Salute 1 Agosto 2017

Decreto obbligo, epidemie e la corsa ai centri vaccinali: la situazione città per città

Obbligo vaccini, come si stanno organizzando le Regioni? Le istituzioni scolastiche insieme alle aziende sanitarie locali collaborano per l’assolvimento delle indicazioni dettate dalla Legge. Ecco il quadro della situazione…

Via libera alla Legge sull’obbligo vaccinale approvata alla Camera in via definitiva la scorsa settimana. L’obbligo prevede dieci vaccini obbligatori e altri quattro fortemente consigliati. Ma le Regioni sono tutte pronte ad assolvere gli obblighi previsti? Ecco il quadro della situazione:

Puglia in ritardo sul morbillo

Impennata dei casi di morbillo nel mese di maggio in Puglia: sono stati registrati otto episodi di cui la maggior parte riferibili ad adulti maggiorenni. Dal primo gennaio 2017 allo scorso 30 giugno, le persone che hanno contratto il virus sono 23, praticamente il triplo rispetto ai contagi segnalati in tutto l’anno scorso. E con la riapertura delle scuole a settembre e l’inizio della stagione autunnale, potrebbe esserci un ulteriore aumento. I medici lanciano l’allarme: «Occorre vaccinarsi, la Regione è già in ritardo»

Liguria, Genova: tre ambulatori dedicati ai bimbi

A Genova la Asl 3 apre tre ambulatori dedicati ai bambini che andranno a scuola per la prima volta a settembre. «In attesa del testo definitivo – è la premessa che il direttore generale Asl 3 Luigi Bottaro ha fatto al Secolo XIX – abbiamo approntato un piano straordinario per la copertura vaccinale dei 4.000 bambini che andranno in prima elementare a settembre: stiamo contattando tutte le famiglie per fissare appuntamenti e ci saranno tre ambulatori dedicati dal 20 luglio».

Piemonte: organico potenziato ma è allarme scorte

La Regione Piemonte scalda i motori per assolvere i doveri previsti dal Decreto Legge approvato definitivamente la scorsa settimana. Le Asl piemontesi, oltre a potenziare l’organico, hanno già avviato le procedure d’invito alle vaccinazioni per chi risulta (dall’anagrafe vaccinale) non in regola con gli obblighi. Ci saranno campagne informative coordinate con le scuole: un numero verde (800.333444) fornirà le indicazioni, il modello di autocertificazione e le schede sui vaccini saranno riportati sul sito web delle Asl e della Regione. Un ostacolo da superare è l’acquisto dei vaccini: le scorte previste non saranno sufficienti visto l’afflusso in aumento e la Regione corre ai ripari.

Toscana, Firenze: tempi troppo stretti per le scuole

L’attuazione della Legge vaccini preoccupa non poco Palazzo Vecchio, visti i tempi stretti di consegna delle certificazione da parte delle famiglie alle scuole, la loro verifica e il trasferimento alle Asl di competenza. «Impensabile applicarla così», dichiara la vicesindaca Cristina Giachi al Corriere Fiorentino (nonostante grande sostenitrice dell’obbligo vaccinale): «L’approvazione della Legge è un grande valore – ha aggiunto – ed abbiamo sempre sostenuto l’opportunità di questo provvedimento. Avremmo voluto che la sua attuazione non generasse difficoltà burocratiche e amministrative per le famiglie, le scuole ed i Comuni».

Articoli correlati
Vaccini, parla il professor Fara: «Togliere obbligo è sbagliato, ma sogno un giorno in cui sarà la popolazione a ‘pretenderli’»
Gaetano Maria Fara, luminare di fama mondiale, scende in campo a favore dell’obbligo vaccinale. «Movimenti no vax sono sempre esistiti in tutto il mondo, per questo serve maggiore cultura vaccinale». Poi ricorda i risultati raggiunti dal vaccino anti poliomielite: «In pochi anni in Italia siamo passati da 10mila casi a 1-2»
Vaccinazioni adulti, Maio(FIMMG): «Medico di famiglia è primo front office per il paziente»
Sulle fake news riguardanti i vaccini, il Segretario Nazionale Continuità Assistenziale FIMMG, Tommasa Maio sottolinea: «Pazienti ascoltino fonti attendibili»
Psicologia dei no vax, un questionario per capire perché non si vaccinano e valutare come affrontarli
Il professor Robert Bohm (Università di Aquisgrana): «Presto l’OMS lo utilizzerà per comprendere i diversi tassi di vaccinazione nel mondo. In Italia vince la disinformazione. Per combatterla bisogna ridurre l’influenza dei no vax sul resto della popolazione»
Vaccini per adulti, Cicchetti (ALTEMS): «Riducono la spesa del Servizio sanitario nazionale»
«L’INPS non paga indennità, aumenta il reddito, aumenta il gettito fiscale», spiega Americo Cicchetti, direttore di ALTEMS, che ha presentato un modello econometrico per determinare il vantaggio delle vaccinazioni negli adulti per la sostenibilità economica del Servizio Sanitario Nazionale
“Libertà” e “giù le mani dai bambini”, ‘free vax’ in piazza a Roma tra slogan e delusione
A Piazza Santi Apostoli e in Piazza Monte Citorio si sono radunati tutti i contestatori dell’obbligo vaccinale. Preso di mira il virologo Roberto Burioni. In molti delusi da Lega e M5S: «Ad oggi solo parole, vogliamo la fine dell’obbligo vaccinale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...