Salute 15 Ottobre 2018

Oculistica e oftalmologia, nuove terapie e stato assistenziale in Italia. Il punto al Congresso ESASO e AIMO

Terapie all’avanguardia, innovazioni chirurgiche e nuovi approcci assistenziali in occasione del 18° Congresso dell’European School for Advanced Studies in Ophthalmology e del 9° Congresso dell’Associazione Italiana Medici e Oculisti

Si è da poco concluso il 18° Congresso dell’European School for Advanced Studies in Ophthalmology Retina Accademy (ESASO), prestigioso punto di riferimento internazionale in oftalmologia, che ha riunito professionisti, istituzioni e società scientifiche più importanti del settore. Una due giorni, organizzata a Varsavia in Polonia, che ha visto al centro dei dibattiti il focus sulla retinopatia diabetica, la degenerazione maculare dell’occhio legata all’età (AMD) e l’imaging (produzione e riproduzione dell’immagine visiva).

Ad aprire i lavori Francesco Bandello, Presidente del Congresso e Membro del consiglio di fondazione ESASO, insieme a Borja Corcóstegui, Presidente del Consiglio di fondazione ESASO e membro del consiglio di fondazione dell’Istituto di microchirurgia oculare (IMO). Al termine dei lavori è emersa la volontà, da parte di tutti i partecipanti, di incentivare un percorso clinico integrato per i pazienti con retinopatia diabetica ed edema maculare da implementare presso le autorità sanitarie locali italiane.

LEGGI ANCHE: I SEI PASSI DEGLI OCULISTI G.O.A.L. PER FAR LUCE SULLE MALATTIE RARE DELL’OCCHIO

«Fare rete tra realtà ambulatoriali territoriali, enti ospedalieri e centri di ricerca è fondamentale ed è anche una esigenza molto sentita dalla nostra professione» aveva dichiarato, nel corso di un’intervista su Libero, Danilo Mazzacane, oculista e segretario della società scientifica Gruppo Oculisti Ambulatoriali Liberi (GOAL), che ha partecipato attivamente al Congresso di Varsavia e membro del Consiglio direttivo dell’Associazione Italiana Medici Oculisti (AIMO).

Per un ulteriore approfondimento sui temi oftalmologici e sullo stato assistenziale di queste patologie in Italia, l’associazione A.I.M.O. organizza a Roma il 9° Congresso nazionale il 18 e 19 ottobre, per fare il punto sulle tematiche oculistiche e oftalmologiche più attuali. Oftalmologia pediatrica, glaucoma, cataratta, epifora e nuove terapie saranno tra gli argomenti più discussi oggetto di dibattito e confronto.

 

Articoli correlati
Oftalmologia, arriva dalla Sicilia la terapia innovativa per l’edema maculare diabetico
La cura che migliora la qualità della vita e riduce i costi a carico del SSN, Chines (SIFI):  «Per i pazienti una sola infiltrazione intravitreale ogni tre anni e non più una ogni tre mesi»
di Isabella Faggiano
Sifi annuncia l’espansione sul mercato francese con l’acquisizione di Dacudoses e Novoptine
SIFI, la principale società farmaceutica oftalmica italiana, è lieta di annunciare l’acquisizione da Laboratoire Gifrer Barbezat di Dacudoses e Novoptine, marchi leader tra gli antisettici oftalmici in Francia, con un fatturato totale di circa 6 milioni di euro. Dacudoses è il marchio leader negli antisettici da prescrizione rimborsati in Francia, prescrivibile da oftalmologi e medici […]
Lombardia, sospeso lo stato di agitazione dei sindacati medici. Incontro in Regione fissato per il 24 maggio
«È dal mese di marzo che attendiamo una risposta da Fontana e Gallera, - spiega Danilo Mazzacane CISL Medici - fino ad allora non parteciperemo ad altri incontri. Abbiamo l’esigenza di capire l’indirizzo di Regione Lombardia e far passare ai medici il messaggio su quanto contano per le Istituzioni»
di Federica Bosco
Carenza medici, in Lombardia sindacati proclamano agitazione. Mazzacane (Cisl medici): «Aspettiamo convocazione dal 25 marzo»
«Il problema fondamentale è che i medici sono abbandonati e non esiste un sistema di relazione sindacale», spiega Danilo Mazzacane, segretario Cisl medici Lombardia che aggiunge: «La riforma regionale così come è stata pensata presenta delle evidenti criticità, regione investa nella sanità pubblica»
di Federica Bosco
Alice nel Paese delle Meraviglie soffriva di emicrania, o di epilessia
La “Sindrome di Alice” è un disturbo neurologico che colpisce la percezione visiva: il proprio corpo si ingrandisce o si rimpicciolisce, le distanze vengono percepite in modo errato, il senso del tempo o della velocità può essere distorto. Sintomi che sono stati rintracciati in pazienti che soffrono di cefalee o di epilessia. Ne abbiamo parlato con la dottoressa Raffaella Morreale Bubella, consigliere del Gruppo oculisti ambulatoriali liberi (Goal)
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Lo psicologo di famiglia è un diritto riconosciuto dalla legge. Alle Regioni il compito di trovare accordi con gli MMG

La norma inserita nel Dl Calabria. Lazzari (Cnop): «Gli psicologi saranno al servizio dei cittadini anche nell’ambito delle cure primarie, accanto ai medici di medicina generale ed ai pediatri di l...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Contratto medici e unificazione fondi: ecco cosa sta succedendo all’Aran

Il nuovo pomo della discordia è l’unificazione dei fondi della dirigenza medica, sanitaria non medica e delle professioni sanitarie. Palermo (Anaao-Assomed): «A guadagnarci sono i medici». Quici ...
Salute

Boom di denunce per “malpractice”, i chirurghi non ci stanno: «Nessuno vuole fare più questo mestiere»

Dei 35mila procedimenti che si aprono ogni anno oltre il 90% si risolvono in un nulla di fatto. Il Presidente del Collegio Italiano dei Chirurghi (CIC), Filippo La Torre: «Serve legge che regoli la m...