Professioni Sanitarie 18 Maggio 2021 12:02

Per la logopedia ogni età è quella giusta

Rossetto (CNDA): «Grazie alle numerose evidenze scientifiche raccolte in materia, i nostri interventi sono sempre più mirati ed efficaci: promuoviamo la suzione non nutritiva tra i neonati, trattiamo i disturbi del linguaggio dell’età evolutiva e della terza età. In prima linea anche nel trattamento degli effetti del Long Covid»

di Isabella Faggiano

Neonati che non hanno il naturale riflesso della suzione, bambini e adolescenti che non pronunciano correttamente le parole, anziani che non riescono più a deglutire in modo corretto. Sono solo alcuni esempi di pazienti per i quali è indicato, così come dimostrato da numerose evidenze scientifiche, un intervento logopedico. «Il Logopedista – spiega Tiziana Rossetto, presidente della Commissione Nazionale d’Albo dei Logopedisti -, è una figura professionale che opera a 360°, in modo trasversale, in tutte le fasi della vita»

Logopedia neonatale

L’allattamento al seno è raccomandato dall’OMS e dall’UNICEF, ma è una pratica ancora troppo poco diffusa in Italia, soprattutto tra i bambini ricoverati. Per questo, è stato realizzato un gruppo multidisciplinare per l’allattamento al seno, coordinato dalla FNO, che coinvolge diversi professionisti sanitari, tra i quali spicca la figura del logopedista. «Le nostre competenze professionali – sottolinea Rossetto – ci permettono di valutare i disordini oro alimentari che colpiscono i neonati prematuri e i neonati critici della terapia intensiva neonatale. Il logopedista, con il suo intervento, promuove la suzione non nutritiva, condizione di base per avviare il neonato alla suzione nutritiva».

Logopedia dell’età evolutiva

I bambini nati prematuri o affetti da patologie fin dalla tenerissima età, dunque, saranno presi in carico dal logopedista già in epoca neonatale, per poi essere monitorati durante tutte le fasi di crescita. «Tuttavia – dice la presidente della CNDA Logopedisti -, nell’età evolutiva possono comparire disturbi primari del linguaggio, che impediscono al bambino di avere una comunicazione aderente agli standard della sua età, pur in assenza di altre problematiche. In questo caso, il logopedista attua degli interventi specifici che consentiranno al bambino di sviluppare un’interazione adeguata. Ritardi o alterazioni del linguaggio possono presentarsi anche come conseguenza di disturbi neurologici o cognitivi. Nel “linguaggio” sono incluse anche la lettura e la scrittura, in quanto questi bambini sono più a rischio di sviluppare disturbi specifici dell’apprendimento (DSA)».

Logopedia e Covid-19

In questo periodo di pandemia i logopedisti hanno lavorato in prima linea, accanto ai pazienti sottoposti a ventilazione invasiva. «A seguito dell’estubazione è frequente che si presentino problemi di disfagia. Ma se in una prima fase della pandemia i logopedisti sono stati impegnati soprattutto con i pazienti dimessi dalla terapia intensiva – aggiunge Rossetto -, oggi siamo molto concentrati pure sugli effetti del Long Covid. Tra i vari sintomi descritti sono emerse difficoltà nella comunicazione, disorientamento, disturbi della memoria e anomie. Problematiche per le quali è richiesto anche l’intervento del logopedista».

Logopedia nella terza età

L’Italia è un Paese longevo: ma quando si vive più a lungo è molto probabile che ci si ammali di più. «Alzheimer, Parkinson, decadimento cognitivo, demenze sono tra le problematiche più diffuse nella terza età. E numerosi dati hanno dimostrato che l’intervento logopedico è in grado di migliorare la qualità della vita di questi pazienti. In particolare – sottolinea la presidente della CNDA – per il trattamento dei malati di Parkinson abbiamo tradotto le linee guida olandesi, grazie alle quali prendiamo in carico il paziente fin dall’inizio della malattia, lavorando sia sulla fonazione che sulla capacità di gestire l’alimentazione. Numerose Regioni stanno promuovendo percorsi terapeutici che agevolano il nostro intervento: di recente, il Veneto ha creato una mappa delle demenze, delineando la tempestività con cui il logopedista deve prendere in carico questi pazienti. Un lavoro reso ogni giorno più efficace dalle numerose ricerche ed evidenze scientifiche raccolte in materia che aiutano il professionista ad ottimizzare il suo lavoro ma, soprattutto – conclude Rossetto -, assicurano al cittadino le migliori cure».

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Virus respiratorio sinciziale, con anticorpo monoclonale alla nascita -70% di ricoveri
La somministrazione alla nascita di un farmaco contenente anticorpi contro il virus respiratorio sinciziale ha ridotto di circa il 70% i ricoveri nei bambini con meno di 6 mesi, in Lussemburgo, dove è stato introdotto questo programma di immunizzazione. Questi sono i dati che emergono da un'analisi coordinata dal ministero della Salute lussemburghese, i cui risultati sono stati pubblicati su Eurosurveillance
Diabete di tipo 1, se compare in bimbi under 10 ruba 16 anni di vita
L'Italia è il primo paese al mondo ad aver istituito uno screening del diabete di tipo 1 che come prima e importante conseguenza positiva consentirà di prevenire la chetoacidosi. Oggi infatti il 40% delle diagnosi di diabete di tipo 1 avviene in ritardo a seguito di un esordio drammatico, Senza contare che, quando la malattia ha un esordio precoce, prima dei 10 anni di età, si possono arrivare a perdere ben 16 anni di aspettativa di vita. Questi sono i messaggi lanciati da Valentino Cherubini, presidente della Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (Siedp) che lancia un appello in occasione della Giornata Mondiale del Diabete che si celebra domani
di V.A.
Allarme antibiotico-resistenza, molti farmaci non funzionano più contro comuni infezioni infantili
Uno studio dell'Università di Sidney ha concluso che molti farmaci per il trattamento di infezioni comuni nei bambini e nei neonati non sono più efficaci in gran parte del mondo.L'allarme è stato lanciato sulla rivista The Lancet Regional Health Southeast Asia
Scuola: logopedisti, in vacanza passatempi in famiglia per prepararsi alla Primaria
Il passaggio dalla scuola dell’infanzia alla “scuola dei grandi” può essere favorito dalla preparazione alle abilità di letto-scrittura, a vantaggio di un migliore rendimento scolastico o dell’intercettazione di piccoli con difficoltà di apprendimento. La Federazione dei Logopedisti (www.fli.it) sensibilizza alla problematica, invitando questa estate mamma, papà e bimbi a fare tanti giochi in famiglia
«Asma, il quartiere e l’inquinamento incidono sulla gravità. Anche nei bambini»
Simona Barbaglio, presidente dell’Associazione Nazionale Pazienti Respiriamo Insieme, commenta a Sanità Informazione i risultati di uno studio realizzato in USA e presentato alla Conferenza Internazionale ATS 2023, il quale mostra una forte associazione tra il quartiere di residenza, qualità dell'aria e rischio di riacutizzazioni dell'asma nei bambini
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Cirrosi epatica, i pazienti chiedono meno burocrazia e maggior accesso al teleconsulto

Nella nuova puntata di The Patient Voice, Ivan Gardini (EpaC Ets), Ilenia Malavasi (Affari Sociali) e Francesca Ponziani (Pol. Gemelli)
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...