Professioni Sanitarie 4 Novembre 2019

Roma, Simedet a Congresso il 7 e 8 novembre. Speranza: «Utile occasione di confronto per le professioni sanitarie»

Tra i temi del Congresso, che si svolgerò all’Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenefratelli, sepsi, infezioni ospedaliere e tromboembolismo venoso

«Desidero esprimere il mio apprezzamento per l’iniziativa che rappresenterà un’utile occasione di confronto per le Professioni Sanitarie». Con queste parole il Ministro della Salute Roberto Speranza manda un messaggio agli operatori della sanità che il 7 e 8 novembre si riuniranno a Roma all’Ospedale “San Giovanni Calibita” Fatebenefratelli per il Congresso della Simedet, Società italiana di Medicina diagnostica e terapeutica presieduta da Fernando Capuano che, tra le prime in Italia, raccoglie al suo interno medici e professioni sanitari valorizzando il tema della multidisciplinarietà in sanità.

Nel messaggio il Ministro Speranza esprime il suo apprezzamento per gli aspetti multidisciplinari e multiprofessionali dell’iniziativa che affronta diverse tematiche di grande rilievo scientifico quali “Le Infezioni da germi resistenti. Un lavoro interdisciplinare” e il “Tromboembolismo venoso. Un approccio multidisciplinare”. All’apertura dei lavori il prossimo 7 novembre sarà ricordata la figura del Prof. Fernando Aiuti, Presidente del Comitato Scientifico della Simedet, con una targa alla memoria che sarà consegnata ai familiari intervenuti.

LEGGI ANCHE: PRONTO SOCCORSO, LA PROPOSTA DELLA SIMEDET: «MEDICI INTERNISTI SVOLGANO SEI MESI DI FORMAZIONE IN MEDICINA D’URGENZA»

Tra i temi centrali del Congresso quello delle infezioni da sepsi: ogni anno, nel mondo, 20-30 milioni di persone sono colpite da sepsi e si calcola che, ogni pochisecondi, una persona muoia di sepsi. All’origine della sepsi vi è un’infezione che può determinare una disfunzione multi-organo, spesso alla base della mortalità. È quindi chiaro come un trattamento quanto più precoce, aggressivo e tempestivo, sia alla base del miglioramento in termini dell’outcome di mortalità.

Altro tema del Congresso, è quello delle infezioni correlate all’assistenza (ICA), acquisite in tutto l’ambito assistenziale, ospedaliero e domiciliare, quindi veicolato da personale che presta l’assistenza ovvero dai presidi impiegati per l’assistenza stessa, causa di malattie severe se, non addirittura, mortali. Uno studio nazionale di prevalenza, a tal proposito, ha rilevato che circa 6,3 pazienti ogni 100, in ambito ospedaliero e un paziente ogni 100 in ambito domiciliare si ammala di infezione correlata all’assistenza.

Articoli correlati
Speranza: «Durante le feste stop a spostamenti tra regioni e tra comuni. Vaccino non sarà obbligatorio»
Il Ministro della Salute, al Senato, avverte: «Se abbassiamo la guardia la terza ondata è dietro l’angolo, non dobbiamo perdere la memoria». Poi spiega: «Il modello della classificazione delle regioni sta funzionando, puntiamo a portare incidenza a 50 casi ogni 100mila abitanti». Sui vaccini: «L'Italia ha opzionato al momento 202.573.000 dosi, probabile che serviranno due dosi a testa»
Tre anni di Simedet, l’appello di Capuano a Speranza: «Multidisciplinarietà entri nella formazione obbligatoria dei corsi di laurea»
«Nella "ricostruzione" dei modelli organizzativi territoriali del nostro SSN le Professioni Sanitarie vanno ascoltate e rese partecipi proprio per prevenire le prossime emergenze sanitarie e per la gestione del post Covid-19» spiega il Presidente della Società di Medicina Diagnostica e Terapeutica
Chi resta in zona rossa? La nuova ordinanza. Speranza: «Dati incoraggianti»
Quattro regioni restano in zona rossa, due in zona arancione. L'ordinanza di Speranza anticipa i dati di oggi. Sui vaccini si vede la luce in fondo al tunnel
Speranza alla Camera: «Parametri condivisi con Regioni da aprile. Nessuna punizione»
Speranza spiega che i dati hanno imposto le decisioni della Cabina di regia e ricorda la carenza di personale sanitario come vulnus principale
Proteste dalle Regioni rosse e arancioni. Speranza: «Non c’è spazio per polemiche»
Fontana lo ha definito «uno schiaffo ai lombardi», Musumeci accusa «strategie politiche» sulla Sicilia, Spirlì contro la Calabria rossa impugna l'ordinanza
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 3 dicembre, sono 64.527.868 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.493.348 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 3 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli