Salute 16 Ottobre 2017 18:04

Emergenza Sorrisi, sms solidali e via alla nuova missione in Senegal per aiutare bambini con labbro leporino

È partita la nuova missione di Emergenza Sorrisi, l’organizzazione senza scopo lucro che da oltre dieci anni restituisce il sorriso e la speranza di una vita migliore ai bambini nati con labiopalatoschisi, comunemente conosciuta col nome ‘labbro leporino’. Sostenuta, tra gli altri, da Consulcesi, la missione darà vita ad un docufilm per formare anche i medici italiani

Emergenza Sorrisi, sms solidali e via alla nuova missione in Senegal per aiutare bambini con labbro leporino

È partita la nuova missione di Emergenza Sorrisi, l’organizzazione senza scopo lucro che da oltre dieci anni restituisce il sorriso e la speranza di una vita migliore ai bambini nati con labiopalatoschisi, comunemente conosciuta col nome ‘labbro leporino’, una patologia che causa difficoltà a mangiare, parlare o persino respirare. Questa volta la destinazione è il Senegal.

Per sostenere questa missione, e tutte le sue altre attività, dal 1° ottobre Emergenza Sorrisi ha lanciato la campagna di raccolta fondi “Doniamo un sorriso”: fino al 6 novembre sarà possibile sostenere i medici volontari della Onlus con l’invio di sms solidali del valore 2 euro al 45540 oppure con chiamate da rete fissa al 45540 per donare 2 o 5 euro.

La missione in corso in Senegal è sostenuta, tra gli altri, da Consulcesi, realtà leader in Italia dei servizi al personale sanitario, e darà vita ad un docufilm formativo rivolto ai medici italiani. Come in tutte le missioni precedenti, saranno due gli obiettivi da raggiungere: da un lato intervenire chirurgicamente sui bambini affetti non solo da labbro leporino ma anche con malformazioni cranio facciali, sequele di ustioni, traumi bellici, patologie oculistiche, tumori; dall’altro formare i medici locali. La carenza di strutture mediche specializzate rende infatti le malformazioni del viso un problema di proporzioni immense, che aggrava il fatto che nei Paesi in via di sviluppo questa patologia ha un’incidenza molto superiore ai Paesi Europei e alla media dell’Italia: nasce con una malformazione del volto un bambino ogni 300 che. Nel mondo, ogni tre minuti nasce un bambino con labbro leporino, che in alcuni Paesi causano isolamento e emarginazione sia per i bambini che ne sono affetti che le loro famiglie.

Per dare il proprio contributo e migliorare questa situazione, Emergenza Sorrisi è diventata una delle realtà più attive nei Paesi in via di sviluppo: in dieci anni ha realizzato 4152 interventi chirurgici, ha coinvolto nei suoi corsi di formazione 573 medici locali professionisti, 396 volontari italiani (di cui 170 medici). Solo nell’anno 2016 sono stati operati gratuitamente 424 bambini nei 17 Paesi che ospitano le missioni di Emergenza Sorrisi in Africa e in Medio Oriente. 175 sono i partner aziendali, 2700 i sostenitori e 10 le Ong affiliate nei Paesi esteri.

Articoli correlati
De Lillo (Omceo Roma): «Formazione a distanza porta nostra conoscenza in aree più disagiate del mondo»
«Tra i compiti principali dell’Ordine dei medici di Roma c’è quello della formazione dei suoi iscritti ma anche di quelli che non hanno sede nella Capitale, di altre città o di Nazioni più disagiate, soprattutto se spinti da spirito di solidarietà. Quindi l’Ordine plaude a questa iniziativa». Così Stefano De Lillo, vicepresidente dell’Omceo Roma, in […]
Da Nassirya a Roma in tempo reale: con la video chirurgia a distanza è possibile entrare nelle sale operatorie di tutto il mondo
Durante il webinar di Emergenza Sorrisi, organizzato dal provider ECM Sanità In-Formazione spa, è stato trasmesso in diretta web dall’Iraq, attraverso un caschetto dotato di videocamera ad altissima risoluzione, un intervento di labioschisi ad un bimbo di 2 anni
di Isabella Faggiano
Video Chirurgia a distanza al centro del webinar di Emergenza Sorrisi
Giovedì 15 aprile al Policlinico Gemelli il webinar online di Emergenza Sorrisi dedicato a medici chirurghi in tutte le discipline e anestesisti
Dall’Italia al Senegal, il racconto del chirurgo Antonia Lisa Petrella: «Piuttosto che aspettare un contratto, ho scelto la cooperazione internazionale»
«La differenza di genere esiste ed io non avevo voglia di fare una guerra che qualcun altro aveva già vinto». Sottolinea il chirurgo milanese che con l’associazione “Step forward” sta lavorando alla realizzazione di una “Casa della Santé” in Senegal
di Federica Bosco
“Emergenza Sorrisi” in Senegal, Zucchiatti (Sanità in-Formazione): «Aggiornamento professionale medico necessario per sviluppare soft skill»
L’Amministratore del provider che ha contribuito alla realizzazione del docu-film "Sulla strada giusta", diretto da Augusto Natale, spiega ai nostri microfoni le finalità del progetto formativo: «Per ogni corso concluso doneremo 3 euro per finanziare missioni umanitarie»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 maggio, sono 524.674.670 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.281.271 i decessi. Ad oggi, oltre 11,42 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Se la linea del tampone rapido appare sbiadita significa che la carica virale è più bassa?

Il tampone rapido, oltre a verificare l'eventuale positività, è anche in grado di definirla in termini quantitativi?
di Valentina Arcovio
Salute

Epatite acuta pediatrica misteriosa. Caso del bimbo di Prato, Basso (Bambino Gesù): «Migliora spontaneamente»

Si sta facendo strada l’ipotesi che possa trattarsi non dei classici virus che danno vita alle epatiti A, B e C, ma di un adenovirus, spesso causa solo di banali raffreddori, che nei bambini pu&...