Salute 1 agosto 2017

Decreto obbligo, epidemie e la corsa ai centri vaccinali: la situazione città per città

Obbligo vaccini, come si stanno organizzando le Regioni? Le istituzioni scolastiche insieme alle aziende sanitarie locali collaborano per l’assolvimento delle indicazioni dettate dalla Legge. Ecco il quadro della situazione…

Via libera alla Legge sull’obbligo vaccinale approvata alla Camera in via definitiva la scorsa settimana. L’obbligo prevede dieci vaccini obbligatori e altri quattro fortemente consigliati. Ma le Regioni sono tutte pronte ad assolvere gli obblighi previsti? Ecco il quadro della situazione:

Puglia in ritardo sul morbillo

Impennata dei casi di morbillo nel mese di maggio in Puglia: sono stati registrati otto episodi di cui la maggior parte riferibili ad adulti maggiorenni. Dal primo gennaio 2017 allo scorso 30 giugno, le persone che hanno contratto il virus sono 23, praticamente il triplo rispetto ai contagi segnalati in tutto l’anno scorso. E con la riapertura delle scuole a settembre e l’inizio della stagione autunnale, potrebbe esserci un ulteriore aumento. I medici lanciano l’allarme: «Occorre vaccinarsi, la Regione è già in ritardo»

Liguria, Genova: tre ambulatori dedicati ai bimbi

A Genova la Asl 3 apre tre ambulatori dedicati ai bambini che andranno a scuola per la prima volta a settembre. «In attesa del testo definitivo – è la premessa che il direttore generale Asl 3 Luigi Bottaro ha fatto al Secolo XIX – abbiamo approntato un piano straordinario per la copertura vaccinale dei 4.000 bambini che andranno in prima elementare a settembre: stiamo contattando tutte le famiglie per fissare appuntamenti e ci saranno tre ambulatori dedicati dal 20 luglio».

Piemonte: organico potenziato ma è allarme scorte

La Regione Piemonte scalda i motori per assolvere i doveri previsti dal Decreto Legge approvato definitivamente la scorsa settimana. Le Asl piemontesi, oltre a potenziare l’organico, hanno già avviato le procedure d’invito alle vaccinazioni per chi risulta (dall’anagrafe vaccinale) non in regola con gli obblighi. Ci saranno campagne informative coordinate con le scuole: un numero verde (800.333444) fornirà le indicazioni, il modello di autocertificazione e le schede sui vaccini saranno riportati sul sito web delle Asl e della Regione. Un ostacolo da superare è l’acquisto dei vaccini: le scorte previste non saranno sufficienti visto l’afflusso in aumento e la Regione corre ai ripari.

Toscana, Firenze: tempi troppo stretti per le scuole

L’attuazione della Legge vaccini preoccupa non poco Palazzo Vecchio, visti i tempi stretti di consegna delle certificazione da parte delle famiglie alle scuole, la loro verifica e il trasferimento alle Asl di competenza. «Impensabile applicarla così», dichiara la vicesindaca Cristina Giachi al Corriere Fiorentino (nonostante grande sostenitrice dell’obbligo vaccinale): «L’approvazione della Legge è un grande valore – ha aggiunto – ed abbiamo sempre sostenuto l’opportunità di questo provvedimento. Avremmo voluto che la sua attuazione non generasse difficoltà burocratiche e amministrative per le famiglie, le scuole ed i Comuni».

Articoli correlati
40 anni SSN, Grillo: «No privatizzazione diritti fondamentali». Sulle aggressioni: «Più misure di sicurezza ma c’è problema sociale»
Davanti al Capo dello Stato il racconto di 40 anni di Servizio Sanitario Nazionale anche attraverso la testimonianza di persone comuni. Il Ministro della Salute ha chiesto l’appoggio dei Governatori «per combattere corruzione, malgoverno e promuovere servizi migliori»
Vaccini, a Perugia convegno SIMEDET e CISL Umbria contro la disinformazione: «Rispondere con evidenze scientifiche a chi parla senza conoscere»
Tra i relatori i professori Gaetano Maria Fara e Susanna Esposito. Il titolo dell’incontro è “La vaccinazione oggi: tra realtà e falsi miti”
Dal “Siero Bonifacio” alla cura Di Bella, Roberto Burioni racconta 10 “Balle mortali”
«Il libro parla delle bugie in medicina e delle conseguenze gravissime che queste possono avere sulla salute e anche sulla vita delle persone» così il virologo del San Raffaele
Morbillo, nel 2017 110mila morti nel mondo. L’OMS: «Senza aumento coperture vaccinali perderemo decenni di progressi»
L’aumento dei casi preoccupa le agenzie sanitarie: «Non sono dati sorprendenti, ma il frutto della combinazione della diffusione di notizie false sui vaccini in Europa, del collasso della sanità in Venezuela e di sacche di povertà e bassa immunizzazione in Africa. Sono necessarie misure urgenti»
Vaccini, il commissario europeo Andriukaitis: «Inutile discutere su obbligatorietà o volontarietà, contano coperture»
«Il nostro dovere è liberarci dal morbillo entro il 2020. Che cosa stiamo facendo, tutti insieme, Parlamenti e governi di tutti gli Stati membri per raggiungere quell'obiettivo?» così il commissario europeo alla Salute in conferenza stampa a Bruxelles VEDI L'INTERVISTA DI SANITA' INFORMAZIONE
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...