Salute 1 Aprile 2019

Congresso SIMPeF, Missaglia confermato presidente: «Assistenza pediatrica sia allargata al compimento del 18° anno di età»

A Milano si è svolto il settimo congresso Sindacato Medici Pediatri di Famiglia. Il Presidente a Sanità Informazione: «C’è necessità di formare professionisti adeguati a risolvere le questioni emergenti da un punto di vista sanitario, soprattutto in una età di confine adolescenziale dove l’assistenza potrebbe diventare la cosiddetta terra di nessuno»

di Federica Bosco
Immagine articolo

Con la conferma di Rinaldo Missaglia alla guida di SiMPeF, il Sindacato Medici Pediatri di Famiglia, si è concluso il 7° Congresso nazionale del sindacato dei medici pediatri tenutosi a Milano il 29 e 30 marzo che ha visto la partecipazione di 320 medici chirurghi e 30 infermieri professionali. Alla manifestazione, che ha posto al centro del dibattito novità e conferme in pediatria, si è parlato di problemi legati a nutrizione, disturbi del sonno, asma e problematiche psicosociali degli adolescenti.

«Notiamo esserci la necessità di formare professionisti adeguati a risolvere le questioni emergenti da un punto di vista sanitario, soprattutto in una età di confine adolescenziale – ammette Rinaldo Missaglia al termine del 7° Congresso dei medici pediatri di famiglia – dove l’assistenza potrebbe diventare la cosiddetta terra di nessuno, nel senso che appunto i ragazzi quattordicenni che arrivano al termine della loro assistenza con i pediatri, devono rivolgersi al medico di medicina generale, medico per certi versi sconosciuto alle loro famiglie».

LEGGI ANCHE: IL PARADOSSO DI VANZAGO: 1600 BAMBINI E NESSUN PEDIATRA. IL SINDACO: «CURE A RISCHIO PER CHI NON PUO’ SPOSTARSI»

Cosa si può fare dunque per colmare il gap nella cosiddetta età di confine adolescenziale?

«Dall’impegno che SiMPeF mette rispetto a questi temi, deriva di conseguenza quella che è una rivendicazione di tipo professionale che i pediatri vanno a fare. In particolare, vorrebbero che la possibilità di usufruire dell’assistenza pediatrica, fosse in qualche modo allargata al compimento del 18° anno di età. Questo tra l’altro in osservanza a quello che risulta essere una legge dello Stato».

Dunque, mentre in Italia si lamenta una carenza di medici, dall’altra si vorrebbe alzare l’età dell’assistenza pediatrica ai 18 anni, due facce della stessa medaglia che necessitano di una regolamentazione per fare chiarezza nella categoria…

«Per il 50% i medici pediatri di famiglia sono un po’ datati, quindi nei prossimi anni potrebbe esserci un calo assoluto di professionisti che possano svolgere l’attività, ecco perché in qualche modo le Regioni stanno rivendicando rispetto al ministero la possibilità di formare in proprio dei professionisti e degli specialisti, nella fattispecie pediatri, anche per contrastare ed intercettare quella che potrebbe diventare una problematica. Tra l’altro quello che avviene in altri paesi, senza citare gli Stati Uniti d’America, ma anche in altre realtà dove il pediatra, soprattutto se collegato in forme associative con altri colleghi, può censire ed assistere un numero che può aumentare rispetto a quello attuale. Da questo punto di vista anche quella che è una riforma che oggi si è fermata, intendo quella di favorire l’aiuto ambulatoriale sia di tipo infermieristico che segretariale, è una buona cosa se ripresa e resa disponibile per tutti i pediatri italiani ed i loro assistiti».

 

 

Articoli correlati
La nuova sanità pediatrica tra telemedicina e implementazione reti ospedaliere hub e spoke. Le possibilità per il post Covid-19
D'Avino (FIMP): «Pediatri devono poter prescrivere tamponi rapidi. Impensabile riammettere un bambino a scuola senza certezza della diagnosi»
I pediatri: «Serve pediatria di comunità. A scuola fondamentale educazione sanitaria»
Il contributo di Giuseppe Mele, Presidente della Società italiana medici pediatri
di Giuseppe Mele, Presidente Simpe
Bambini e lockdown, i pediatri: «Prevedere piano per riapertura scuole in sicurezza»
Il pediatra e deputato Paolo Siani (Pd): «Assenza da scuola tutela la salute, ma mina tutti gli altri diritti dell’infanzia». La psicologa Confalonieri (Università Cattolica Milano): «Monitorare segnali di scarso riadattamento sociale»
Pediatri, Biasci (Fimp): «Chiediamo l’estensione del vaccino antinfluenzale ai bambini e di poter prescrivere i tamponi per Sars-Cov-2»
«Se rileviamo casi sospetti dobbiamo avere la certezza dell’effettuazione del tampone diagnostico. Senza una diagnosi precisa non potremo far tornare i bambini a scuola». E su Kawasaki: «Abbiamo raccolto un’anomala frequenza di manifestazioni cutanee simil geloni ma è ancora presto per correlazione con Covid-19». Così il presidente della Federazione italiana medici pediatri
Bambini e sindrome di Kawasaki, i pediatri: «Oltre 20 casi in 20 giorni, associazione con Covid-19 non sembra casuale»
Sedici anni fa un altro coronavirus con lo stesso recettore è stato collegato alla malattia, allarme tra i pediatri che invitano a non sottovalutare i sintomi cutanei. Mele (presidente Simpe): «Nella Fase 2 diagnosi clinica drammaticamente essenziale. Ripensare una pediatria di comunità»
di Gloria Frezza
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 22 maggio, sono 5.106.155 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 332.978 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 22 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

«A Piacenza onda d’urto impressionante, per questo abbiamo il più alto numero di morti». Parla il pioniere della lotta al virus Luigi Cavanna

L’oncologo noto per i suoi interventi ‘casa per casa’ per sconfiggere l’epidemia: «Azione precoce arma vincente, nessun paziente curato a domicilio è morto». E ricorda i primi giorni dell'e...