Professioni Sanitarie 28 Ottobre 2019 16:16

Gravidanza, FNOPO: «Vaccinazioni contro l’influenza e acido folico fondamentali per salute delle donne e dei nascituri»

La FNOPO, anche quest’anno si associa al messaggio delle altre professioni sanitarie, medici di famiglia, ginecologi e pediatri, affinché «si comprenda che non sono i vaccini a dover far paura, ma al contrario si devono temere le malattie, e le loro possibili complicanze»

Con la stagione invernale ormai alle porte, aumenta il rischio di essere colpiti dall’influenza e soprattutto, nei soggetti più deboli, di incorrere nelle complicanze. «Anche quest’anno la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica (FNOPO) ricorda la necessità di vaccinarsi contro i virus influenzali, in particolare per le donne in gravidanza – spiegano le componenti del Comitato centrale FNOPO –. Il periodo raccomandato da Ministero per vaccinarsi è intorno alla 28a settimana: questo consente alla donna in gravidanza di produrre anticorpi sufficienti e pertanto il passaggio attraverso la placenta. Si ricorda peraltro che la vaccinazione anti-influenzale è offerta gratuitamente alle donne che all’inizio della stagione epidemica dell’influenza si trovino nel secondo o terzo trimestre di gravidanza. Le vaccinazioni, inoltre, devono essere ripetute a ogni gravidanza poiché per il neonato la fonte di infezione è la madre. Inoltre, come indicato sempre dal Ministero della Salute, la vaccinazione dopo il terzo mese, di gravidanza deve essere fatta anche contro la difterite, il tetano e la pertosse (dTpa). Altrettanto importante è la vaccinazione per le donne che programmano una gravidanza – sottolineano le rappresentanti nazionali della ostetrica –. La prevenzione, come sempre, rappresenta la miglior arma a disposizione per la promozione, la protezione e la tutela della salute. Si ricorda, peraltro che i vaccini sono sicuri e che vanno indicati e prescritti da personale qualificato.

Le ostetriche sono pronte a spiegare alle donne l’importanza della vaccinazione, non solo stagionale, ma anche specifica per la gravidanza. Per le donne che desiderano una gravidanza, ad esempio, e per coloro che sono agli inizi della gravidanza, le ostetriche svolgono un ruolo importante per la prevenzione di alcune patologie quali la spina bifida. Per scongiurare l’insorgenza di questa patologia, le Ostetriche consigliano le donne promuovendo l’uso dell’acido folico, una vitamina del gruppo B miglior alleato contro l’insorgenza della spina bifida. In tutti i casi, le Ostetriche sanno raccomandare e indirizzare le donne allo specialista al quale rivolgersi – continuano le rappresentanti nazionali della Categoria Ostetrica -. La FNOPO, anche quest’anno, si associa al messaggio delle altre professioni sanitarie, medici di famiglia, ginecologi e pediatri, affinché si comprenda che non sono i vaccini a dover far paura, ma al contrario si devono temere le malattie, e le loro possibili complicanze, dalle quali ci si protegge attraverso le vaccinazioni. Vaccinarsi è un atto di rispetto e di amore per sé e per gli altri», concludono i vertici FNOPO.

Articoli correlati
“Alliance for woman’s Health”: per la cura della donna non solo farmaci
Per la prima volta gli esperti mondiali sulla ricerca dell’inositolo (EGOI) partecipano al congresso congiunto della Società Italiana di Fitoterapia e Integratori Ostetricia e Ginecologia (SIFIOG) e l’International Society of Dietary Supplements and Phytotherapy (ISDSP). Molte patologie ostetrico-ginecologiche richiedono, ormai, un approccio integrato
Educazione sessuale, il ruolo dell’ostetrica. Vaccari (FNOPO): «Sensibilizzare alla diversità di genere sin dalle scuole materne»
La fertilità non è solo una “faccenda da grandi”. Eppure la maggior parte dei giovani e degli adolescenti sono convinti che la riproduzione sia un valore lontano anni luce dalla loro quotidianità. «Stili di vita malsani in adolescenza possono compromettere la fertilità futura», assicura Silvia Vaccari, presidente della FNOPO, la Federazione Nazionale degli Ordini della […]
Voglie e nausee in gravidanza? «La risposta non è negli ormoni ma nella psiche»
Colacurci (SIGO – Università Vanvitelli): «Per gestire al meglio questi disturbi puntare su maggior accudimento della gravida e supporto emotivo/psicologico, soprattutto nel post parto»
Lo smog provoca danni non solo ai polmoni e al cuore, anche al cervello
Lo studio DeprAir coordinato da Michele Carugno ha evidenziato come la qualità dell’aria possa influenzare negativamente la salute mentale fino a comportare cambiamenti biologici nell’organismo tale da aumentare la vulnerabilità e sviluppare sintomi depressivi
Giornata internazionale dell’Ostetrica 2022, le iniziative della provincia di Salerno
La Giornata internazionale dell’Ostetrica del 2022 attraverso lo slogan ”100 Years of progress” intende dare voce al progresso raggiunto in questi 100 anni dalla nascita della Confederazione Internazionale delle Ostetriche, anni in cui le ostetriche, riunite come comunità globale, hanno sostenuto e sostengono cure ostetriche di qualità in tutto il mondo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 giugno, sono 542.130.868 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.326.038 i decessi. Ad oggi, oltre 11,63 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali