Salute 25 novembre 2014

Le aritmie cardiache si combattono con “Il Giusto Ritmo” 

Nella Biblioteca del Senato professionisti e istituzioni a confronto sulle recenti acquisizioni in campo scientifico

Immagine articolo

Le nuove possibilità di terapia nell’ambito delle aritmie cardiache. È stato questo il tema centrale del convegno “Il Giusto Ritmo” inserito nell’ambito della Giornata Nazionale della Lotta alle Aritmie.

Partendo dalle ultime acquisizioni scientifiche relative alle principali cardiopatie, nella sala degli Atti Parlamentari del Senato, si è sviluppato un lungo ed articolato dibattito che ha messo a confronto istituzioni e professionisti della sanità. Il confronto di carattere tecnico-scientifico ha consentito di fare il punto sulla gestione e la lotta alla fibrillazione atriale e, in generale, agli scompensi cardiaci: problemi che coinvolgono a vario titolo la popolazione italiana, e che meritano forse un’attenzione maggiore.

Il dottor Stefano De Lillo, cardiologo e promotore dell’iniziativa, ha sottolineato che “l’innalzamento dell’età media degli italiani ha ormai dato a queste patologie connotati sociali. Il convegno ci ha consentito di condividere nuove opportunità scientifiche, scoperte e dispositivi medici, e proposte per una sanità dai costi contenuti ma meglio indirizzati. Penso ad esempio  – continua De Lillo – ad iniziative terapeutiche  come l’ablazione complessa, rispetto ad altre forme di semplice diagnosi. Le esperienze riportate dai dg sanitari sul territorio ci descrivono una sanità italiana in miglioramento costante, anche sul fronte della Cardiologia. A riprova di ciò – conclude –  il dato che attesta  una diminuzione della mortalità per cause cardiovascolari: un aspetto certamente incoraggiante”.

Tra i relatori anche Roberto Lala, presidente dell’OMCeO di Roma: “Indipendentemente dall’importanza e dal forte impatto clinico del tema affrontato  – sostiene Lala – questo convegno è stato fondamentale perché ha toccato punti focali sull’organizzazione del Ssn regionale, la struttura dedicata ad accogliere i pazienti in base ai loro bisogni nel modo più efficiente possibile. In questa sede ognuno ha avuto l’occasione di esprimere le sue perplessità, ma anche di proporre nuove e proficue idee. Anche i medici, però – sottolinea – hanno fortemente bisogno della presenza delle istituzioni. Sono loro, infatti, che ogni giorno si trovano in trincea ad affrontare non solo le criticità tipiche della professione, ma anche quella conflittualità quotidiana che rende più difficile operare in serenità. E la serenità – conclude il presidente – è un elemento indispensabile quando ci si interfaccia con i dati sensibili di un paziente per effettuare una diagnosi nel più breve tempo possibile”.

Articoli correlati
Assisi, il metodo WAL (walk and learn) entra a scuola. Massimo Paggi: «Abbiamo aperto una porta sul futuro»
Imparare in movimento è una formula vincente: la studiosa Carla Hannaford ha da tempo confermato l’efficacia del movimento nel processo di apprendimento e nell’educazione infantile. In uno studio fra 500 bambini esaminati, coloro che praticavano più di un’ora di movimento al giorno presentavano un rendimento scolastico migliore di bambini meno attivi. I benefici dell’attività fisica […]
Milano, tariffe agevolate e tempi di attesa ridotti. Ecco l’innovativo servizio di prenotazione “Salute4you”
È attivo in quindici farmacie milanesi marchio LloydsFarmacia, Gruppo Admenta Italia, oltre alla parafarmacia LloydsSalute di CityLife, il servizio di prenotazione esclusivo Salute4You, che consente all’utente-paziente di accedere ad una vasta gamma di visite ed altri accertamenti sanitari presso le principali strutture sanitarie della città di Milano. Il tutto usufruendo di tariffe agevolate e tempi di […]
Fertilità maschile, numero spermatozoi in caduta libera: meno 59,3% in 40 anni. Visite gratuite a Roma
Da 99 milioni di spermatozoi per millilitro nel 1973 a 47 milioni nel 2011. Questo, è il crollo verticale della capacità riproduttiva maschile fotografata dalla meta-analisi apparsa su Human Reproduction Update. Eppure la prevenzione e la protezione della fertilità maschile sono le grandi assenti dai programmi di screening e in molti casi i problemi vengono […]
Malattie Croniche Intestinali, parte campagna sensibilizzazione. Pisanti (Ministero Salute): «Serve integrazione tra specialisti»
In Italia circa 200mila persone colpite da Morbo di Chron e Colite ulcerosa. Gruppo di studio Ig-IBD calcola un miliardo l’anno il costo per il SSN. La Coordinatrice del Piano delle Cronicità: «Importante anche per operatori supporto psicologico»
Albano laziale: sabato al via l’iniziativa “Io aderisco”
Sensibilizzare la popolazione ad aderire alle buone pratiche e agli stili di vita sani, nel rispetto dell’ambiente che ci circonda: questi gli obiettivi al centro dell’iniziativa “Io Aderisco” che si svolgerà ad Albano Laziale (corso Garibaldi 12) sabato 13 ottobre a partire dalle 10,30. Alla giornata di dibattiti, “camminate” e sport nel verde parteciperanno Daniele […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila