Politica 20 Gennaio 2020

«Un unico modello virtuoso per tutte le Regioni». La ricetta del viceministro Sileri per il SSN

«Se c’è un modello di cardiologia, di chirurgia o di governance che funziona, quel modello va copiato e trasmesso in tutta Italia. Così supereremo le diseguaglianze»

Immagine articolo

Per migliorare il Servizio sanitario nazionale «la prima cosa da fare è rafforzare il potere d’indirizzo del Ministero». Ne è convinto il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri intervenuto in occasione della presentazione del libro ‘Il Servizio sanitario nazionale guarda al futuro – Verso nuovi e più evoluti schemi di governance’ (edizione Egea) di Andrea Urbani.

«Deve diventare il cervello che controlla, coordina, non punisce ma aiuta la Regioni che soffrono di più e le accompagna verso un processo virtuoso» continua il Viceministro. Come fare? «Usando modelli esistenti che abbiamo nel tempo individuato e che continueremo ad individuare in tutta Italia. Se c’è un modello di cardiologia, un modello di chirurgia o un modello di governance che funziona, quel modello va semplicemente copiato e trasmesso da un’altra parte».

LEGGI: «IL NOSTRO SSN È IL MIGLIORE, MA NON LO SARÀ PER SEMPRE». UN LIBRO SPIEGA IL PERCHÉ

Non si tratta di semplice centralismo, tiene a precisare il viceministro Sileri. «Non cadiamo nell’inganno di dire “si torna indietro dalla regionalizzazione”. Il Ministero ha quel ruolo di indirizzo. Non è possibile che una Regione abbia un percorso diagnostico terapeutico diverso da un’altra Regione oppure che lo stesso percorso una volta definito non venga applicato. Vorremmo che tutti i ventuno sistemi sanitari che abbiamo in Italia applicassero quel determinato percorso e dobbiamo aiutarli a partire».

L’obiettivo è superare le diseguaglianze «in maniera tale che il cittadino di Trento e il cittadino di Vibo Valentia possano avere la stessa sicurezza nel trattamento e negli esiti. Magari – conclude Sileri – quella mortalità che osserviamo da una Regione ad un’altra, quei tre anni di vita che si perdono semplicemente vivendo da una parte all’altra anche della stessa città, non ci saranno più».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Dl Milleproroghe, Claus (Federspecializzandi): «No a specializzandi assunti già dal 3° anno e a medici in pensione a 70 anni»
Il testo del decreto, in attesa dell’approvazione della Camera, prevede medici operativi oltre i 40 anni di attività e concorsi accessibili agli specializzandi dal terzo anno. Ferma contrarietà da FederSpecializzandi: vediamo perché con il presidente Mirko Claus
Consiglio Nazionale infermieri, Speranza: «Sottoscrivo la vostra mozione: il SSN ha bisogno di un’inversione di tendenza»
Il ministro della Salute Speranza è intervenuto al Consiglio Nazionale della Fnopi. La mozione votata all’unanimità dai 102 presidenti: «Ecco le azioni per difendere il ‘diritto al futuro’ della professione»
Malattie rare, ancora troppo tempo per i farmaci. Bartoli (OMAR): «Lontani dai 100 giorni del decreto Balduzzi»
«Chiediamo di istituire un elenco nazionale di farmaci dell’Aifa a cui i pazienti possano accedere da ogni regione italiana» ha spiegato l’onorevole Fabiola Bologna (M5S)
Coronavirus, Sileri: «Italiani rimpatriati provati e stanchi, ma meno preoccupati di chi corre a comprare mascherine»
Stazionarie le condizioni dei due turisti cinesi ricoverati allo Spallanzani: sono in terapia intensiva e la prognosi resta riservata. 494 le vittime del virus nel mondo, ma aumentano i pazienti dimessi dagli ospedali cinesi: 898 persone sono guarite
Coronavirus isolato allo Spallanzani, Manuel Tuzi (m5s): «SSN eccellenza italiana. Attendiamo italiani da Wuhan»
«L’ospedale Spallanzani dimostra ancora una volta che il Servizio Sanitario Nazionale è un’eccellenza Italiana. Siamo il primo paese in Europa ad aver isolato il Coronavirus. Ora sarà possibile studiarlo per arrivare al vaccino rapidamente. Il mio plauso personale al team medico dell’ospedale romano per quanto fatto. Da medico, oltre che da italiano, sono doppiamente fiero […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale

Al 23 febbraio 2020 sono 78.914 i casi di Covid-19 confermati in tutto il mondo. I pazienti guariti e dimessi dagli ospedali sono 23.386 mentre i morti sono 2.467. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins ...