospedali in linea con le soglie minime di volume di attività fissate dalle autorità ministeriali: una conseguenza del crollo dei ricoveri dovuto alla pandemia da Covid-19
Usa: nel 2021 suicidi in aumento dopo più di 2 anni di declino
Lo scorso anno, negli Stati Uniti, 47.646 persone sono morte per suicidio. Secondo un nuovo rapporto dei Centers for Disease Control and Prevention americani, nel 2021 si è verificato un decesso per suicidio ogni 11 minuti. Questo, secondo gli esperti, potrebbe dipendere dalla pandemia
La pandemia ha cambiato le nostre personalità?
Una nuova ricerca suggerisce che siamo meno aperti, piacevoli e coscienziosi. Ma possiamo tornare a come eravamo prima?
di Stefano Piazza
Nel mondo oltre 10 milioni di bambini orfani per la pandemia
A causa della pandemia, oggi nel mondo ci sono circa 10 milioni e mezzo di bambini senza genitori o tutori. L'allarme è stato lanciato da uno studio internazionale, secondo cui servono interventi urgenti
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 29 novembre 2022, sono 641.800.038 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.632.193 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino d...
Covid-19, che fare se...?

Se ho avuto il Covid-19 devo fare lo stesso la quarta dose?

Il secondo booster è raccomandato anche per chi ha contratto una o più volte il virus responsabile di Covid-19. Purché la somministrazione avvenga dopo almeno 120 giorni dall'esit...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa