Salute 24 Febbraio 2020 01:00

Coronavirus, quinta vittima e in aumento i casi accertati in Italia. Scuole e università chiuse al Nord

Chiuso per Coronavirus il Nord Italia. Migliaia i tamponi effettuati, Borrelli: «Per questo numeri elevati, in Paesi Ue attenzione minore»

Coronavirus, quinta vittima e in aumento i casi accertati in Italia. Scuole e università chiuse al Nord

È un uomo di 88 anni di Caselle Landi la quinta vittima italiana del Coronavirus. Continuano a salire il numero di persone risultate positive in Italia al Coronavirus: ieri sera erano 152 i casi accertati tra Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Piemonte e Lazio, ma si attende il nuovo bollettino della protezione civile per l’aggiornamento dei dati.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, ECCO COSA DEVONO FARE MMG, PEDIATRI E OSPEDALI. LE LINEE GUIDA DEL MINISTERO DELLA SALUTE

In Lombardia, la Regione più colpita dal virus, tutti i casi risultano correlati al focolaio di Codogno, ma sono localizzati tra le province di Lodi, Cremona, Pavia, Bergamo, Milano, Monza e Brianza e Sondrio. Continuano intanto ad arrivare i risultati dei tamponi fatti su tutti i contatti stretti dei contagiati: sono quattro i laboratori in azione nella Regione, che riescono ad elaborare complessivamente 400 tamponi al giorno.

Regione Lombardia ha predisposto una Ordinanza, firmata dal presidente Attilio Fontana di concerto con il ministro della salute Roberto Speranza, valida per tutto il territorio lombardo, che sarà efficace fino a un nuovo provvedimento e che prevede:

  • La sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico;
  • La sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per gli anziani ad esclusione degli specializzandi e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo le attività formative svolte a distanza;
  • La sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura.

L’ordinanza sarà soggetta a modifiche al seguito dell’evolversi dello scenario epidemiologico. «Al momento – ha detto Fontana in conferenza stampa – non riteniamo necessario disporre la chiusura delle attività commerciali o la sospensione dei trasporti pubblici, ma in caso di ulteriore peggioramento della situazione siamo pronti ad adottare ulteriori misure».

«Invitiamo i cittadini al buon senso e ad evitare assembramenti per i prossimi 7-14 giorni – ha aggiunto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Gallera -. Sono queste le misure precauzionali necessarie per contenere un fenomeno che ancora non riusciamo a conoscere. Sappiamo che il virus non è particolarmente aggressivo ma si trasmette velocemente, quindi se riusciamo a gestirlo è meglio per tutti. Intanto stiamo liberando posti in terapia intensiva (ad oggi ne abbiamo 900) ed un gruppo di lavoro li sta ampliando utilizzando aree di ospedali che non vengono adoperate».

«Ricordiamo che i servizi pubblici sanitari sono aperti e attivi, compreso l’ospedale di Codogno per la zona rossa. Invitiamo inoltre i cittadini che volessero informazioni sul Coronavirus a chiamare il numero 1500 e ad utilizzare il 112 solo in caso di necessità, altrimenti va in tilt. Il numero verde dedicato a chi è all’interno della zona rossa è 800894545».

Il Veneto, il Piemonte e la Liguria hanno adottato un’ordinanza simile che sospende tutti gli eventi e le forme di aggregazione, compreso il carnevale di Venezia. Prevista anche la disinfezione dei treni. Intanto, chiuse scuole e università anche in Emilia Romagna e in Friuli Venezia Giulia.24 Chiusi asili e università in Trentino Alto Adige e sospese tutte le attività delle università di Genova. L’Università Campus Bio-Medico di Roma ha disposto il rinvio della prova di ammissione al Corso di laurea in Medicina e Chirurgia prevista per martedì 25 febbraio a cui erano attesi oltre 2800 candidati provenienti da tutta Italia.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, CDM ADOTTA DECRETO LEGGE PER GESTIRE E CONTENERE EMERGENZA. ECCO LE MISURE PREVISTE

Ma come mai così tanti contagi venuti alla luce tutti insieme? «Abbiamo un livello elevatissimo di screening sanitario – ha detto il capo della protezione civile Angelo Borrelli in conferenza stampa in mattinata – a cui si deve il numero più elevato di contagiati rispetto agli altri Paesi europei. Noi abbiamo verificato tutti i possibili casi, gli altri Paesi non hanno la stessa attenzione».

Non è ancora stato individuato il paziente zero, fonte del focolaio nel Nord Italia, per cui «risulta difficile formulare previsioni sulla diffusione del virus. L’unica misura concreta e valida da adottare – ha aggiunto il capo della protezione civile – è quella di chiudere questi territori».

Individuati infine diverse migliaia di posti letto in tutto il territorio nazionale in cui eventualmente mettere in quarantena i contatti stretti dei casi confermati: «L’esercito ha messo a disposizione 3412 posti letto in 1223 camere e l’aeronautica militare 1789 posti letto. Abbiamo inoltre fatto una ricognizione degli alberghi che siamo pronti ad utilizzare. Non abbiamo quindi problemi di strutture per il ricovero e l’assistenza personale di chi ne avrà bisogno», ha concluso Borrelli.

Foto: Flickr, Protezione civile

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo
Al 15 ottobre, sono 239.611.288 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.882.126 i decessi. Ad oggi, oltre 6,57 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I casi in Italia Il bollettino di oggi (15 ottobre): Ad oggi in Italia il totale delle persone […]
SARS-CoV-2, Clerici (Uni Milano): «Evolve in modo non favorevole. Vaccino unica arma che abbiamo»
Una ricerca dell’IRCCS Eugenio Medea e dell’Università degli Studi di Milano ha preso in esame più di 800 mila sequenze di SARS-CoV-2
di Federica Bosco
A Varese prove generali di sanità del futuro con la Clinica Isber
Nella storica cornice della casa generalizia delle Ancelle di San Giuseppe è stata inaugurata il centro privato accreditato realizzato con tecnologie avanzate e robotica
Interventi oculistici solo negli ospedali: la SOI chiama in causa Regione Lombardia che respinge le accuse
Dallo scorso mese di giugno gli interventi oculistici ambulatoriali sono stati sospesi a favore dell’ospedale dove però, a detta di Matteo Piovella, Presidente SOI, non ci sarebbero i requisiti minimi di sicurezza. Immediata la replica della Regione con Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità parla di nuove strutture territoriali
di Federica Bosco
Carenza medici di famiglia in Lombardia, le proposte dei consiglieri regionali
Lega, Forza Italia, M5S e Pd al lavoro. Approvata in giunta una mozione per incrementare i finanziamenti delle borse di studio in medicina generale e istituire un tirocinio professionalizzante
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 15 ottobre, sono 239.611.288 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.882.126 i decessi. Ad oggi, oltre 6,57 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Formazione

Punteggi anonimi per il test di Medicina 2021, a qualcuno non tornano i conti

Si confrontano i punteggi anonimi del test di Medicina 2021 e si fanno le prime previsioni sulla soglia minima per entrare, che oscilla tra due cifre. Intanto in molti lamentano di non aver ricevuto i...