Salute 22 Febbraio 2021 11:20

All’ospedale Niguarda rivoluzione digitale in neurochirurgia, arriva l’esoscopio

Portata in Italia dal professor Cenzato, la nuova tecnologia permette, attraverso appositi occhiali, di visualizzare un campo operatorio di un centimetro su un monitor di 55 pollici senza perdita di risoluzione

di Federica Bosco

Rivoluzione digitale nella neurochirurgia del Niguarda. In sala operatoria il microscopio lascia il passo all’esoscopio, un sistema di visione in 3D che permette al chirurgo di visualizzare attraverso appositi occhiali un campo operatorio di 1 cm su un monitor da 55 pollici senza perdita di risoluzione. Autore di questo primato è il professor Marco Cenzato, Direttore della Neurochirurgia e primo specialista ad aver acquisito e testato il sistema in Italia.

Un braccio meccanico che permette più profondità e precisione

«Il valore aggiunto di questa tecnologia è una telecamera con uno zoom ottico simile a quello di una macchina fotografica. Il principio su cui si basa è lo stesso per cui con un telefonino oggi possiamo fotografare al buio, grazie alla tecnologia digitale – spiega il professor Cenzato -. Con questo strumento noi riusciamo a vedere in profondità con una luminosità ad altissima risoluzione. Un secondo vantaggio è dato dalla flessibilità della macchina che permette di gestire l’intervento dinnanzi ad uno schermo tridimensionale grande un metro e quaranta anche per ore, senza dispendio eccessivo di energie».

Primo intervento per la correzione di una MAV su una bambina di dieci anni

Lo strumento, ideato negli Stati Uniti e portato in Italia dal professor Cenzato, è stato impiegato per la correzione di una MAV- malformazione arterovenosa– su una bambina di dieci anni. «L’intervento, unico in Italia, è perfettamente riuscito – puntualizza il direttore della Neurochirurgia del Niguarda -. La bambina è tornata a casa e questo risultato ci apre le porte per nuove sfide. Per intenderci, operazioni come ernia del disco, tumore, aneurisma vanno in quella direzione: richiedono una capacità di ingrandimento e di profondità che l’esoscopio può dare loro. Questo significa la possibilità di avere meno complicanze per il paziente e una fase post-intervento più rapida».

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Medicina estetica, con i fili di trazione lifting non chirurgico e risultati garantiti? Cosa dice l’esperto
Domenico Centofanti, vicepresidente SIME, analizza l’ultima moda in ambito estetico: costi, benefici ed effetti collaterali: «Terapia efficace e poco invasiva, con ridotti rischi di complicanze. Indicata per pazienti con un grado di lassità cutanea lieve e anche per chi ha già fatto botox e filler»
di Federica Bosco
«Formazione all’avanguardia e nuove tecnologie chirurgiche: ecco come sono diventato Master Surgeon Educator»
La storia del chirurgo pisano Luca Morelli premiato dall’American College of Surgeons: «La fuga dei colleghi all’estero? Non c’entrano gli stimoli professionali ma la stabilità contrattuale»
Donne chirurgo, ancora lontana la parità con gli uomini
di Massimo Misiti, Chirurgo e Deputato Movimento Cinque Stelle
di Massimo Misiti, Chirurgo e Deputato Movimento Cinque Stelle
Scuola in Chirurgia Robotica della Statale di Milano, in un anno raddoppiano studenti e interventi
Bilancio positivo al termine dei primi dodici mesi: 300 interventi a fine 2021, 7 nuovi esperti formati in chirurgia mininvasiva robotica e nuove applicazioni
di Federica Bosco
Chirurgia, Basile (Sic): «Recuperare il milione di interventi saltati per la pandemia»
Istituito tavolo tecnico al Ministero della salute per recuperare gli interventi chirurgici sospesi durante la pandemia. Il presidente della Società italiana di chirurgia: «Abbiamo bisogno di soluzioni per poter garantire in tempi brevi l’operazione ad ogni paziente»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 novembre, sono 260.208.307 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.185.296 i decessi. Ad oggi, oltre 7,54 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Covid-19, tre categorie per 10 potenziali terapie contro il virus

La Commissione Europea sta definendo una rosa di 10 potenziali terapie per il Covid-19. Come agiscono questi farmaci? Quando è possibile somministrali? A chi? Risponde, a Sanità Informaz...
di Isabella Faggiano