Professioni Sanitarie 29 Settembre 2020 10:55

Professioni sanitarie, prima storica votazione per le CdA nazionali. Tutti i risultati

Con la conclusione della procedura le professioni afferenti alla FNO TSRM e PSTRP avranno la loro rappresentanza nazionale. Il Presidente Alessandro Beux: «Per i Tecnici ortopedici, per i quali a causa di alcuni vizi di forma nelle candidature non abbiamo potuto procedere, recupereremo quanto prima»

Professioni sanitarie, prima storica votazione per le CdA nazionali. Tutti i risultati

È stata una tre giorni storica quella appena trascorsa per le professioni sanitarie afferenti all’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione. Si sono svolte infatti le prime elezioni delle Commissioni d’Albo nazionali delle singole professioni, l’organo di rappresentanza nazionale della professione. Si tratta dell’ultimo passaggio prefigurato dalla legge 3 del 2018 che ha portato all’istituzione dell’Ordine.

Grande soddisfazione da parte del presidente della FNO TSRM e PSTRP Alessandro Beux: «Nella notte si è concluso lo scrutinio delle schede e sono risultate elette 18 Commissioni d’albo nazionali, con le quali ci congratuliamo e alle quali auguriamo un sereno e proficuo lavoro. Per i Tecnici ortopedici, per i quali a causa di alcuni vizi di forma nelle candidature non abbiamo potuto procedere, recupereremo quanto prima».

BEUX: «IMPORTANTE RISULTATO»

Le norme di distanziamento hanno reso più complicato del previsto l’organizzazione delle votazioni che si sono svolte a Roma: in base al Decreto del Ministero della Salute del 4 giugno 2020 avevano diritto di voti i presidenti delle Commissioni d’Albo territoriali, eletti invece nella tornata dell’autunno 2019. Ciascun presidente disponeva di un voto per ogni 100 iscritti e frazione di almeno 50 iscritti al rispettivo albo: nel caso in cui gli iscritti al rispettivo albo siano meno di 100 il presidente della commissione di albo territoriale dispone comunque di un voto.

«Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo importante risultato, non scontato in questo periodo storico, che garantisce alle singole professioni la loro massima rappresentanza istituzionale – ha concluso Beux -. Nei prossimi giorni, sulla base di quel che ci verrà consegnato dalla Commissione elettorale, procederemo con i previsti adempimenti formali».

I CANDIDATI

In tutto 242 i candidati, secondo i dati elaborati da Angelo Mastrillo (Segretario della Conferenza Nazionale Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie): a fare la parte del leone il Lazio e la Lombardia (33 e 26 candidati). L’età media dei candidati era di 49 anni: i più giovani i Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica (41 anni), i meno giovani i dietisti (60 anni). In generale il più giovane candidato aveva 23 anni, il più grande 83 anni. Nella maggior parte delle professioni c’era solo una lista candidata. Due liste contrapposte si affrontavano tra i podologi, i Tecnici della Fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione vascolare, gli Assistenti sanitari e i Tecnici di Radiologia Medica. Tre liste in lizza tra gli Educatori professionali e i Tecnici di Laboratorio biomedico. . Questi tutti i nomi dei candidati. 

I RISULTATI

La Federazione TSRM e PSTRP ha pubblicato giovedì 1 ottobre i risultati delle votazioni. Tra i Tecnici Sanitari di Radiologia Medica vince la Lista Progresso, mentre tra i Tecnici di Laboratorio Biomedico a prevalere è stata la Lista Insieme. Tra i Podologi  ha raccolto più voti la lista Podologia 2020, mentre è stata la Lista “Assieme” a prevalere tra gli Assistenti Sanitari. Tra gli Educatori professioni vince la Lista “2 Ottobre”. “Uniti per la professione del cuore” è la Lista vincente tra I Tecnici della Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione cardiovascolare. Per tutte le altre professioni c’era solo una lista in corsa. A questo link tutti i risultati.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
PNRR, le proposte FNO TSRM-PSTRP. Calandra: «Fondamentali gli standard del fabbisogno di personale»
In un documento le proposte della federazione che racchiude 19 professioni sanitarie: si punta su formazione universitaria, case della salute e telemedicina. La presidente Calandra: «L’obiettivo è quello di un costante miglioramento nei processi di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione»
di Francesco Torre
Privacy e professioni sanitarie, tema sensibile sotto la lente di ingrandimento di FNO TSRM PSTRP e Ordine degli Avvocati di Roma
Il 27 aprile in Corte di Cassazione a Roma il convegno su “il manager della privacy in sanità”. Calandra: (FNO TSRM PSTRP): «Argomento sensibile che merita ampia riflessione». L’avvocato Perciballi: «Tema della privacy e del segreto professionale essenziale nel rapporto di fiducia tra il professionista sanitario e la persona assistita»
FNO TSRM PSTRP, arrivano gli indennizzi per i familiari dei professionisti deceduti per Covid
La Presidente Teresa Calandra: «Segno di riconoscimento per le famiglie degli iscritti vittime di coronavirus»
Presentata al 14th World Conference on Bioethics, Medical Ethichs and Health Law la Costituzione etica della FNO TSRM PSTRP
La Conferenza mondiale di Bioetica dell'UNESCO è un appuntamento mondiale, in cui i partecipanti di professioni differenti discutono di bioetica, etica medica e diritto sanitario. A portare la Costituzione etica oltre i confini nazionali sono stati per la FNO TSRM e PSTRP Antonio Cerchiaro, componente del Comitato centrale e delegato per l’Etica e deontologia, e Laila Percibali, Referente rapporti con la Cittadinanza
Via libera al 5° Piano nazionale per la tutela dell’età evolutiva. Ecco tutte le novità
Con Andrea Bonifacio, presidente della Commissione d’Albo Nazionale dei Terapisti della neuropsicomotricità dell’età evolutiva approfondiamo il ruolo dei professionisti sanitari nell’applicazione del Piano, la centralità del terapista della neuropsicomotricità dell’età evolutiva, proponendo possibili soluzioni alla grave carenza organica sia in ambito ospedaliero, che a livello territoriale
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale
Covid-19, che fare se...?

Per quanto tempo si rimane contagiosi?

È la domanda da un milione di dollari, la cui risposta può determinare le scelte sulla futura gestione della pandemia. Tuttavia, non c'è una riposta univoca...