Salute 8 Novembre 2021 11:26

Antibiotico-resistenza: un’emergenza sanitaria mondiale e nazionale

Le dimensioni de problema impongono più cautela nella prescrizione anche per gli antibiotici per uso topico

Antibiotico-resistenza: un’emergenza sanitaria mondiale e nazionale

L’incapacità di un antibiotico, somministrato alle dosi terapeutiche, di ridurre la sopravvivenza o inibire la replicazione di un batterio patogeno. È così che viene definita l’antibiotico-resistenza, un fenomeno che si è notevolmente diffuso e aggravato negli ultimi decenni, tanto da essere considerato uno dei problemi di salute globale più rilevanti. Una delle cause principali della resistenza agli antibiotici è l’enorme uso che si fa di questi farmaci, spesso anche in modo inappropriato [1].

Il problema è particolarmente rilevante in Italia, paese che, insieme alla Grecia, detiene il primato di diffusione di germi resistenti nel contesto europeo. Questo triste primato è correlato all’uso di antibiotici, ancora superiore alla media europea, anche se con un trend in diminuzione negli ultimi anni [1]. La selezione e la diffusione di ceppi di batteri antibiotico-resistenti ha alcune conseguenze sanitarie rilevanti, poiché determina un aumento della morbilità e della mortalità dei pazienti, un aumento dei giorni di degenza ospedaliera, nonché un ritardo nell’applicazione di una terapia antibiotica appropriata [2].

Da rilevare a riguardo che l’antibiotico-resistenza riguarda non solo le terapie antibiotiche sistemiche ma anche quelle topiche, anche se queste ultime hanno il vantaggio, rispetto a quelle sistemiche, di concentrare il principio attivo in elevate concentrazioni solo nel sito d’infezione, senza una significativa tossicità sistemica [3].

La portata di questo problema si può ben comprendere considerando che le infezioni batteriche cutanee sono molto diffuse, e spesso sostenute da batteri Gram-negativi: si stima per esempio che all’origine del 32-47% di tali infezioni vi sia lo Stafiloccus aureus. Meno frequenti sono invece le infezioni da batteri gram positivi, che colpiscono in particolare pazienti diabetici, immunodepressi o con ferite croniche e post-operatorie [3].

Le precedenti considerazioni devono indurre il clinico a un’attenta prescrizione anche dei farmaci antibiotici per uso topico, con una scelta di soluzioni terapeutiche appropriate, da usare per un periodo di tempo limitato, eventualmente facendo ricorso a esami colturali [3].

Considerate queste cautele di utilizzo, tra i trattamenti topici per le infezioni cutanee trova largo impiego gentamicina solfato allo 0,1%, antibiotico ad ampio spettro che si è dimostrato altamente efficace su diversi tipi di batteri, tra cui: Staphylococcus aureus (ceppi coagulasi positivi, coagulasi negativi e produttori di penicillinasi) e i batteri Gram-negativi (Pseudomonas aeruginosa, Aerobacter aerogenes, Escherichia coli, Proteus vulgaris e Klebsiella pneumoniae) [4].

Gentamicina solfato ha mostrato nell’uso clinico anche un profilo di tollerabilità molto favorevole, in virtù di un assorbimento transcutaneo di norma assente e di un basso tasso di sensibilizzazione cutanea [3].

 

Bibliografia

  1. AIFA. L’uso degli antibiotici in Italia – Rapporto Nazionale 2019
  2. Antibiotico-resistenza – Ministero della Salute
  3. Società italiana di Medicina generale (SIMG). Infezioni Cutanee dalla Diagnosi al Trattamento. 2017
  4. Gentalyn – RCP

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Leucemia linfoblastica acuta: AIFA autorizza rimborsabilità brexu-cel
L’Agenzia Italiana del Farmaco ha concesso la rimborsabilità della terapia cellulare Brexucabtagene autoleucel (brexu-cel) per la leucemia linfoblastica acuta a precursori di cellule B recidivante o refrattaria, destinata ai pazienti adulti di età pari o superiore a 26 anni
Nuova Aifa: dalla mission al dialogo con gli stakeholder, il documento in 10 punti del think tank Ithaca
Il gruppo di lavoro di Ithaca,, il Think Tank di Sics dedicato alle politiche del farmaco, ha stilato un elenco di 10 temi come base per stimolare il dibattito sulla realizzazione della nuova Aifa: dalla distribuzione dei compiti fra le nuove figure previste dalla riforma, al coinvolgimento di diversi stakeholder nel processo autorizzativo dei farmaci,
Antibiotici, Pregliasco: “Uso inappropriato di fluorochinoloni rischioso per la salute”
In Italia si abusa di antibiotici fluorochinoloni. Fabrizio Ernesto Pregliasco, direttore sanitario dell’IRCCS Ospedale Galeazzi, Sant'Ambrogio, e professore all’Università degli Studi di Milano, spiega a Sanità Informazione i possibili pericoli
Dalla riforma dell’AIFA all’innovazione in sanità, le sfide dell’Healthcare
Si è svolto oggi a Roma il convegno promosso dalla Fondazione Mesit, «La sfida Healthcare. Innovazione e attrattività del settore per la competitività in Europa»
Demenze, novità su terapie, controlli e accesso ai farmaci
Cambiano le «regole» del trattamento delle demenze in Italia. È stata infatti aggiornata e semplificata la nota 85, risalente al 2010, per l’accesso alle terapie da parte degli oltre 800mila pazienti italiani affetti da Alzheimer e demenze correlate
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...
Advocacy e Associazioni

Malattia renale cronica, Vanacore (ANED): “La diagnosi precoce è un diritto: cambia la storia dei pazienti e il decorso della patologia”

Il Presidente dell’ANED: “Questa patologia, almeno agli esordi, non dà segni di sé, è subdola e silenziosa. I primi sintomi compaiono spesso quando la malattia renale ...