Professioni Sanitarie 1 Luglio 2019

ANTEL, si avvicina il Congresso. Casalino (Vice Pres.): «Linee guida e Ordine, tante sfide per i tecnici di laboratorio»

Dal 25 al 28 settembre a Roma il Congresso dell’Associazione Italiana Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico. L’evento in collaborazione con la Sibioc, Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare

Una giornata dedicata al ricordo del luminare ematologo, Professor Francesco Lo Coco, scomparso pochi mesi fa, un focus sul nuovo grande maxi Ordine delle professioni sanitarie e interventi prestigiosi come quello del Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Roma “Tor Vergata” e del Direttore dell’Ufficio Nazionale per la pastorale della salute della CEI, Don Massimo Angelelli.

Sono alcuni degli ingredienti del prossimo Congresso nazionale dell’ANTEL, Associazione Italiana Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico, che si svolgerà a Roma all’Hotel Eurostars Roma Aeterna, dal 25 al 28 Settembre 2019. «Il Congresso è importante non solo per noi dell’ANTEL, ma per tutta la professione dei Tecnici di Laboratorio, perché arriva in un momento in cui saranno emanati i Decreti Attuativi della legge Lorenzin e sarà molto importante capire come saranno costituiti gli albi di ogni professione» spiega a Sanità Informazione il Vice Presidente dell’ANTEL e Presidente del Congresso Paolo Casalino.

Sarà un Congresso speciale anche per la collaborazione con la Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare (Sibioc) presieduta dal Prof. Sergio Bernardini, un connubio virtuoso che potrebbe arricchire la crescita professionale degli operatori e favorire la collaborazione per la stesura delle linee guida, che vedrà nel prossimo futuro gli attori della medicina di laboratorio operare all’interno di processi-diagnostici-terapeutici-assistenziali.

«Il programma è stato sviluppato con dei focus particolari, che metteranno in evidenza le competenze avanzate della nostra professione – spiega Casalino – Sono onorato anche della partecipazione di Don Massimo Angelelli, che parlerà dell’etica professionale ed anche dei codici deontologici che andremo ad elaborare per la nostra professione».

Tanti saranno i temi al centro del dibattito, a partire dalla grande trasformazione che sta interessando il ruolo del Tecnico di Laboratorio sia per il progresso tecnologico che lo rende sempre più importante nella gestione delle ‘tecnologie’ che per l’istituzione dell’Ordine. «L’Ordine è partito con estrema difficoltà ed è caratterizzato dalla presenza di tanti profili professionali diversi con specificità e percorsi formativi ben diversi, ma tutti abbiamo uno stesso obiettivo, quello di tutelare il paziente– aggiunge il Vice Presidente ANTEL Casalino – Chi ha voluto fortemente l’Ordine, sa il percorso che abbiamo fatto, con tantissime difficoltà. Tutti i sacrifici che abbiamo fatto ora devono essere trasferiti alle nuove generazioni, che dovranno acquisire piena consapevolezza dell’importanza dell’ordine professionale. Cambierà tutto il modo di vedere le professioni sanitarie ora raccolte in un maxi Ordine, formato da 220mila professionisti, un numero importante a tutela del paziente».

Casalino ribadisce che i Tecnici di Laboratorio, così come gli altri professionisti della sanità, attendono con trepidazione gli ultimi decreti attuativi della legge 3 del 2018 e che secondo gli ultimi rumors sarebbero in procinto di essere emanati da Lungotevere Ripa. Sono i decreti che stabiliranno i regolamenti elettorali. per la composizione degli Albi e delle cariche dell’Ordine. Conclude Casalino – ANTEL si pone come riferimento della professione e punta a giocare un ruolo importante nell’Ordine, affinchè il nostro profilo possa essere rappresentato da persone volenterose, aperte al dialogo e al confronto, ma soprattutto direi dai “competenti della professione”».

Articoli correlati
Professioni sanitarie, Commissione Codice Etico al lavoro su multiprofessione, competenza, privacy ed equità. Presto nuova consultazione
Il gruppo di lavoro coordinato dall’avvocato Laila Perciballi si è confrontato anche con le tematiche derivate dalla pandemia, come l’accesso delle persone alle cure in condizioni di risorse sanitarie limitate: «Problema di grande complessità, che richiede di considerare e di contemperare principi diversi. Fondamentale centralità della persona»
Massofisioterapisti, F.I.MFT: «C’è ancora tanto da fare»
Nonostante l’istituzione, presso l’Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, dell’elenco speciale Massofisioterapisti (dm 9/8/19, art.5), sono ancora tante le improrogabili necessità e problematiche legate alla categoria dei Massofisioterapisti. Da tempo la F.I.MFT (Federazione Italiana Massofisioterapisti) si adopera e collabora con le Istituzioni al fine […]
di Giacomo Russo, Presidente F.I.MFT (include AIMFI, AIMTES e AMS)
Sanità lombarda: il ruolo delle Professioni Sanitarie nella riforma della L.R. 23/2015. Un ponte fra paziente e territorio
All’incontro del luglio scorso, organizzato dai vertici della Sanità di Regione Lombardia, presenti gli ordini TSRM e PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza e Sondrio per delineare i passi da compiere nell’attuazione della Legge Regionale n. 23/2015 che regola il sistema sociosanitario lombardo
Ostetriche. Vaccari (FNOPO): «Necessarie 20mila assunzioni nei consultori»
La vice presidente della Federazione Nazionale: «Dotare le ostetriche del ricettario rosa per prescrivere gli esami utili in gravidanza. Altrimenti la donna sarà sempre costretta a migrare verso altri professionisti»
di Isabella Faggiano
Professioni sanitarie, i numeri della FNO TSRM e PSTRP: oltre 151mila iscritti agli Albi, quasi 22mila agli elenchi speciali
In una lettera ai presidenti provinciali e al Ministero della Salute il Presidente Alessandro Beux ha voluto ricordare l'anniversario del primo luglio 2018, giorno dell'apertura delle iscrizioni: «Numeri impressionanti, in termini assoluti e relativi; numeri che testimoniano l’affidabilità sia di coloro che, prima, li hanno stimati sia di coloro che, dopo, li hanno determinati»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...