Salute 1 Agosto 2017

Decreto obbligo, epidemie e la corsa ai centri vaccinali: la situazione città per città

Obbligo vaccini, come si stanno organizzando le Regioni? Le istituzioni scolastiche insieme alle aziende sanitarie locali collaborano per l’assolvimento delle indicazioni dettate dalla Legge. Ecco il quadro della situazione…

Via libera alla Legge sull’obbligo vaccinale approvata alla Camera in via definitiva la scorsa settimana. L’obbligo prevede dieci vaccini obbligatori e altri quattro fortemente consigliati. Ma le Regioni sono tutte pronte ad assolvere gli obblighi previsti? Ecco il quadro della situazione:

Puglia in ritardo sul morbillo

Impennata dei casi di morbillo nel mese di maggio in Puglia: sono stati registrati otto episodi di cui la maggior parte riferibili ad adulti maggiorenni. Dal primo gennaio 2017 allo scorso 30 giugno, le persone che hanno contratto il virus sono 23, praticamente il triplo rispetto ai contagi segnalati in tutto l’anno scorso. E con la riapertura delle scuole a settembre e l’inizio della stagione autunnale, potrebbe esserci un ulteriore aumento. I medici lanciano l’allarme: «Occorre vaccinarsi, la Regione è già in ritardo»

Liguria, Genova: tre ambulatori dedicati ai bimbi

A Genova la Asl 3 apre tre ambulatori dedicati ai bambini che andranno a scuola per la prima volta a settembre. «In attesa del testo definitivo – è la premessa che il direttore generale Asl 3 Luigi Bottaro ha fatto al Secolo XIX – abbiamo approntato un piano straordinario per la copertura vaccinale dei 4.000 bambini che andranno in prima elementare a settembre: stiamo contattando tutte le famiglie per fissare appuntamenti e ci saranno tre ambulatori dedicati dal 20 luglio».

Piemonte: organico potenziato ma è allarme scorte

La Regione Piemonte scalda i motori per assolvere i doveri previsti dal Decreto Legge approvato definitivamente la scorsa settimana. Le Asl piemontesi, oltre a potenziare l’organico, hanno già avviato le procedure d’invito alle vaccinazioni per chi risulta (dall’anagrafe vaccinale) non in regola con gli obblighi. Ci saranno campagne informative coordinate con le scuole: un numero verde (800.333444) fornirà le indicazioni, il modello di autocertificazione e le schede sui vaccini saranno riportati sul sito web delle Asl e della Regione. Un ostacolo da superare è l’acquisto dei vaccini: le scorte previste non saranno sufficienti visto l’afflusso in aumento e la Regione corre ai ripari.

Toscana, Firenze: tempi troppo stretti per le scuole

L’attuazione della Legge vaccini preoccupa non poco Palazzo Vecchio, visti i tempi stretti di consegna delle certificazione da parte delle famiglie alle scuole, la loro verifica e il trasferimento alle Asl di competenza. «Impensabile applicarla così», dichiara la vicesindaca Cristina Giachi al Corriere Fiorentino (nonostante grande sostenitrice dell’obbligo vaccinale): «L’approvazione della Legge è un grande valore – ha aggiunto – ed abbiamo sempre sostenuto l’opportunità di questo provvedimento. Avremmo voluto che la sua attuazione non generasse difficoltà burocratiche e amministrative per le famiglie, le scuole ed i Comuni».

Articoli correlati
Vaccini antinfluenzali, Federfarma Roma: «Già esaurite le prime 20mila dosi»
Già disponibili altre 20mila dosi per la popolazione tra i 18 e i 59 anni. Cicconetti: «Ulteriore prova dell’importanza delle farmacie nel sistema salute regionale e italiano. Entrare nella rete di sorveglianza sanitaria ci permetterà di seguire i soggetti eventualmente positivi fino alla somministrazione del tampone»
Vaccini in farmacia. Magi (Omceo Roma): «Pronti a collaborare purché si cambi la norma. Altrimenti siamo tutti fuorilegge»
La posizione del presidente dell’ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, in merito al tavolo tecnico che si è svolto ieri in regione Lazio. «La legge purtroppo impedisce la presenza del medico in farmacia. La vaccinazione è e resta un atto medico»
Aumento casi Covid, Anelli (FNOMCeO): «Siamo preoccupati. Tamponi rapidi possono essere svolta»
Intervenuto al Congresso della Fimmg, il presidente della Federazione degli Ordini dei Medici: «Mai più carenza mascherine per medici. Superato il modello del medico di medicina generale che lavora da solo»
Influenza, per il 50% dei medici di famiglia le dosi di vaccino non saranno sufficienti
Sondaggio Fimmg: l'86% dei medici di famiglia aumenterà la presenza in studio per effettuare le vaccinazioni, ma il 66% segnala carenza di dpi
Vaccini in farmacia, le dosi scarseggiano: «Intervenire subito o sarà il caos»
La campagna vaccinale è partita in anticipo ma scatta l’allarme sulle dosi a disposizione delle farmacie. Speranza: «Dobbiamo affrontare e risolvere nel tempo più breve possibile la questione delle farmacie in condivisone con le Regioni»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 20 ottobre, sono 40.403.537 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.118.293 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 20 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...