Formazione 2 Agosto 2019 10:48

Agenas, Lanzarin e Bevere nuovi vertici. Grillo: “Buone intese con Regioni”

La Conferenza Stato-Regioni ha approvato la nomina a Presidente dell’Agenas di Manuela Lanzarin e la conferma nell’incarico di Direttore Generale di Francesco Bevere, in carica dal 2014

Agenas, Lanzarin e Bevere nuovi vertici. Grillo: “Buone intese con Regioni”

“Abbiamo nominato finalmente i vertici di Agenas e abbiamo trovato una soluzione ponte per Aifa che ci assicurerà la funzionalità del consiglio di amministrazione: è stato nominato fino a settembre Stefano Bonaccini, quale presidente pro tempore di garanzia. All’orizzonte finalmente, a settembre, ci sarà una figura di tecnico che diventerà il presidente di Aifa e che è la figura che io avevo sempre chiesto e che questa agenzia merita. I nominativi che sono stati fatti momentaneamente a me andavano comunque bene perché si trattava di figure tecniche, come avevo sempre sostenuto”. Così il ministro per la Salute Giulia Grillo commenta l’esito della Conferenza Stato-Regioni al palazzo della Stamperia.  La Conferenza Stato-Regioni ha approvato la nomina a Presidente dell’Agenas di Manuela Lanzarin e la conferma nell’incarico di Direttore Generale di Francesco Bevere, in carica dal 2014.

 

LE INIZIATIVA DA ASSESSORE DI LANZARIN

GRILLO: BUONE INTESE CON LE REGIONI

“Oggi sono molto contenta perché abbiamo portato a casa una serie di provvedimenti importantissimi. Voglio ringraziare le Regioni perché sulle liste d’attesa, sui farmaci, sulla riorganizzazione dei Pronto Soccorso abbiamo fatto un passo in avanti significativo” ha spiegato la titolare del dicastero di Lungotevere Ripa. La riunione, infatti, ha dato il via libera al decreto di riparto dei 400 milioni di euro, stanziati dalla Legge di Bilancio 2019 (350 milioni) e dal Decreto Fiscale (50 milioni) per ridurre i tempi di attesa nell’erogazione delle prestazioni sanitarie, anche mediante la digitalizzazione dei CUP.

 

NOVITA’ PRONTO SOCCORSO

Nella stessa seduta sono state approvate le nuove linee di indirizzo nazionali sul triage intraospedaliero, che prevedono un nuovo sistema di codici per l’organizzazione dei flussi in entrata nei Pronto Soccorso. Il nuovo sistema definisce un limite massimo dei tempi di attesa, per garantire la migliore assistenza possibile dall’emergenza alla non urgenza: codice 1 Emergenza, ingresso immediato; Codice 2 urgenza, attesa massima 15 minuti; Codice 3 urgenza differibile, attesa 60 minuti; Codice 4 urgenza minore 120 minuti; Codice 5 non urgenza 240 minuti. La riorganizzazione punta a realizzare l’effettiva presa in carico della persona e degli accompagnatori dal momento in cui si rivolgono al Pronto Soccorso, ad assicurare la valutazione professionale da parte di un infermiere specificatamente formato e a garantire l’assegnazione del codice di priorità attraverso la considerazione dei bisogni di salute dell’assistito, delle sue necessità di cura e del possibile rischio evolutivo.

 

COME CAMBIA LA RIMBORSABILITA’ DEI FARMACI

Le Regioni, inoltre, hanno dato il loro assenso al decreto che il ministero della Salute ha redatto con il ministero dell’Economia e delle Finanze sulla revisione dei criteri di rimborsabilità dei farmaci di fascia A e di alcuni farmaci di fascia C. Il cosiddetto `Decreto Prezzi` cambia le procedure per la negoziazione del prezzo dei farmaci da parte di Aifa. La sua adozione risponde all’esigenza di introdurre criteri aggiornati e adeguati all`evoluzione della politica del farmaco e conformi alla necessaria trasparenza. Tra le novità, vi è l’accento posto sul valore terapeutico aggiunto che il medicinale deve assicurare in rapporto ai principali trattamenti con cui viene confrontato. Inoltre, all`azienda sono richieste rassicurazioni sulla propria capacità produttiva e di gestione di possibili imprevisti, nonché di anticipare le attività che intende attuare per garantire l’adeguata fornitura del farmaco.

Articoli correlati
PNRR, Mantoan (Agenas): «Mmg e infermieri di comunità saranno cardine del nuovo modello organizzativo»
Il direttore generale dell’Agenas: «Il Dm 71 è l’anima del PNRR. La definizione degli standard organizzati è la vera innovazione del documento: è stato fissato il numero minimo di professionisti sanitari necessari a garantire l’attuazione dei modelli della sanità del futuro»
Piano Nazionale Esiti 2021: 1,7 milioni di ricoveri in meno rispetto al 2019. Le cause e i miglioramenti da fare
Nel Programma Nazionale Esiti 2021 Agenas presenta i nuovi indicatori e mostra le aree in cui i ricoveri sono scesi maggiormente, alcuni in conseguenza del lockdown, altri per scelta dei pazienti. Nel territorio ridotte le ospedalizzazioni evitabili
La F.I.MFT (Federazione Italiana Massofisioterapisti) diffida AGENAS
«Illegittimo escludere i massofisioterapisti dall'obbligo alla formazione continua ECM»
di Giacomo Russo, presidente Federazione F.I.MFT
Massofisioterapisti, Cavalluzzo (FNCM): «Gli iscritti negli elenchi speciali sono professionisti sanitari»
di Cavalluzzo Donato, Presidente FNCM
di Cavalluzzo Donato, Presidente FNCM
Premiare gli utenti più fedeli con una Privilege Card: il programma pensato da Farmacia Loreto
«Lo sviluppo del settore farmaceutico online – spiega la Farmacia online Loreto Gallo in una nota – ha subìto un rapido incremento nell’ultimo anno. Complice anche la pandemia che ha inciso notevolmente sulla vita delle persone cambiando le abitudini in modo radicale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 gennaio, sono 351.635.821 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.596.877 i decessi. Ad oggi, oltre 9,80 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Contributi e Opinioni

«Perché il medico di famiglia non ti risponde al telefono»

di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
Politica

Legge di Bilancio. Dalla stabilizzazione dei precari Covid ai fondi per aggiornare i LEA, tutte le misure per la sanità

Via libera della Camera dopo una maratona di tre giorni. Il Fondo sanitario incrementato di due miliardi all’anno per tre anni, prorogate le USCA e prevista un’indennità per gli ope...
di Francesco Torre