Salute 2 Gennaio 2024 14:46

Anziani più a rischio cadute per la maggior lentezza di movimento delle braccia

Gli anziani hanno un rischio maggiore di cadere e farsi male perché le loro braccia sono più lente a rispondere quando scivolano. I movimenti delle braccia infatti sono fondamentali per ritrovare l’equilibrio ed evitare le cadute. A scoprirlo è stato un gruppo di ricercatori dell’Università dell’Arizona in uno studio pubblicato sul server di pre-stampa bioRxiv

Anziani più a rischio cadute per la maggior lentezza di movimento delle braccia

Gli anziani hanno un rischio maggiore di cadere e farsi male perché le loro braccia sono più lente a rispondere quando scivolano. I movimenti delle braccia infatti sono fondamentali per ritrovare l’equilibrio ed evitare le cadute. A scoprirlo è stato un gruppo di ricercatori dell’Università dell’Arizona in uno studio pubblicato sul server di pre-stampa bioRxiv. I risultati suggeriscono che le persone anziane dovrebbero essere allenate a muovere più rapidamente le braccia per evitare lesioni legate alle cadute.

Gli arti superiori giocano un ruolo chiave nel ritrovare l’equilibrio

Lo studio americano si è concentrato in particolare sulle cadute laterali. Secondo i ricercatori, le gambe non possono muoversi lateralmente con la stessa libertà delle braccia. Per questo gli arti superiori svolgono un ruolo molto più importante nel ritrovare l’equilibrio in caso di scivolamento laterale. Rispetto alle cadute all’indietro o in avanti, che sono quelle più comunemente studiate, gli scivolamenti laterali hanno maggiori probabilità di causare lesioni gravi, come una frattura del bacino. Per capire meglio come prevenire tali cadute, il team ha fatto camminare 11 anziani, con un’età media di 72 anni, e 11 adulti più giovani, con un’età media di 25 anni, su uno strato di plexiglass messo su una passerella. I movimenti dei soggetti sono stati monitorati attraverso l’utilizzo di un’apposita attrezzatura “indossabile” e tutti i partecipanti sono stati filmati da ogni angolazione tramite otto telecamere. Indossavano tutti un’imbracatura speciale che ha assicurato loro di non cadere e ferirsi.

Allo studio training per braccia per la prevenzione delle cadute

I ricercatori hanno scoperto che, quando esposti a rischi di scivolamento, gli adulti più giovani muovevano le braccia in media il 36% più velocemente rispetto ai partecipanti più anziani. Anche il loro tempo di reazione nel raggiungere la velocità di picco dei movimenti del braccio è stato di 310 millisecondi più veloce. Ora i ricercatori prevedono di condurre un altro studio con tre gruppi: uno sottoposto ad un allenamento convenzionale per la forza delle braccia; il secondo a un allenamento incentrato su movimenti ad alta velocità, come quelli utilizzati nella boxe; e il terzo gruppo funge da controllo senza intervento. Circa 12 settimane dopo, i ricercatori esamineranno se le risposte del braccio differiscono tra i gruppi quando esposti a un incidente di scivolamento e se questo riduce il rischio di cadute.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

Articoli correlati
Vivere con un cane o un gatto rallenta il declino cognitivo
Uno studio dell’Università del Maryland, pubblicato sulla rivista Scientific Reports, ha rivelato che la convivenza con un animale domestico può rallentare il tasso di declino cognitivo man mano che si invecchia, soprattutto se si porta a spasso il cane
Infarto: per gli anziani è efficace lo stesso trattamento dei giovani
In caso di attacco cardiaco gli anziani dovrebbero ricevere lo stesso trattamento dei giovani. Lo dimostra uno studio coordinato da scienziati italiani e pubblicato sul The New England Journal of Medicine
La temperatura è fondamentale per il sonno degli anziani, l’ideale è tra i 20 e 25 °C
La temperatura notturna in camera da letto gioca un ruolo cruciale nella qualità del sonno degli anziani. Uno studio dell'Istituto di Ricerca sull'Invecchiamento dell'Harvard Medical School ha dimostrato che il sonno può essere più efficiente e riposante quando la colonnina di mercurio non scende sotto i 20 °C e non supera i 25 °C
INTERVISTA | L’allarme di Monsignor Paglia: «Nostri anziani non muoiono di caldo, ma di solitudine e abbandono»
A Sanità Informazione Monsignor Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la vita, lancia un monito a prendersi cura degli anziani specialmente ora che siano nel pieno di un'ondata di calore estremo: «Molte famiglie sono eroiche e non lasciano soli genitori e nonni. Basta RSA come quella del dramma di Milano. DDL 33/2023 sia riforma profonda, non ennesima "leggina"...»
Italia sempre più vulnerabile, 11 milioni di over 50 con fragilità
In Italia, ai primi posti al mondo per longevità, la fragilità cresce più velocemente dell’aspettativa di vita: tra il 2011 e il 2021, gli italiani sopra i cinquant’anni con fragilità lieve, moderata o severa sono passati dal 26% al 40% (oltre 11 milioni di persone), con un trend di crescita costante. È quanto emerge dall’Indagine di Italia Longeva «Trend di fragilità e Long-term care in Italia», presentata oggi al ministero della Salute
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

World Obesity Day: oltre un miliardo di obesi nel mondo, quadruplicati in 30 anni i bimbi oversize

L'analisi pubblicata su ‘Lancet’: la quota di 'oversize' fra gli adulti è più che raddoppiata nelle donne e quasi triplicata negli uomini dal 1990 al 2022, nell'arco di una t...
di I.F.
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Advocacy e Associazioni

Screening oncologici, da Pazienti e Clinici la richiesta di un’azione più incisiva per ampliare l’offerta e aumentare l’adesione dei cittadini

Tra le proposte degli esperti: introdurre la prevenzione come materia di insegnamento nelle scuole, digitalizzare i processi di invito allo screening, promuovere un’informazione costante e capil...
di I.F.
Lavoro

Nasce “Elenco Professionisti”, il network digitale di Consulcesi Club dedicato agli specialisti della Sanità

L’obiettivo è aiutare il professionista a migliorare la sua visibilità all’interno della comunità medico-scientifica e facilitare i contatti tra operatori. Simona Gori...