Politica 28 Giugno 2019

Vaccini, scontro Cunial-Bella alla Camera su studio Corvelva: «Stato non fa analisi». «Davvero pensi ci sia il Viagra?»

Alla fine della conferenza stampa dell’associazione Corvelva alla Camera dei deputati acceso diverbio tra i due ex compagni di partito Sara Cunial (Misto) e Marco Bella (M5S) che ha contestato la validità scientifica dello studio presentato dai no vax

Le avvisaglie c’erano tutte. Dal ministro Grillo in giù, in tanti avevano protestato contro la conferenza stampa organizzata dall’associazione “free vax” Corvelva alla Camera dei deputati. E l’appuntamento ha rispettato le attese.

LEGGI ANCHE: VACCINI, BELLA (M5S) CONTESTA STUDIO NO VAX: «DECIMALI ‘ANOMALI’ E METODICHE DUBBIE, ANALISI NON REGGONO»

Il titolo del resto era già tutto un programma: “Libertà di scelta terapeutica”. Tra i relatori Loretta Bolgan, Chimica specializzata in tecnologie farmaceutiche, Pier Paolo Dal Monte, Chirurgo, epistemologo e saggista coautore del libro “Immunità di Legge”, l’ex deputato Ivan Catalano, già vicepresidente della Commissione Parlamentare d’Inchiesta sull’Uranio Impoverito e Sara Cunial, deputata ex Cinque Stelle poi espulsa e passata al Gruppo Misto da sempre vicina all’associazione veneta che si batte contro i vaccini.

Lo scontro scoppia dopo la presentazione dei risultati delle analisi che Corvelva avrebbe effettuato su alcuni vaccini da cui risulterebbero “contaminazioni” e “possibile presenza del principio attivo del Viagra”, tanto da concludere che «tutti i vaccini analizzati risultano difettosi e potenzialmente pericolosi».

Conclusioni a cui però ha ribattuto Marco Bella, professore di Chimica organica ed ex compagno di partito della stessa Cunial, che ha partecipato da uditore incalzando i relatori. Alla fine della conferenza, tra Cunial e Bella è scoppiata una lite piuttosto accesa colta dalle telecamere di Sanità Informazione: «Tu non sai cos’è lo spettro di massa» incalza Bella. «Non è vero, sono laureata in chimica», ribatte Cunial che chiede a gran voce: «Perché lo Stato non fa le analisi sui vaccini?». «Non è vero, certo che fa le analisi», ribatte Bella che aggiunge: «Davvero tu pensi ci sia il Viagra nei vaccini?». Le polemiche, ne siamo certi, non finiranno qui.

Articoli correlati
Obbligo vaccinale, gli studenti non in regola potrebbero dover cambiare scuola
Un nuovo emendamento al Ddl vaccini, presentato da Maria Domenica Castellone (M5S), prevede l’inserimento dei bambini non vaccinabili in classi di soli immunizzati. Qualora non fosse possibile la formazione di classi che rispettino questo criterio, i soggetti non vaccinati o non immunizzati saranno trasferiti nella scuola più vicina
Sanità, un anno di Commissione. Sileri: «Risultati importanti. Ora focus su aggiornamento ECM e contenziosi»
Il chirurgo ed esponente M5S traccia il quadro di un anno di lavori nella Commissione da lui presieduta: «Recuperare rapporto medico-paziente, camici bianchi in regola con ECM vanno premiati»
«Passaporto? All’estero chiederanno il tesserino vaccinale», la preoccupazione di Scotti (FIMMG) sulle coperture
Il segretario nazionale della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale, Silvestro Scotti ha commentato i dati diffusi dal Ministero della Salute riguardo le coperture a 24 mesi dei vaccini contro la polio e il morbillo
Vaccini, aumentano coperture. Allarme su morbillo: «Non si raggiunge il 95%». Ecco tutti i dati 2018
«Migliorano nel 2018 le coperture vaccinali dei bambini e degli adolescenti in Italia. Continua a destare preoccupazione il mancato raggiungimento dell’obiettivo del 95% per la vaccinazione contro morbillo-parotite-rosolia in tutte le fasce d’età considerate». È quanto riportato dal Ministero della Salute
Calendario per la Vita 2019, le Società Scientifiche del Board continuano la loro opera di aggiornamento “scientifico” sulle vaccinazioni
SIP, FIMMG, SITI e FIMP continuano la loro opera di informazione verso i cittadini sull'importanza della protezione vaccinale. «Sosteniamo gli sforzi per colmare le sacche di suscettibilità per morbillo e rosolia, chiediamo particolare attenzione ad elevare le coperture per varicella nelle Regioni che hanno introdotto la vaccinazione di recente per evitare spostamenti della malattia verso l’età adulta», sottolinea Paolo Bonanni, Coordinatore Scientifico
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone