Professioni Sanitarie 29 Settembre 2020

Professioni sanitarie, prima storica votazione per le CdA nazionali. Tutti i risultati

Con la conclusione della procedura le professioni afferenti alla FNO TSRM e PSTRP avranno la loro rappresentanza nazionale. Il Presidente Alessandro Beux: «Per i Tecnici ortopedici, per i quali a causa di alcuni vizi di forma nelle candidature non abbiamo potuto procedere, recupereremo quanto prima»

Immagine articolo

È stata una tre giorni storica quella appena trascorsa per le professioni sanitarie afferenti all’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione. Si sono svolte infatti le prime elezioni delle Commissioni d’Albo nazionali delle singole professioni, l’organo di rappresentanza nazionale della professione. Si tratta dell’ultimo passaggio prefigurato dalla legge 3 del 2018 che ha portato all’istituzione dell’Ordine.

Grande soddisfazione da parte del presidente della FNO TSRM e PSTRP Alessandro Beux: «Nella notte si è concluso lo scrutinio delle schede e sono risultate elette 18 Commissioni d’albo nazionali, con le quali ci congratuliamo e alle quali auguriamo un sereno e proficuo lavoro. Per i Tecnici ortopedici, per i quali a causa di alcuni vizi di forma nelle candidature non abbiamo potuto procedere, recupereremo quanto prima».

BEUX: «IMPORTANTE RISULTATO»

Le norme di distanziamento hanno reso più complicato del previsto l’organizzazione delle votazioni che si sono svolte a Roma: in base al Decreto del Ministero della Salute del 4 giugno 2020 avevano diritto di voti i presidenti delle Commissioni d’Albo territoriali, eletti invece nella tornata dell’autunno 2019. Ciascun presidente disponeva di un voto per ogni 100 iscritti e frazione di almeno 50 iscritti al rispettivo albo: nel caso in cui gli iscritti al rispettivo albo siano meno di 100 il presidente della commissione di albo territoriale dispone comunque di un voto.

«Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo importante risultato, non scontato in questo periodo storico, che garantisce alle singole professioni la loro massima rappresentanza istituzionale – ha concluso Beux -. Nei prossimi giorni, sulla base di quel che ci verrà consegnato dalla Commissione elettorale, procederemo con i previsti adempimenti formali».

I CANDIDATI

In tutto 242 i candidati, secondo i dati elaborati da Angelo Mastrillo (Segretario della Conferenza Nazionale Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie): a fare la parte del leone il Lazio e la Lombardia (33 e 26 candidati). L’età media dei candidati era di 49 anni: i più giovani i Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica (41 anni), i meno giovani i dietisti (60 anni). In generale il più giovane candidato aveva 23 anni, il più grande 83 anni. Nella maggior parte delle professioni c’era solo una lista candidata. Due liste contrapposte si affrontavano tra i podologi, i Tecnici della Fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione vascolare, gli Assistenti sanitari e i Tecnici di Radiologia Medica. Tre liste in lizza tra gli Educatori professionali e i Tecnici di Laboratorio biomedico. . Questi tutti i nomi dei candidati. 

I RISULTATI

La Federazione TSRM e PSTRP ha pubblicato giovedì 1 ottobre i risultati delle votazioni. Tra i Tecnici Sanitari di Radiologia Medica vince la Lista Progresso, mentre tra i Tecnici di Laboratorio Biomedico a prevalere è stata la Lista Insieme. Tra i Podologi  ha raccolto più voti la lista Podologia 2020, mentre è stata la Lista “Assieme” a prevalere tra gli Assistenti Sanitari. Tra gli Educatori professioni vince la Lista “2 Ottobre”. “Uniti per la professione del cuore” è la Lista vincente tra I Tecnici della Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione cardiovascolare. Per tutte le altre professioni c’era solo una lista in corsa. A questo link tutti i risultati.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Abusivismo nello sport, Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Avviato percorso di verifica e regolarizzazione professionisti sanitari»
Dopo la lettera al Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora e al Presidente FIGC Gabriele Gravina, arriva l’annuncio di Alessandro Beux che aveva giudicato «inammissibile che le Federazioni sportive possano annoverare, tra gli iscritti agli albi e ai ruoli del proprio Settore tecnico, professionisti sanitari che non risultano anche iscritti agli albi o agli elenchi speciali a esaurimento degli Ordini professionali»
Fno Tsrm-Pstrp: «Non solo medici. Scuole devono poter contare sul contributo di tutte le professioni sanitarie»
Per migliorare il legame tra istruzione e sanità: integrare le attività didattiche con incontri tra diversi professionisti sanitari e gli studenti
Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Contenziosi in aumento, fare presto su tavolo di conciliazione»
Il presidente della FNO TSRM e PSTRP: «L’ospedale si attiva quando il territorio ha perso. Prima, sempre e ovunque viene il territorio; solo dopo, solo quando serve e solo laddove è necessario si attiva l’ospedale»
Professioni sanitarie, i numeri della FNO TSRM e PSTRP: oltre 151mila iscritti agli Albi, quasi 22mila agli elenchi speciali
In una lettera ai presidenti provinciali e al Ministero della Salute il Presidente Alessandro Beux ha voluto ricordare l'anniversario del primo luglio 2018, giorno dell'apertura delle iscrizioni: «Numeri impressionanti, in termini assoluti e relativi; numeri che testimoniano l’affidabilità sia di coloro che, prima, li hanno stimati sia di coloro che, dopo, li hanno determinati»
Infermiere di famiglia, De Palma: «Non limitarlo ad assistenza domiciliare». Beux: «Attenti a sovrapposizioni con assistente sanitario»
Nel corso delle audizioni in Senato, il presidente del sindacato Nursing Up Antonio De Palma chiede l’istituzione di una “Convenzione nazionale” sul modello dei medici di famiglia. Per il presidente del maxi ordine delle professioni sanitarie Alessandro Beux il territorio va rafforzato anche con altre figure professionali che garantiscano un ampio ventaglio di prestazioni, dalla riabilitazione alla diagnostica
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 22 ottobre, sono 41.243.013 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.131.528 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 21 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Ecm

ECM, De Pascale (Co.Ge.APS): «Entro fine anno azzereremo posizioni arretrate e Ordini potranno certificare formazione»

Il presidente del Co.Ge.APS racconta a Sanità Informazione i mesi appena trascorsi e anticipa il cambiamento di forma giuridica che il Consorzio avrà dal prossimo anno. E sulla riforma del sistema E...