Salute 5 Giugno 2019 17:59

“Fotografare la voce”: a Milano il disagio di chi soffre di balbuzie raccontato attraverso le immagini

Al centro Vivavoce fino al 9 giugno la mostra che racconta il mondo delle persone affette da balbuzie. Il curatore Marezza: «Comunicare è importante e la comunicazione è un’emozione che ci viene data da chi comunica, indipendentemente dal modo in cui comunica»

di Federica Bosco

Rappresentare la voce attraverso le immagini per dare espressione al mondo chiuso dentro le persone che soffrono di balbuzie: è questo l’obiettivo della mostra fotografica curata da Marco Marezza, “Fotografare la voce” in esposizione dal 3 al 9 giugno presso la sede del centro medico Vivavoce di Milano.  Un lavoro corale che ha dato vita ad un percorso visivo di 19 opere prodotte da quattro artisti, Mauro Balletti, Luca Airaghi, Mattia Gargioni e Ricky Pravettoni: Universi distanti, ma uniti dalla fotografia, attraverso cui sono riusciti a rappresentare suoni, colori, memoria, forme e vibrazioni.

«Fotografare la voce è stata una bella sfida – spiega Marco Marezza, curatore della mostra fotografica – una prova per capire come è possibile comunicare in tanti altri modi e con tante altre persone. È stato bello riunire questi artisti e spingerli oltre con il loro lavoro».

Da un punto di vista tecnico, la scelta delle immagini come è stata fatta?

«Innanzitutto, cercando di differenziare ognuno nel proprio stile e poi raccogliendo le immagini con un’attenzione particolare alle cromie e al messaggio di ogni singolo artista. Chi pensava di comunicare con il linguaggio dei segni, come ha fatto Mattia Gargioni; chi ha rappresentato la voce, Mina, Mauro Balletti; chi si è preoccupato dei problemi della comunicazione, come ha fatto Luca Airaghi e poi Ricky Pravettoni che pur essendo autistico è riuscito ad emozionarci con il suo lavoro».

LEGGI ANCHE: BALBUZIE, AL VIVAVOCE DI MILANO UN METODO PER LAVORARE ALLA ‘RIEDUCAZIONE’

Quale immagine ti ha colpito di più?

«Per la verità indicarne una sola sarebbe riduttivo, abbiamo scelto quella tridimensionale di Mauro per il movimento, per l’urlo che c’è nella foto perché è arrivato davvero il momento di urlare per farci sentire ed allora l’immagine che abbiamo usato nella locandina ci rappresenta».

Tu hai parlato di un messaggio importante di questa mostra, qual è?

«Rendere tutti consapevoli che comunicare è importante e la comunicazione è un’emozione che ci viene data da chi comunica, indipendentemente dal modo in cui comunica».   

Articoli correlati
Villa Marelli a Milano, modello di integrazione tra medicina ospedaliera e del territorio
Ribera (direttore Servizi territoriali ASST Niguarda): «Entro 72 ore siamo in grado fare la diagnosi e definire la cura del paziente Covid grazie alla collaborazione tra professionisti ospedalieri, medici di medicina generale e infermieri di comunità»
di Federica Bosco
Primi due treni Covid free sulla tratta Milano-Roma: come funziona il servizio di FS e CRI?
Partito lo scorso 16 aprile il treno Covid free ha già conquistato i viaggiatori. Liebschner (CRI): «Così si viaggia in sicurezza e si monitora la salute della popolazione»
di Federica Bosco
Giornata della salute della donna, a Milano c’è un ospedale tutto al femminile
L'ospedale Macedonio Melloni è dedicato alla salute della donna. Realizzato sul modello di Boston, offre percorsi di cura dall’adolescenza alla senescenza. Marisa Errico (direttore medico): «La donna viene presa in carico da un’equipe che la seguirà in un percorso di cura a 360 gradi»
di Federica Bosco
Inaugurato il primo drive through vaccinale d’Italia a Milano, poche ore prima della sospensione di AstraZeneca
300 somministrazioni nella prima giornata ad insegnanti e personale scolastico, ma poche ore dopo lo stop precauzionale di Aifa ad AstraZeneca ha fermato la macchina operativa messa a punto da Esercito e ASST Santi Paolo e Carlo
di Federica Bosco
Milano, all’ospedale militare di Baggio 1330 vaccini al giorno per farmacisti, psicologi e over 80
Al COM nuovo padiglione gestito da ASST Santi Paolo e Carlo. AstraZeneca per il personale sanitario e Pfizer per gli anziani. Da lunedì prima chiamata per gli insegnanti
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 maggio, sono 159.703.471 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.318.053 i decessi. Ad oggi, oltre 1,32 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...