Salute 16 Gennaio 2020

A Napoli le prime ambulanze con telecamere. Cisl Medici Lazio: «Bene così. Aumenterà la sicurezza»

«Complimenti al governatore della Campania. Aveva assicurato misure in tempi rapidi e se il buongiorno si vede dal mattino siamo sicuri che aumenteranno le condizioni di sicurezza dei lavoratori addetti all’emergenza», così in un comunicato Luciano Cifaldi, segretario della Cisl Medici Lazio.

Lo aveva promesso e lo ha fatto. A Napoli è entrata in funzione la prima ambulanza dotata di telecamere esterne protette e nel giro di alcune settimane saranno numerose le ambulanze attrezzate in questo modo. Ci sarà una telecamera con tasto Sos di emergenza e gli operatori indosseranno una bodycam integrata nel giaccone di lavoro. «Complimenti al governatore della Campania. Aveva assicurato misure in tempi rapidi e se il buongiorno si vede dal mattino siamo sicuri che aumenteranno le condizioni di sicurezza dei lavoratori addetti all’emergenza», così in un comunicato Luciano Cifaldi, segretario della Cisl Medici Lazio.

LEGGI: AGGRESSIONI, IN CAMPANIA ARRIVANO LE AMBULANZE HI-TECH CON GEO-LOCALIZZATORE E PULSANTE D’ALLARME

«Complimenti a Vincenzo De Luca governatore che solo pochi giorni fa aveva dichiarato che le aggressioni al personale sanitario non riguardano solo la Campania, non dipendono dalle liste di attesa troppo lunghe ma sono dettate da un senso di impunità da parte di chi compie questi atti: sono dei delinquenti. Conoscevamo poco di questo governatore e quello che conoscevamo era filtrato da una simpatica ma fuorviante imitazione televisiva. Certo non gli fa difetto il parlare chiaro e deciso. I termini senso di impunità e delinquenti li condividiamo in pieno avendoli peraltro evidenziati in molti dei nostri comunicati e delle interviste rilasciate a margine della nostra battaglia di civiltà contro le aggressioni ai medici. Ma non gli fa difetto neanche la capacità operativa visto che ha iniziato a dare risposte concrete e non si è limitato a convocare osservatori e comitati».

«Siamo vicini ai nostri colleghi della Cisl Medici Campania che continuano a fare sentire la loro voce in un contesto ambientale difficilissimo e per questo il loro impegno è ancora più apprezzato» conclude il comunicato della Cisl Medici Lazio che auspica l’adozione di misure concrete anche in questa regione.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Covid-19, Cifaldi (Cisl Medici Lazio): «Servono misure eccezionali per far fronte alla situazione»
«Quello che sta accadendo è la prova provata che non si sta investendo nella medicina territoriale e neanche nei dipartimenti di prevenzione cioè quelli che si occupano di igiene pubblica» dichiara in un comunicato Luciano Cifaldi, segretario generale della Cisl Medici Lazio. «Vorremmo che qualcuno ci spiegasse a cosa serve fare migliaia di tamponi se […]
Napoli, Zuccarelli (Omceo): «La città è malata, serve responsabilità o presto ci saranno centinaia di morti»
Lancia un forte appello alla responsabilità collettiva Bruno Zuccarelli, vice presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli. «Non rendiamo vana la sofferenza dei mesi scorsi, altrimenti molto presto saremo costretti a vedere sfilate di carri militari impegnati a trasportare altrove le bare dei nostri cari. Il Covid non lascia seconde occasioni, i nostri medici lo sanno bene»
«Ammirazione per il medico di Aosta che ha violato la quarantena per salvare una vita»
di Luciano Cifaldi, primario oncologo, segretario generale della Cisl Medici Lazio
di Luciano Cifaldi, Segretario generale Cisl Medici Lazio
«Che fine hanno fatto le altre malattie?»
di Luciano Cifaldi, oncologo, Segretario generale Cisl Medici Lazio
di Luciano Cifaldi, Segretario generale Cisl Medici Lazio
Pancreas, impiantata protesi biodegradabile al Caldarelli di Napoli
È la prima volta in Campania. Il Direttore generale dell'ospedale Giuseppe Longo: «Intervento d’eccellenza e segno tangibile di un’assistenza di altissima qualità che non si è mai fermata»  
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 30 ottobre, sono 45.041.948 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.181.321 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 29 ottobre: Ad oggi in I...
Salute

Covid-19, chi sono e cosa devono fare i contatti stretti di un positivo? Il vademecum del Ministero della Salute

In quali casi si può parlare di "contatto stretto"? Il Ministero della Salute spiega tutte le possibili situazioni in cui ci si può trovare
Salute

Covid-19, il virologo Palù: «Vi spiego perché non sempre gli asintomatici sono da considerare malati»

Il virologo veneto, già Presidente della Società Europea di Virologia, spiega dove si può intervenire per contenere i contagi: «Stop alla movida, contingentare gli ingressi nei supermercati e ridu...