Salute 25 novembre 2014

Le aritmie cardiache si combattono con “Il Giusto Ritmo” 

Nella Biblioteca del Senato professionisti e istituzioni a confronto sulle recenti acquisizioni in campo scientifico

Immagine articolo

Le nuove possibilità di terapia nell’ambito delle aritmie cardiache. È stato questo il tema centrale del convegno “Il Giusto Ritmo” inserito nell’ambito della Giornata Nazionale della Lotta alle Aritmie.

Partendo dalle ultime acquisizioni scientifiche relative alle principali cardiopatie, nella sala degli Atti Parlamentari del Senato, si è sviluppato un lungo ed articolato dibattito che ha messo a confronto istituzioni e professionisti della sanità. Il confronto di carattere tecnico-scientifico ha consentito di fare il punto sulla gestione e la lotta alla fibrillazione atriale e, in generale, agli scompensi cardiaci: problemi che coinvolgono a vario titolo la popolazione italiana, e che meritano forse un’attenzione maggiore.

Il dottor Stefano De Lillo, cardiologo e promotore dell’iniziativa, ha sottolineato che “l’innalzamento dell’età media degli italiani ha ormai dato a queste patologie connotati sociali. Il convegno ci ha consentito di condividere nuove opportunità scientifiche, scoperte e dispositivi medici, e proposte per una sanità dai costi contenuti ma meglio indirizzati. Penso ad esempio  – continua De Lillo – ad iniziative terapeutiche  come l’ablazione complessa, rispetto ad altre forme di semplice diagnosi. Le esperienze riportate dai dg sanitari sul territorio ci descrivono una sanità italiana in miglioramento costante, anche sul fronte della Cardiologia. A riprova di ciò – conclude –  il dato che attesta  una diminuzione della mortalità per cause cardiovascolari: un aspetto certamente incoraggiante”.

Tra i relatori anche Roberto Lala, presidente dell’OMCeO di Roma: “Indipendentemente dall’importanza e dal forte impatto clinico del tema affrontato  – sostiene Lala – questo convegno è stato fondamentale perché ha toccato punti focali sull’organizzazione del Ssn regionale, la struttura dedicata ad accogliere i pazienti in base ai loro bisogni nel modo più efficiente possibile. In questa sede ognuno ha avuto l’occasione di esprimere le sue perplessità, ma anche di proporre nuove e proficue idee. Anche i medici, però – sottolinea – hanno fortemente bisogno della presenza delle istituzioni. Sono loro, infatti, che ogni giorno si trovano in trincea ad affrontare non solo le criticità tipiche della professione, ma anche quella conflittualità quotidiana che rende più difficile operare in serenità. E la serenità – conclude il presidente – è un elemento indispensabile quando ci si interfaccia con i dati sensibili di un paziente per effettuare una diagnosi nel più breve tempo possibile”.

Articoli correlati
Meningite, Regione Lazio: «Al via vaccinazioni per studenti Istituto Alberghiero Vespucci»
«A partire da domani mattina e fino alla prossima settimana presso il centro vaccinale della Asl Roma 2 (via Bardanzellu, n°8) i docenti e gli studenti dell’Istituto alberghiero A. Vespucci potranno vaccinarsi contro la meningite. I ragazzi dell’istituto romano hanno ricevuto una lettera della Asl per la prenotazione al servizio e potranno vaccinarsi con il […]
Migranti, Foad Aodi (AMSI): «Con il rapporto Oms sul “falso mito” che gli immigrati portano malattie, è finita la pacchia degli spot da bar»
Grande soddisfazione viene espressa dall’Associazione Medici di Origine straniera in Italia (AMSI) e dalla Confederazione Internazionale-Unione Medica Euro Meditteranea (UMEM) insieme a tutte le associazioni aderenti al movimento Internazionale Uniti per Unire, dopo il recente rapporto curato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha sancito la totale inconsistenza delle teorie che affermano che «gli immigrati portano […]
“Una cicogna per la sclerosi multipla”: ecco il progetto di Onda
Al via il nuovo progetto di Onda (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere): “una cicogna per la sclerosi multipla”, nato con il patrocinio di AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla Onlus) SIN (Società Italiana di Neurologia) e il contributo incondizionato di Teva. La nuova iniziativa promossa da Onda, ha l’obiettivo di costituire un network […]
Consulta salute mentale, nel Lazio e a Roma rischio emergenza
“Per la grave carenza di personale e per il progressivo svuotamento dei Servizi psichiatrici territoriali ed ospedalieri”, a Roma e nel Lazio sono a rischio “i livelli essenziali di cura con gravi ricadute sulla salute dei pazienti e pesanti ripercussioni sulle famiglie”. Lo sottolineano la Consulta regionale per la salute mentale e quella cittadina permanente […]
Salute, ecco l’app “Farmacia aperta” con mappe, orari e informazioni sulla farmacia più vicina
È scaricabile su App Store la nuova App “Farmacia Aperta”. Sviluppata da Federfarma Lombardia in collaborazione con T4Project, l’applicazione permette di geolocalizzarsi e individuare rapidamente la farmacia aperta più vicina, con informazioni dettagliate su orario, turni, e percorso più rapido per raggiungerla. L’applicazione è gratuita ed è fruibile in modo facile e intuitivo: dopo aver […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...