Salute 10 Ottobre 2022 18:05

Corsa delle Professioni Sanitarie 2022: la salute corre per Unicef

In più di 100 al Parco di Monza per l’evento organizzato dall’Ordine TSRM e PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza e Sondrio. Il Presidente dell’Ordine Diego Catania: «Siamo la forza del SSN, ora ci presentiamo alla cittadinanza»

Corsa delle Professioni Sanitarie 2022: la salute corre per Unicef

Si è svolta ieri, domenica 9 ottobre, nella cornice del Parco di Monza, la Corsa delle Professioni Sanitarie 2022, una camminata a passo libero organizzata dall’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione (TSRM e PSTRP) di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza e Sondrio, a supporto del Comitato Provinciale di Monza e Brianza per Unicef. La manifestazione, nonostante il tempo inclemente, ha registrato più di 100 partecipanti fra iscritti agli Ordini TSRM e PSTRP territoriali e popolazione, che hanno completato insieme un anello di 5 km lungo i sentieri naturalistici del Parco.

«Credo che occasioni come queste, in cui l’istituzione si apre al pubblico in una veste informale e inedita, debbano essere valorizzate il più possibile – ha commentato Diego Catania, Presidente dell’Ordine, nel suo discorso ai partecipanti –. È un modo per raccontare la nostra realtà, piena di sfaccettature e competenze diverse, ma compatta e coesa. Gli oltre 18.000 iscritti all’Ordine sono attivi ogni giorno nelle corsie degli ospedali, nei centri di riabilitazione, nei laboratori, nelle residenze sociosanitarie e ovunque le loro competenze siano richieste. L’obiettivo è adesso quello di ‘presentarci’ e di ‘farci presenti’ alla cittadinanza: siamo qui, pronti a offrire una presa in carico completa e multiprofessionale a chiunque richieda il nostro aiuto».

Al cuore dell’evento, dunque, c’è l’attenzione alla salute di tutti, anche e soprattutto dei più deboli. Il ricavato dell’iniziativa, infatti, sarà interamente devoluto alla Campagna internazionale contro la malnutrizione infantile 2022, promossa da Unicef per fronteggiare una condizione assai diffusa e talvolta, purtroppo, dalle conseguenze fatali. La Presidente del Comitato provinciale di Monza e Brianza per Unicef, Maria Luisa Sironi, ha rimarcato la gravità e l’urgenza del problema: «Le offerte raccolte nel corso dell’evento andranno a supportare le terapie salvavita per i bambini che soffrono di malnutrizione: un’emergenza silenziosa che miete una vittima ogni 15 secondi, spesso prima che possa raggiungere il quinto anno di età. Ringrazio l’Ordine per aver scelto di contrastare questa gravissima problematica con l’iniziativa di oggi, lanciando un messaggio che unisce salute, sport e solidarietà, valori al centro della Convenzione sui diritti dell’infanzia e adolescenza».

Hanno conquistato il podio femminile Alessandra Lupidi (prima); Simona Croti (seconda); Angiola Conte (terza). Sul podio maschile, invece, Paolo Beria (primo); Claudio Rossoni (secondo) e Lorenzo Bonasio (terzo). I vincitori hanno ricevuto, oltre alla medaglia, alcuni doni offerti da Unicef, fra cui le simpatiche bambole di pezza “Pigotte” personalizzate per l’evento. «Ringraziamo tutti i presenti per aver corso insieme verso un traguardo comune, dando vita a un’iniziativa dall’elevato valore simbolico – ha aggiunto il Presidente Catania, in chiusura alla mattinata –. La salute, spesso, non è un punto nel tempo, ma un percorso complesso, diagnostico, terapeutico, riabilitativo e assistenziale: un viaggio condiviso fra il Professionista Sanitario e la persona con bisogno di salute, all’insegna del rispetto reciproco e dell’umanità».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Simulazione in formazione, ecco come la realtà virtuale prepara i farmacisti ad affrontare le sfide reali
Dalla “clean room” alla ricerca clinica, fino a capitolati di gara e interazione con il paziente, Zanon (SIFO): «La figura del farmacista è poliedrica e, per questo, anche la sua formazione, compresa quella post laurea, deve essere altrettanto variegata. L’utilizzo della simulazione ha segnato un punto di svolta importante nei processi formativi»
UNID, Luperini nuovo presidente. Dai Quaderni dell’Igienista dentale al Progetto Grazia, le iniziative in corso
Maurizio Luperini sostituisce Domenico Tomassi, alla guida per tre anni. «Vogliamo dedicarci alla formazione, avremo una sessione ad hoc dedicata a ricerca e sviluppo»
«TSRM è tecnologia, assistenza e umanizzazione delle cure». Parla la presidente FASTeR Patrizia Cornacchione
La FASTeR, Federazione delle Associazioni Scientifiche dei Tecnici di Radiologia, riunisce sette associazioni scientifiche di Tecnici di Radiologia ed è impegnata nel promuovere qualsiasi tipo di formazione che possa finalizzare la crescita della professione. Il Presidente: «La nostra professione attualmente non ha ancora dei colleghi con ruoli accademici incardinati nelle università, stiamo lavorando su questo».
Il ruolo della professione ostetrica per la prevenzione: dall’autopalpazione del seno al pap test
Finale (FNOPO): «Nella pratica osserviamo il Piano Nazionale di prevenzione 2020-25, mettendo in atto tutte le direttive che le Regioni declinano localmente ed offriamo alle donne gli strumenti necessari affinché possano tutelare la propria salute attraverso azioni di prevenzione»
Sanità territoriale, le richieste dei Tecnici di Laboratorio: «Esclusività nei servizi di farmacia e prelievi del sangue anche per i TSLB»
Il presidente della commissione di Albo dei Tecnici di Laboratorio Biomedico Saverio Stanziale sottolinea a proposito del DM77: «I servizi diagnostici di base territoriali sono previsti nella Casa di comunità, si parla infatti di team multidisciplinari e multiprofessionali. Oggi sarebbe necessario incominciare a definirne la composizione»
di Francesco Torre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 25 novembre 2022, sono 640.506.327 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.627.987 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino d...
Covid-19, che fare se...?

Se ho avuto il Covid-19 devo fare lo stesso la quarta dose?

Il secondo booster è raccomandato anche per chi ha contratto una o più volte il virus responsabile di Covid-19. Purché la somministrazione avvenga dopo almeno 120 giorni dall'esit...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa