Professioni Sanitarie 25 Febbraio 2019 18:28

Terapisti occupazionali, Michele Senatore (Aito): «Aiutiamo la persona a riacquistare dignità e autonomia nel proprio contesto di vita»

I professionisti inclusi nella legge Lorenzin ma esclusi dalla Gelli-Bianco. il presidente Aito, Associazione Italiana Terapisti Occupazionali: «Vorremmo avere la possibilità di essere riammessi. L’attuale esclusione impedisce alla nostra Associazione di stilare le linee guida che definiscono le competenze del terapista occupazionale»

di Isabella Faggiano

«Alla soglia dei 60 anni un ictus lo ha reso disabile. A causa della malattia ha dovuto rinunciare al suo lavoro di medico. Presto è arrivata anche la depressione, il rifiuto di alzarsi dal letto, di lavarsi, di svolgere anche le più semplici attività quotidiane». È Michele Senatore, presidente dell’Associazione Italiana Terapisti Occupazionali, Aito, a raccontare la storia di uno dei pazienti che, grazie all’aiuto del terapista occupazionale, ha ritrovato la sua voglia di vivere.

«Condurre l’individuo verso la massima autonomia di cui è capace – ha spiegato Senatore – è tra le nostre principali attività. Il nostro motto è il “fare”: lavoriamo attraverso attività di vita quotidiana, ludiche e ricreative. Aiutiamo la persona a riacquistare la sua dignità nel proprio contesto di vita». Ed è proprio grazie a questo percorso, un cammino alla riconquista di autonomia e dignità, che il 60enne colpito da ictus ha ripreso in mano la sua esistenza. «Durante i nostri colloqui – ha raccontato il presidente Aito – abbiamo cercato di far riemergere una sua vecchia passione, uno stimolo che lo inducesse ad alzarsi da quel letto. Ben presto, ha ricordato quei giorni della sua adolescenza trascorsi ad impagliare sedie. Ha voluto ricominciare a dedicarsi a questo hobby e, per farlo, ha dovuto imparare a prendersi cura di sé – a lavarsi, a vestirsi, a preparare la colazione – facendo i conti con le disabilità cognitive e fisiche acquisite dopo l’ictus. Pian piano, poi, si è spinto anche oltre, verso un’indipendenza maggiore: ha voluto varcare la soglia di casa per imparare ad uscire e comprare, in totale autonomia, tutto l’occorrente necessario al suo hobby».

Così come previsto da D.M. 136 del ‘97 il terapista occupazionale provvede, oltre che alla riabilitazione ed alla cura, anche alla prevenzione. Questa categoria di professionisti sanitari è ormai “ordinata” dalla legge Lorenzin e, quindi, sottoposta all’ obbligo di istituire un proprio albo: «Siamo attivi in tutte le Regioni per sostenere la costituzione del nuovo assetto professionale – ha detto Senatore -. Contemporaneamente – ha continuato il Presidente Aito – siamo impegnati anche sul fronte della legge Gelli-Bianco. Il 6 novembre è stata pubblicata la delibera con l’elenco delle associazioni e società tecnico scientifiche e, purtroppo, con rammarico abbiamo scoperto di non essere stati inclusi. Le motivazioni sono da ritrovarsi in una errata presentazione della documentazione, cosicché abbiamo inoltrato una richiesta formale al ministero della Salute per capire se c’è la possibilità di essere ammessi nel più breve tempo possibile. L’attuale esclusione ci impedisce, come Aito di stilate le linee guida di competenza del terapista occupazionale nei vari ambiti di prevenzione, cura e riabilitazione, anche se siamo presenti come categoria all’interno di diverse società scientifiche già incluse nell’elenco pubblicato».

Ma non è l’unica sfida con cui i terapisti si trovano a fare i conti: «Abbiamo un grosso problema con le università. Nel sud Italia non c’è alcuna possibilità di formarsi per esercitare questa professione. Da poco è stato attivato un corso di laurea in Sicilia, a Troina, ma è l’unico esempio di tutto il mezzogiorno. Una carenza seria – ha concluso Senatore – che può essere risolta solo con un’opera di sensibilizzazione, facendo comprendere alle istituzioni che gestiscono la formazione che c’è carenza di terapisti occupazionali in tutte le Regioni d’Italia».

 

Articoli correlati
Ritardi o omissione delle cure a causa della pandemia, chi ne risponderà legalmente?
L’analisi del professore Antonio Oliva, associato di Medicina Legale all’università Cattolica: «Le aziende ospedaliere potrebbero essere chiamate in causa per il risarcimento del danno per colpa organizzativa»
di Isabella Faggiano
Rischio clinico, oltre 300mila download per il manuale promosso da Fondazione Italia in Salute
Pubblicato da Springer, fornisce le basi metodologiche della gestione del rischio. Il presidente Gelli: «Tema sempre più attuale»
Terapisti occupazionali. Gli obiettivi Aito 2021, il neo Presidente Parone: «Aumentare il numero dei professionisti e creare una rete internazionale»
Nonostante la recente istituzione di albi e ordini, l’Associazione italiana terapisti occupazionali ha conservato il suo numero di iscritti. Parone: «Questa è la dimostrazione dell’impegno del precedente consiglio direttivo. Continueremo il loro lavoro»
di Isabella Faggiano
Responsabilità professionale e Covid-19, Frittelli: «Proporremo al Parlamento modifiche a Legge Gelli»
Dal Forum Risk Management in sanità arriva la richiesta di adattare la legge Gelli al contesto straordinario dettato dalla pandemia. L'avvocato Hazan: «In questi giorni passi avanti sui decreti attuativi»
Terapisti occupazionali, Casu (Aito): «Stress da Covid-19 non quantificabile, ma “occupazioni” significative alimentano benessere mentale»
Il presidente Aito: «Al nuovo direttivo auguro di riuscire a condurre la professione nel team di prevenzione, cura e riabilitazione e di creare rete con studenti, mondo universitario e società scientifiche»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 1 marzo, sono 114.078.673 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.531.004 i decessi. Ad oggi, oltre 239,60 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolta con un d...
Diritto

Se l’operatore sanitario non è vaccinato può essere licenziato? E in caso di contagio sul lavoro, l’INAIL paga? Le risposte dell’esperto

La campagna vaccinale contro il Covid-19 continua tra mille difficoltà. Cosa succede al lavoratore che rifiuta di vaccinarsi? L’azienda può prendere provvedimenti? Parla l’avvocato Andrea Marzia...