Salute 5 novembre 2017

G7, Branca (OMS): «Obesità piaga del secolo: mezzo miliardo di individui nel mondo sono sovrappeso»

«Educazione alimentare cardine di una società civile» così Francesco Branca, Direttore del Dipartimento della nutrizione per la salute e lo sviluppo dell’OMS intervenuto al vertice mondiale a Milano

di Cesare Buquicchio inviato al G7 Milano

Malnutrizione al centro del vertice mondiale in corso in queste ore a Milano. Nel decennio che le Nazioni Unite hanno definito ‘dedicato alla nutrizione’ nella città lombarda, i ministri della salute di tutto il mondo, s’incontrano per fare il punto su clima, malattie e soprattutto alimentazione.

In questo parterre d’eccezione che vanta la presenza di Fao, Oie, Ocse ed Efsa, non poteva mancare l’Organizzazione Mondiale della Sanità: «Un summit cardine per fare progressi dal punto di vista della nutrizione globale» dichiara Francesco Branca, Direttore del Dipartimento della nutrizione per la salute e lo sviluppo dell’OMS.

«Nel mondo ci sono 150 milioni di bambini con problemi di crescita dovuta a mancanza di cibo – continua il Direttore Branca – di questi, ben 50 milioni soffrono di malnutrizione acuta. Questi numeri chiaramente determinano un notevole aumento di mortalità. Altro problema che affligge la società soprattutto negli ultimi anni è l’obesità: mezzo miliardo di individui nel mondo ha gravi problemi di obesità, la cosa più preoccupante è che una buona percentuale di questi è in età adolescenziale e pediatrica (40 milioni di bambini sotto i quattro anni già presentano problemi di peso). Ci sono molti paesi dove obesità e malnutrizione si sovrappongono, nelle aree urbane in particolare, il problema del sovrappeso sta decisamente aumentando, la causa è un sistema alimentare che evidentemente ha delle falle e buisogna lavorare per colmare queste lacune».

«Una scorretta alimentazione non crea danno soltanto a chi la segue – prosegue – ma anche alle generazioni future: basta pensare che una madre che sbaglia abitudini alimentari, allattando trasmette le caratteristiche degli alimenti che mangia anche al figlio. Per non parlare dell’educazione alimentare: un genitore che non rispetta una dieta equilibrata trasmetterà questo insegnamento al figlio perseguendo un errore che diventerà sempre più difficile da correggere».

«Altro tema legato alle scorrette abitudini alimentari è il progredire delle malattie croniche: una su tutte il diabete, per gestire questa patologia nel migliore dei modi è essenziale una corretta alimentazione».

L’assemblea delle Nazioni Unite ha dichiarato che il decennio 2016-2026 sarà decisivo per la nutrizione globale «abbiamo concordato programmi e politiche mirate ed efficaci che intervengano in produzione alimentare – conclude Branca -. Incentiviamo il controllo filiera, il controllo del commercio e soprattutto educazione mirata a favorire un corretto approccio al cibo. Ovviamente per avviare queste azioni ci vuole qualcuno che le metta in pratica  e soprattutto è necessaria una buona leadership del settore pubblico e privato che abbia il coraggio di mettere in piedi queste politiche».

Articoli correlati
Qualità della vita? Milano ha il primato d’Italia
MILANO VINCE PER LA PRIMA VOLTA Milano è la città italiana in cui si vive meglio. Il risultato emerge dalla 29° edizione dell’indagine 2018 del Sole 24ore. Il capoluogo della Lombardia si è piazzato ben sette volte su 42 nei primi tre posti per le performance conseguite negli indicatori del benessere. Il report del Sole 24ore si […]
Sanità, a Milano nasce il nuovo Centro di Formazione Avanzata e Simulazione (CeFAeS)
Da tempo la formazione esperienziale ha raggiunto e abbracciato l’ambito sanitario. Non più solo lezioni teoriche di tipo frontale ma vere e proprie simulazioni di ciò che accade nella pratica clinica quotidiana. In quest’ottica, apre i battenti a Milano una struttura innovativa e unica nel suo genere. Verrà infatti inaugurato il 24 ottobre prossimo, a […]
Velenosi, allucinogeni, commestibili se cotti: è tempo di funghi. Assisi (Niguarda): «Anche troppi porcini possono far male»
La dottoressa del Centro Antiveleni milanese: «Tra i più pericolosi quelli con le amatossine che producono danno epatico». Poi mette in guardia: «Fateli prima vedere da un micologo e non date retta alle credenze popolari»
Il paradosso di Vanzago: 1600 bambini e nessun pediatra. Il sindaco: «Cure a rischio per chi non può spostarsi»
Gli abitanti del Comune dell’hinterland milanese dovranno presto andare altrove per curare i loro figli. Problemi anche per il medico di famiglia. Il primo cittadino Sangiovanni: «Chiedo al Ministro di rinegoziare il contratto con i pediatri e i medici di base, serve flessibilità in deroga alle norme attuali»
‘Vuoi dimagrire? Ti do un consiglio…’ Troiano (ANDID): «Attenzione agli abusivi, con la salute non si scherza»
Il monito delle Presidente uscente dell’Associazione nazionale Dietisti: «Per guidare le scelte alimentari bisogna avere una formazione professionale frutto di anni di studio»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...